Conte, da “avvocato del popolo” a Dictator

di Luciano Lago

Il regime sanitario-scientista presieduto da Conte, Di Maio, Speranza e soci, ha fatto oggi la sua conferenza sceneggiata, nella sera del 18 Dicembre, ad una settimana dal Natale per instaurare le sue misure dittatoriali che sanciscono il massacro delle imprese di ristorazione, baristi, albergatori, piccole imprese commerciali, turistiche, dello spettacolo e sportive.
Il regime stringe le corde sulla libertà dei cittadini e stritola le imprese operando per conto delle consorterie finanziarie transnazionali che puntano all’affossamento dell’Italia, della sua struttura economica e del risparmio degli italiani.


Il pretesto è quello di salvaguardare la salute, come se l’affossamento dell’economia e delle strutture sociali, scolastiche e sanitarie, non produca le sue vittime con un bilancio che sarà ancora più grave di quello del Covid e che inciderà sulle nuove generazioni di bambini e ragazzi privati del diritto all’istruzione.
Il tutto avviene, secondo Conte e soci, su suggerimento del comitato di esperti e scienziati (sic) che hanno in buona parte un enorme conflitto di interessi e che hanno dimostrato di essere ispiratori di provvedimenti contraddittori e pasticciati che hanno manipolato le statistiche per ingigantire la campagna di psicosi e di paura che deve convincere gli italiani all’effetto gregge, obbedendo ed allineandosi alle direttive illegali e incostituzionali del regime e preparandosi a nuovi provvedimenti vessatori.
Conte, bontà sua, fa la grazia di “consentire” ,secondo le sue testuali parole, per il Natale un minimo di socialità per le famiglie con numero massimo di due o quattro familiari conviventi ed impedendo però (o cercando di impedire) i ricongiungimenti familiari e le funzioni religiose tipiche del Natale.
La figura di quello che si atteggiava ad “avvocato del popolo” si trasforma in quella del “dictator”, che si crede in diritto di governare con i pieni poteri surclassando il parlamento, la costituzione, e approfittando di una opposizione da operetta connivente con il governo e con i poteri transnazionali.


Si preparano scenari molto sinistri con la prossima campagna psicotica che tutti i media stanno iniziando a pompare per preparare e convincere il pubblico a farsi ineittare il vaccino genetico, quello predisposto dalle grandi multinazionali del Big Pharma. Se non saranno abbastanza convinti il governo predisporrà una legge per rendere obbligatorio il vaccino, vista la naturale diffidenza di buonaparte degli italiani.
Questo segue la campagna per il tracciamento, quella per l’abolizione del contante e da ultimo l’altra della finta lotteria degli sconti del cashback, un trucco per ottenere il controllo di massa dei conti, delle carte di credito, a profitto delle banche e dell’agenzia delle entrate.
Le studiano tutte ormai, mentre possiamo scommettere che i tecno burocrati del regime già si preparano a predisporre una patrimoniale per rapinare i risparmi degli italiani e possibilmente misure per imbavagliare e neutralizzare il dissenso e le rivolte, che presto arriveranno con la rovina e disperazione di centinaia di migliaia di cittadini esasperati.
Sarà un Natale soffocato e militarizzato, con l’esercito per le strade. Non tutti però hanno deciso di chianre la testa e si preparano molte forme di resistenza, pacifica ma determinata. Il tempo degli accomodamenti e dei compromessi è ormai finito.

37 Commenti
  • antonio
    Inserito alle 00:10h, 19 Dicembre Rispondi

    poveretto, dittatore de he, è il cameriere ai tavoli della ditta R 6 R, come ormai tutti i politicini dell’ alleanza atlantica dal Canada all’ ugraina

    • atlas
      Inserito alle 10:01h, 19 Dicembre Rispondi

      3 giorni aperti poi 4 chiusi, poi di nuovo aperti per altri 3. Poi altri 4 chiusi. Poi fai una giravolta, poi falla un’altra volta, guarda su, guarda giù, dai un bacio a chi vuoi tu

  • antonio
    Inserito alle 00:14h, 19 Dicembre Rispondi

    l’occidente ha 300’000 miliardi di derivati in $, son tutti attaccati alle banche farlocche che stampano cartacci ain euro e in dollari, se qualcuno dei politicini si muove crolla il casteelo

  • Ubaldo Croce
    Inserito alle 00:42h, 19 Dicembre Rispondi

    Poveri noi da che banda di delinquenti e incapaci siamo governati. Ma la cosa peggiore é l’apatia degli italioti pronti a farsi inchiappettare in modo definitivamente letale. Le pompe funebri ringraziano….

    • atlas
      Inserito alle 06:15h, 19 Dicembre Rispondi

      ma se leggi bene l’articolo di questo che è diventato solo un ‘imbrogliapopolo’, esso tratta di riferimenti alla giulia costituzione antifascista dell’italia democratica, di parlamento e altre porcate del genere … sarebbe questa la ‘resistenza’ ? Cosa cazzo devono resistere genti di razze diverse e imbastarditi mescolati sotto il nome di giuli ‘itali ani’ …

      genti che hanno paura anche della loro stessa ombra cosa vuoi che combattano contro il regime giulio/democratico……si metteranno alla pecorina e via

      ci sarà pure qualcuno non giulio che non ha paura della morte e reagirà con tutto ciò che avrà a sua disposizione, ma saranno casi isolati

  • atlas
    Inserito alle 07:01h, 19 Dicembre Rispondi

    si scrive di ‘allineamenti’, e si omette di rilevare che l’informazione giulia/democratica sta propagandando proprio in queste ore la capitolazione della Svezia, costretta suo malgrado a ‘scusarsi’ pubblicamente, a mettersi in ginocchio per avere preso posizione ‘libera’ dalle imposizioni internazionali e transnazionali, che sono espressione della VERA democrazia dei giuli

    finchè Luciano Lago scrive di democrazia ‘incompiuta’, come se essa fosse, se ‘compiuta’, il bene, non fa alcuna controinformazione di successo, anzi, precipita nel giulismo

    viviamo tempi in cui, come NON disse totò, chi si fida è perduto. Cerchiamo tuti quanti di essere il meno giuli possibile, è il mio consiglio

    • giulio
      Inserito alle 21:36h, 19 Dicembre Rispondi

      il tuo citare sempre giulio e i giulii è diventato oramai uno spot pubblicitario!
      Giulio e i giulii sono per la “democrazia socialista” prima e per quella “comunista” poi!
      Non sono per la “democrazia” attuale o per la falsa e farsa “democrazia borghese capitalistica” che è solo il sistema col quale gli imbroglioni capitalisti o piccolo borghesi finti rivoluzionari come te imbrogliano e annichiliscono la gente.
      Gli articoli li leggi a modo tuo…dove sta scritto che Lago parla di “democrazia incompiuta” ?
      c’è scritto questo: “Il regime stringe le corde sulla libertà dei cittadini e stritola le imprese operando per conto delle consorterie finanziarie transnazionali che puntano all’affossamento dell’Italia, della sua struttura economica e del risparmio degli italiani”….ma un diffamatore beduino tunisino come te o non sa leggere l’italiano oppure deve inventarsi che l'”imbrogliapopolo” (che sarebbe Lago) parla di “democrazia incompiuta” .
      Comunque, visto che ti proclami più coraggioso di Lago e dei giulii, perchè non ti metti alla guida della rivoluzione nazista che proclami?
      Perchè non chiami il tuo popolo borbonico alla rivolta?
      Perchè non guidi le rivolte anche dei tuoi beduini tunisini?
      Tu sei il classico tipo del “armiamoci e partite”!

      • giulio
        Inserito alle 21:43h, 19 Dicembre Rispondi

        se poi con “imbrogliapopolo” ti riferivi a conte allora vai a studiare l’italiano almeno in qualche scuola serale perchè così come hai scritto non sembra riferibile a Conte.

        • atlas
          Inserito alle 10:49h, 20 Dicembre Rispondi

          io posso solo postarti questo, per onestà intellettuale, che Lago non ha. O non ha più (io sono fatto così, quando le persone mi escono fuori dallo stomaco non ci rientrano più)

          https://drive.google.com/file/d/1z3ZfQyd75gqE4iRiSO8Hmey8pqh-COfY/view?usp=sharing

          scaricatelo e fanne tesoro. E non ringraziarmi che non ne ho bisogno. E’ un pugno in faccia attraverso uno specchio. Oppure leggendo attentamente il tutto potresti rinsavire ritrovandoti, a te la scelta

  • Farouq
    Inserito alle 07:46h, 19 Dicembre Rispondi

    Le conseguenze di questi blocchi portano dritto alla guerra “civile” tra le due fazioni di un popolo (non solo in Italia):

    I salutisti lobotomizzati con soldi sufficienti per rimanere in casa per secoli

    I ricchi di Stato con lo stipendio sicurissimo

    I lecca c.. vari che abbondano e trovano nella crisi la realizzazione dei loro sogni

    Contro: …,..

    Che sia questo il piano di sterminio?

  • Leopardo
    Inserito alle 08:38h, 19 Dicembre Rispondi

    Il vile e ottuso passivismo degli italiani, è dovuto al fatto che la maggioranza di essi, statali e parassiti di ogni genere, riceve regolarmente il proprio stipendio.. Occorre bloccare il paese con lo sciopero fiscale ad oltranza, in modo che i mantenuti comincino a subire la gioia delle privazioni e siano costretti a scendere in piazza ,con tutti gli altri disperati, per abbattere il regime.

    • silvia
      Inserito alle 08:53h, 19 Dicembre Rispondi

      Non capisco come facciano gli statali ecc. a non capire che presto i soldi non ci saranno piu’ neppure per loro. Ma forse la passivita’ degli italiani e’ dovuta soprattutto al fatto che ribellarsi e’ molto pericoloso.

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 12:07h, 19 Dicembre Rispondi

        la risposta al suo dubbio è nella risposta sotto fatta dall’utente Nicholas : l’italiano non si è mai ribellato, con la francia o con la spagna basta che se magna l’altro ieri, gente che accoglieva coi fiori l’invasore angloamericano ieri, ora si aspetta che qualcuno verrà di nuovo a salvare il Belpaese
        peccato che di salvatori all’orizzonte non se ne vedono, l’America se ne strafrega, la Russia non so quanti missili nucleari ha puntati verso di noi, guardatevi il video “Plan A” su youtube e notate come dell’Italia non resterà che polvere

        https://www.youtube.com/watch?v=2jy3JU-ORpo

        • Sandro
          Inserito alle 19:50h, 19 Dicembre Rispondi

          Il filmato proposto è “eccitante”. I fuochi d’artificio mi son sempre piaciuti. Ho un solo cruccio; non vivendo in città, che saranno i primi obiettivi, avrò qualche secondo e, dunque, qualche sofferenza prima di accorgermi che qualcuno ha trovato la soluzione dei problemi che affliggono la società. I più fortunati saranno appunto coloro più vicini ai botti che non si accorgeranno di nulla.

          Come tra i più fortunati è stato quello che, all’esplosione della bombetta – rispetto a quelle odierne – di Hiroshima, ha lasciato impresso sulla pietra solo l’ombra di ciò che era. Ah, dimenticavo. Dopo la bombetta “risolutiva”, la società mondiale ha mantenuto se non moltiplicato i problemi che il botto propedeutico avrebbe dovuto attenuare.

          Caspita, sto invecchiando, ho dimenticato anche di ricordare che in Hiroshima v’è il monumento all’evento nefasto eretto per far si che i sopravvissuti e i posteri non dimenticassero. Ma è difficile ricordare tutto, specie quando si hanno gravi lesioni cerebrali di cui spesso soffrono i manovratori.

      • Idea3online
        Inserito alle 18:16h, 19 Dicembre Rispondi

        Saranno il dessert per l’Elite, intanto, antipasto…..primo…..per ultimo gli statali…..non sono frettolosi ogni taglio a suo tempo!

      • Teoclimeno
        Inserito alle 19:40h, 19 Dicembre Rispondi

        Gentile Signora SILVIA, anche le Forze dell’Ordine sono statali, e per loro i soldi non mancheranno mai. Il nostro vero problema è che siamo senza una guida. Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

      • giulio
        Inserito alle 21:57h, 19 Dicembre Rispondi

        dovrebbero essere almeno i partiti di opposizione a organizzare rivolte e quant’altro….se non lo fanno è perchè sono partiti strutturati solo per fare demagogia e raccogliere comodamente voti e, quindi, del tutto incapaci di essere vera opposizione. In queste condizioni, anche gli impiegati pubblici hanno scarse possibilità di mobilitazione spontanea…tra l’altro il settore pubblico è di tipo clientelare e chi li ha piazzati nella pubblica amministrazione è lo stesso soggetto (pubblico) contro il quale dovrebbero ribellarsi.
        Ti pare che possano ribellarsi contro il loro sponsor?
        Ci sarebbero dei sindacati che potrebbero farlo ma anche questi sono solo un apparato di controllo e quindi cinghia di trasmissione dei poteri pubblici centrali e locali.

    • nicholas
      Inserito alle 10:11h, 19 Dicembre Rispondi

      Come si evince dalla storia Italiana, si aspetta qualche nazione che vanga a liberarci da questa dittatura.
      Chissà, chi verrà a liberarci; Russi, Cinesi, Francesi, ecc ecc

    • Idea3online
      Inserito alle 18:13h, 19 Dicembre Rispondi

      Saranno il dessert per l’Elite, intanto, antipasto…..primo…..per ultimo gli statali…..non sono frettolosi ogni taglio a suo tempo!

  • Sandro
    Inserito alle 11:15h, 19 Dicembre Rispondi

    Vaccino obbligatorio? Vi è un problema: l’art. 32 della Costituzione e il trattato di Norimberga.

    • giulio
      Inserito alle 22:01h, 19 Dicembre Rispondi

      ma figurati se si fermano per un articolo su un pezzo di carta! ne hanno già violati altri anche ben più importanti figurati se li fermi con l’art.32!
      Possono inventarsi situazioni di emergenza tali da giustificare anche la violazione di quell’articolo.
      Nella migliore delle ipotesi formalmente non toccano quell’articolo ma impediscono di viaggiare o di andare in un cinema a chiunque non sia vaccinato!

      • Sandro
        Inserito alle 23:41h, 19 Dicembre Rispondi

        Non lo dire a me che li ho costretti a violare ben tre articoli della nostra Costituzione, 2 della Convenzione dei diritti dell’uomo e cambiato parte della normativa della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (tribunale di Strasburgo) alla quale mi sono rivolto.

  • Arditi, a difesa del confine
    Inserito alle 12:11h, 19 Dicembre Rispondi

    Il problema di fondo, cara Redazione, è questo :

    https://www.maurizioblondet.it/gli-oligarchi-scompaiono-comincia-il-peggio/

    è già tutto scritto, terza ondata, covid-21, quarantene ancora più restrittive
    ecco perchè a chi mi dice “speriamo che quest’anno finisca presto” rispondo che non c’è nulla di cui stare allegri per il 2021

    e tanto da un popolo che accetta passivamente ogni privazione di libertà non mi aspetto nulla se non un triste declino

  • giorgio
    Inserito alle 12:46h, 19 Dicembre Rispondi

    Non credo che Lago intenda che se si applicasse la costituzione (che è quella del regime tecno sanitario, della dittatura dei mercati ecc.) intendesse che si si vivrebbe nel migliore dei mondi possibili ….. Certamente intende che l’attuale regime se ne infischia della sua stessa costituzione e ricordarlo non comporta che ne diventiamo ciechi sostenitori, serve a mettere il dito nelle contraddizioni del sistema …..
    Piuttosto a Lago direi che penso che una protesta pacifica anche se determinata non sia sufficiente …. e mi rispondo da solo …. non posso aspettarmi che promuova la lotta armata ….. e concludo …. frigoriferi vuoti e conti prosciugati faranno rinsavire molti e ci faranno trovare la strada giusta …….

  • Idea3online
    Inserito alle 18:06h, 19 Dicembre Rispondi

    Nel 2011 venne distrutta la Libia:
    Guerra alla Libia/ Nel 50° e nel 150° dell’Unità d’Italia.
    L’Italia fece guerra coloniale alla Libia quando celebrava a Torino, con una esposizione universale, il 50° della sua unità, nel 1911.
    https://ecoinformazioni.com/2011/03/20/guerra-alla-libia-nel-50%C2%B0-e-nel-150%C2%B0-dellunita-ditalia/

    Il 2021 sarà il turno dell’Italia, questa volta attacco totale senza bombe, ma a colpi di giga, prima 160 anni fa il Regno delle due Sicilie, oggi la stessa sorte tocca alla Penisola, al Nord quanto al Sud, e quello che fu il Sud per il Nord Italia, nel 2021 sarà l’Italia per il Nord Europa. Quello che è Sud conosciuto da tutti voi, sarà stile ISIS in tutta Italia, in questo caso non invieranno l’ISIS per chiedere tangenti alle imprese, ma la cabina di comando è la stessa. Li useranno come sempre per il lavoro sporco ben pagato. E dopo la solita storia Zenigata contro Lupin…..

    Ma scopriremo chi saranno i Kittim a breve, e contro di loro nessuna strategia funzionerà….sicuramente sono paesi del Sud Europa.

  • dolphin
    Inserito alle 18:32h, 19 Dicembre Rispondi

    Ma perché dobbiamo sempre aspettare che qualcuno ci venga a liberare come tante femminucce impaurite, così sarebbe solo un cambio di padrone, e si non vi aspetterete che lo facciano per niente, dobbiamo farlo da noi solo così ci guadagneremo il rispetto e l’indipendenza che se guadagnato con le armi, spetta a ogni popolo. Dunque Avanti Popolo e senza frignare.

    • Sandro
      Inserito alle 20:31h, 19 Dicembre Rispondi

      “………ci guadagneremo il rispetto e l’indipendenza che se guadagnato con le armi,…..”

      L’ho detto già in un precedente commento: sto invecchiando, ho vuoti di memoria. Che bello sarebbe, per me, se mi tornasse in mente l’indipendenza di cui o goduto e soprattutto il rispetto!
       
      “Dunque Avanti Popolo e senza frignare.”

      Ecco, questo mi piace, “avanti…..senza frignare”
      Si può fare, ma occorre proporre, anche per le votazioni politiche, il quorum, come per i referendum.
      Dopodiché nessuno vota. Tutti coloro che comunque andranno a votare, la sparuta minoranza che ha fatto bagordi grazie al vecchio sistema, non faranno testo.

      Si, lo so, ci sarà, forse, uno sconvolgimento, ma, come dice il proverbio “se non si sfascia non si aggiusta.

  • Teoclimeno
    Inserito alle 18:44h, 19 Dicembre Rispondi

    Siamo solo all’inizio. Le rivolte inizieranno dopo il terzo giorno di forzato digiuno.

  • antonio
    Inserito alle 19:35h, 19 Dicembre Rispondi

    perchè gli italini non si ribellano ? ci domandiamo, forse perchè siamo come l’ Argentina, ostaggio dell’ esercito USA NATO, se ci ribelliamo facciamo la fine dei libici, siriani, irakeni, argentini, cileni, serbi, yemeniti, palestinesi ecc. ,il nostro esercito non so se appoggerebbe il popolo, ormai è agli ordini e paga dell’ìe fore atlantiche le quqali ormai sono a libro paga dei Rockfeller Rotschild, ma lo stesso vale per i francesi, è più di 1 anni che si ribellano, ma con la censura dell’ informazione UE, vengono massacrati e uccisi impunemente da gendarmeria e polizia, come fai a fare una battaglia di liberazione se non hai armi, bombe mitraglie e sopratutto denaro ? ci massacrerebbero come fece Videla e Piniochet coi suoi concittadini, sostenuto dai padroni di Washington e Londra

  • Mardunolbo
    Inserito alle 01:13h, 20 Dicembre Rispondi

    “Imbrogliare gli Italiani é un Gioco da Ragazzi
    Cos’è quel broncio, italiani?
    Cosa vi aspettavate?

    Che a marzo scorso vi dicessi “Vi rinchiuderò in casa per anni perché dobbiamo far fallire il paese, depopolarlo con suicidi e omicidi sanitari per distruggere l’identità nazionale e ristrutturare la società secondo parametri imposti”?

    Ehi.
    Calma.
    Mica posso svelarvi tutto insieme.

    È normale che avanzo passo dopo passo.
    Una finestra di Overton dopo l’altra.
    Per farvi accettare tutto gradualmente.

    Così funziona.

    A Marzo era “tra 10 giorni ci riabbracceremo”.
    E mi avete creduto.

    Poi sono passato a “Se ami l’Italia mantieni le distanze”.
    E avete accettato la stupidaggine.

    In estate vi ho bombardato con la parola “focolaio” preannunciandovi la seconda ondata.
    Lasciandovi però un attimo di respiro funzionale per incolparvi successivamente.

    Poi ho spinto sui tamponi che assicuravano grandi numeri da trapanare nel vostro cervello h24.
    Una sinfonia.

    Così vi ho potuto ribaltare dalla testa ai piedi.
    Pure all’aperto.
    Ho trattato bambini e ragazzi come appestati negandogli la socialitá.
    Il tutto per contenere la mia più mirabile creazione.
    La curva dei contagi.

    E mi avete creduto di nuovo.
    Incredibile.

    Lì ho capito che siete un popolo ingenuo.
    Mentre gli altri popoli li riempiono di soldi e si ribellano violentemente nelle piazze per dignità e diritti.
    A voi non solo levo tutto ma non dò neanche un euro.
    E non c’è reazione.

    Allora sono andato oltre.

    Vi ho annunciato che tutto questo era necessario per “salvare il Natale”.
    “Mò capiscono e m’ammazzano” mi son detto.

    Niente, ah ah ah ah ah…. anche lì ve la siete bevuta tutta d’un fiato!

    Questo gioco mi fa sbellicare dal ridere.
    Non pensavo tanto divertimento.

    Mi ricompongo a fatica mentre vi dico che a Natale vi dovete rinchiudere, perchè poi nel 2021 si riparte di slancio.
    Terza ondata permettendo.
    Che avverrà a causa del brindisi che avrete fatto.
    Col vostro cane ovviamente.

    Meraviglia.

    Ma non è finita. Sto buttando lì che, se non “gestiamo la curva”, potrei disporre il Trattamento Sanitario Obbligatorio per qualche milione di italiani o, in alternativa, un bell’apartheid!!!..
    Silenzio.
    Che userò l’esercito….
    Niente.
    Che la Costituzione posso rispettarla ma anche no…
    Calma piatta.

    Con un popolo docile come voi (diciamo pure anche meravigliosamente attratto dall’autoritarismo) confesso che sto giocando sul velluto.
    Tutto troppo facile.

    Continuate così.
    Netflix, porno e calcio.

    Vi adoro.

    Il vostro Traditore G. C. “

    • Teoclimeno
      Inserito alle 03:37h, 20 Dicembre Rispondi

      Egregio Signor MARDUNOLBO, è doloroso ammetterlo, ma le cose stanno come dice lei: “Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincie, ma bordello”.
      Dante Alighieri, Divina Commedia (Purgatorio, canto VI vv.76-78).
      Molti cordiali saluti. TEOCLIMENO

    • Monk
      Inserito alle 21:41h, 20 Dicembre Rispondi

      La cosa che più mi fa incazzare è immaginare quel frocio di casalino (consigliere della merda conte) che se la ride sulle nostre spalle, quando qualche decennio fa avrebbe preso calci in faccia.

  • giorgio
    Inserito alle 10:08h, 20 Dicembre Rispondi

    Devo sperare che un evento imprevedibile e/o i nostri commenti possano essere la piccola scintilla che risveglia improvvisamente dal coma la massa amorfa dei nostri simili ……

  • atlas
    Inserito alle 11:05h, 20 Dicembre Rispondi

    italia, italia, italia. Bene, fate il bene per voi stessi e per il vostro paese voi italiani. Le Due Sicilie sono un’altro Stato. Se volete riforme giuste e non giulie cessate l’occupazione e risarcite i danni di una guerra d’aggressione, criminale, terroristica e non dichiarata. Nè più nè meno di quella che sta subendo la Siria oggi. E la Palestina da ieri. Con tutto il rispetto (se vicendevole), noi Siciliani non abbiamo nulla a che fare con i giuli, i Renzi e i Berlusconi. O gli Agnelli. Siamo di razza Mediterranea, non siamo una colonia, non lo vogliamo essere

  • Monk
    Inserito alle 21:10h, 20 Dicembre Rispondi

    La vedo male per gli italioti, una massa di rincoglioniti che amano frignare sui social, un po’ come noi, ammettiamolo, cosa ci impedisce di fare i kamikaze? Al tempo: col cazzo che fo il kamikaze per tutte quelle teste di minchia che poi punterebbero il dito contro il mio eroico gesto strumentalizzando il tutto come un becero atto di terrorismo. Cuociano nel loro brodo che a bollire nel mio ci penso io. Preghiamo e si salvi chi può. Un saluto a Slayer Atlas…anche a Giulio leghista mainstream.

    • atlas
      Inserito alle 21:57h, 20 Dicembre Rispondi

      ho musica e cinema da ottimizzare finchè campo, stare sempre a casa da solo sdraiato a ‘lavorare’ in questa italia e Milano di merda non mi fa minima specie, questi porci al parlamento mi possono solo fare le seghe, sono altri i giuli che impazziranno. Altri diversamente suinocrati che si sono fidati della democrazia dell’italia: manganellati e intubati. Spersonalizzati, collettivizzati e senza Dio, giuli omogeneizzati, che non hanno fatto un solo giorno di militare nè di galera

      ogni tanto esco a fare un giro per le vie degli Arabi, a mangiare qualcosa in una pasticceria Siciliana e poi a farmi massaggiare dalle cinesi. Con la Tunisia penso di aver chiuso, hanno già assaltato i supermercati; forse a Febbraio me ne vado a Panama e poi in Colombia da un mio connazionale a farmi una vacanza a base di prestazioni femminili carnali e poi Ramadhan e Gallipoli l’Estate

      se ci arrivo. Gli unici che possono esplodere sono i miei polmoni (i coglioni lo sono già da tempo). Fumo una sigaretta dopo l’altra, caffè e dolci

      ma la cosa più schifosa è leggere i giuli. Ciao monk, e se non ci leggiamo buone feste, salute, soldi e donne. Crepino tutti i sinistri democratici

      • Monk
        Inserito alle 23:50h, 20 Dicembre Rispondi

        Buon Natale anche a te amico, i sinistri democratici devono assaporare l’inferno in vita e dopo la loro ingloriosa morte.

Inserisci un Commento