"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Confermato: l’attacco alla base siriana effettuato da aviazione di Israele

Il Comando Russo ha confermato che l’attacco missilistico contro la base aerea siriana T-4, situata nel distretto di Homs, è stato effettuato da due caccia bombardieri F-15 della forza aerea israeliana che hanno lanciato otto missili dallo spazio aereo del Libano. L’attacco è avvenuto tra le 00,25 e le 00,53 del 9 di Aprile, come ha informato il Ministero della Difesa russo. La nota aggiunge che 3 dei missili hanno raggiunto la parte occidentale dell’aeroporto mentre altri 5 sono stati intercettati e distrutti dalle difese aeree siriane.

Nessuno dei consiglieri militari russi è rimasto colpito o ferito dagli attacchi, secondo il Ministero della Difesa russo.

Nota: Alcuni analisti militari osservano che questo attacco potrebbe essere stato messo in opera da Israele, in accordo con il Pentagono USA, per testare le difese aeree russe e siriane, in vista di altre possibili azioni offensive da parte della coalizione USA-Israele-Arabia Saudita, a cui ultimamente si è aggiunta la Francia di Macron.

Le autorità libanesi hanno duramente protestato per le continue violazioni dello spazio aereo libanese effettuate dall’aviazione israeliana.

Fonti: Hispan Tv

Sputnik Mundo

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. La soluzione 3 mesi fa

    In questo caso il governo israeliano e vigliacco assassino mostrando la loro nefandezza di arroganza e mettendo in pericolo il loro popolo da ritorsioni. Ci saranno conseguenze sicuramente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio 3 mesi fa

    Quindi che farai ora Putin?? Continuerai a tenerti in testa la kippah oppure deciderai di togliertela una volta per tutte?? C’erano pure i tuoi militari nella base aerea colpita dai giudei, avevi messo in giro pattugliatori aerei, batterie difensive antimissile avanzate, aerei spia, tutto il meglio ma ti sei fatto inculare un’altra volta dai giudei.. piangono e ti fottono pure a te.. quando ti deciderai, se mai ti deciderai, a cancellarli dalla faccia del mondo?? Almeno dimostrami che sei un uomo di parola, hai affermato che avresti risposto al fuoco colpendo anche le fonti del fuoco.. che c’è che te lo impedisce?? Forse che i giudei non li puoi toccare?? Io non voglio sentire cazzi, tocca a te vladimiro, facci sognare..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 3 mesi fa

      ora dirai che Blondet non ti piace, che non è un ‘fascista’ duro e puro come te e bla bla bla…che merdogan è lì per fare sloggiare gli ameri cani… (mentre i giudei colpiscono la Siria)

      io invece di chiunque analizzo ciò che scrive

      ” il giorno stesso in cui Trump annunciava il “rapido” ritiro delle forze statunitensi in Siria, Marines Usa insieme ai commandos francesi spediti da Macron sono invece arrivati al Nord della Siria. Avrebbero preso posizione lungo il fiume Sajur, una delle tre sorgenti che alimentano l’Eufrate in Siria dalla vicina Turchia. Precisamente a Dadat, villaggio ad otto chilometri ad Est del Sajur, dove sono arrivati con parecchi blindati, artiglieria pesante e mezzi del genio militare, e dove hanno costituito una nuova base

      lo spiegamento delle forze francesi mirerebbe a contenere l’avanzata dell’esercito turco, che dopo aver preso Afrin (che sta rapidamente turchizzando: se la annetterà) starebbe minacciando di avanzare a Manbij, dove sono altre truppe Usa. “Le truppe francesi”, “dovranno servire da appoggio terrestre ai Marines a MAnbij e ai loro caccia e elicotteri d’assalto piazzati nella base militare aerea americana di Remelin”.
      La Francia combatterà contro la Turchia? Poco probabile. Molto più probabile che si tratti del trucco

      i turchi penetrano sempre più a fondo in Siria, apparentemente, per sradicare i curdi (protetti dagli Usa e da Parigi); gli americani usano tuttora, per “spiegare” i motivi della loro presenza e fortificazione, la logora scusa della “Lotta contro lo Stato Islamico”; ma ovviamente restano per pesare sul futuro della Siria e contrastare l’influenza dell’Iran; ma niente più facile che a queste motivazioni si aggiunga il rinnovato proposito di contrastare la presenza militare russa sul litorale mediterraneo. Non è affatto detto che gli interessi di Ankara e quelli di Washington siano in contrasto. Le forze turche stanno penetrando ancor più profondamente in Siria, fino alla provincia di Homs dove hanno stabilito un primo check-point.

      Insomma mentre gli americani lasciano che le forze turche avanzino in territorio siriano con le loro milizie ausiliarie sotto il pretesto di sradicare la sovversione curda, essi – gli americani – completano di fortificare i loro insediamenti nel Nord-est della Siria; stanno mettendo in sicurezza delle basi d’invasione che minaccia le forze russe affacciate sul Mediterraneo. Washington ha formato truppe anti-Assad arabe e curde nel Nord-Edt che ha fortificato, mentre la Turchia ha riorganizzato e rimpolpato la “Armata Libera Siriana” in “Armata Nazionale Siriana”; formata da turcmeni e arabi siriani ma anti-Assad. Insomma, “la Turchia fa da punta di lancia mentre per ora gli Usa formano uno scudo, che stanno espandendo. E’ una conquista di nuovo tipo e una guerra ibrida. ”

      https://www.maurizioblondet.it/siria-erdogan-la-lancia-pentagono-lo-scudo/

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio 3 mesi fa

        Ma secondo te, io posso pendere dalle labbra di blondet?? Io ragiono con la mia testa elaborando tutte le informazioni di cui vengo a conoscenza, non derogo nessuno a pensare per me, mi sembra di averlo già detto e ribadito. Ed evito allusioni…
        Io so che, in seguito ad accordi con i curdi, l’esercito siriano è rientrato in possesso di territori prima in mano a curdi e taqfiri.. interponendosi tra turchi e curdi..che dobbiamo pensare?? Che in un futuro prossimo assad e trump si incontreranno a mar a lago per fare il bagno in piscina?? La politica internazionale non è di facile comprensione.. ora, purtroppo, si è intromessa pure la francia che è un paese nato e che fa comunella con i peggiori nemici curdi di merdogan.. pensi che presto macron e merdogan si scambieranno le ciofeche che hanno per mogli?? Potrebbe essere tutto ed il suo contrario, ma ci sono dei punti fermi che non possono essere ignorati e che io sappia, da sempre, curdi e turchi si fanno la guerra.. ci vai te a spiegarlo a merdogan?? Se sì portati anche quel leghista di blondet…io non lo sto manco più a sentire…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 3 mesi fa
          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. televisione falsa 3 mesi fa

    israele assassino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. televisione falsa 3 mesi fa

    PUTIN o risponde o non e’ un uomo di parola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Horus 3 mesi fa

    Intanto risponde Lavrov
    http://parstoday.com/it/news/middle_east-i147870-siria_lavrov_attacco_a_base_siriana_sviluppo_molto_pericoloso

    Vediamo se riescono a capire “che cosa e’ successo” in breve tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Geometrio 3 mesi fa

    I sionisti spostano il focus della notizia riguardo agli omicidi nella striscia di Gaza , con questa. Solita mossa israeliana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Horus 3 mesi fa

    Oggi e’ l anniversario del massacro di Der Yassin che segnal inizio della nakba.

    Non pare sia andato bene l attacco alla Siria considerato che hanno ucciso ,al momento due iraniani.

    Pare che questo segni l inizio del loro tracollo.L Iran non sara molto felice mentre Hezbollah non vede l ora.
    Qualche missile di ritorno,forse piu di uno,se li ritroveranno nel giardinetto di casa.

    A tutto questo occorre aggiungere che la Siria sta riconquistando il Golan,evidentemente i sionisti stanno andando fuori di testa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mar 3 mesi fa

    Forza Siria non arrenderti gli italiani sono con voi e non certo con gli ebrei

    Rispondi Mi piace Non mi piace