Come nasce uno stato di polizia con il pretesto della legislazione anti-Covid

di Craig Murray.

Sabato, una piccola veglia di 18 persone a una buona distanza sociale per Julian Assange a Piccadilly Circus è stata interrotta dal doppio degli agenti di polizia e un uomo anziano è stato arrestato e preso in custodia. Il piccolo gruppo di attivisti ha organizzato la veglia ogni settimana.

Ero appena arrivato per ringraziarli e sono rimasto sbalordito nel vedere otto furgoni della polizia e questa azione di polizia completamente inutile. Non potrebbe esserci un esempio più chiaro dell’uso della “legge Covid” per reprimere il dissenso politico indipendente e del tutto pacifico.

Io stesso sono stato interrogato da un poliziotto che mi ha chiesto dove abitavo, da quanto tempo ero a Londra e perché, cosa avevo fatto al processo di Assange e quando stavo per tornare a Edimburgo. (Puoi vedermi molto brevemente, a 10 minuti e 30 secondi, mentre cerco di ragionare con un poliziotto che era inutilmente impegnato in molestie maschiliste di una simpatica signora anziana).

Manifestazione per Assange


Più tardi quella sera, ho cenato con Kristin Hrafnsson, redattore capo di Wikileaks. Sono tornato al mio hotel verso le 23:00, ho fatto le abluzioni e sono andato a letto. Poco dopo mezzanotte fui svegliato da un battito insistente ed estremamente forte sulla porta della mia camera da letto. Scesi dal letto nudo e cercai di aprire una porta a fessura. Un uomo vestito come il personale dell’hotel (pantaloni neri, camicia bianca) mi ha chiesto quando stavo per partire. Ho risposto la mattina e ho sottolineato che l’hotel sapeva che sarei partito il giorno successivo. Perché me lo chiedeva nel cuore della notte? L’uomo ha risposto: “Mi è stato chiesto di saperne di più”. Ho chiuso la porta e sono tornato a letto.

La mattina dopo mi sono lamentato nel modo più forte possibile, l’hotel mi ha rimborsato per una notte di alloggio. Il manager di turno che ha fatto questo ha aggiunto “Non è stata colpa nostra”, ma ha detto che non potevano dirmi di più sulle ragioni di questa situazione.

Julian Assange arrestato, prigioniero scomodo

La persona alla mia porta aveva un accento inglese. Ero in hotel da più di quattro settimane e penso di conoscere tutti gli ospiti che si affacciano al personale – nessuno ha un accento inglese. Non avevo mai visto quest’uomo prima. Era un hotel a quattro stelle di una grande catena. Penso che “non far alzare i clienti dal letto dopo mezzanotte per chiedere loro a che ora se ne vanno” sia una priorità per la formazione del personale. Non posso fare a meno di associare questa idea al mio incontro con la polizia di oggi e al loro interesse a tornare a Edimburgo, ma non sembra esserci nessun altro scopo ovvio. come molestia.

Forse l’incidente all’hotel dovrebbe essere semplicemente inserito nella categoria degli incidenti strani ma inspiegabili. L’arresto del vigilante di Assange in precedenza è una fase con lo straordinario blackout del pubblico da parte dei mass media e la rimozione di questi rapporti dai social media. Viviamo in tempi pericolosi.
Ora sono tornato sano e salvo a casa a Edimburgo.

fonte: craigmurray.org.uk

Traduzione: Gerard Trousson

u

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM