Come l’ordine mondiale liberale guidato dagli Stati Uniti sta andando in pezzi

Le basi dell’ordine mondiale liberale guidato dagli Stati Uniti furono gettate alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Tuttavia, gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica continuarono a lottare per la diffusione e l’influenza delle rispettive ideologie fino agli anni ’90. La vittoria degli Stati Uniti nella Guerra Fredda aveva consolidato la loro egemonia sul globo.

Molti filosofi occidentali, a quel tempo, credevano che l’ordine mondiale liberale guidato dagli Stati Uniti fosse destinato a durare. Anche il famoso filosofo politico americano Francis Fukuyama, nel suo libro “La fine della storia e l’ultimo uomo”, aveva sostenuto questa nozione. Tuttavia, la svolta del 21 ° secolo ha messo in luce molti difetti dell’ordine mondiale liberale. Negli ultimi due decenni, il mondo è stato testimone di numerose guerre, caos e disordini in quasi tutte le regioni. E al centro della maggior parte di queste guerre e conflitti c’è un fattore comune: gli Stati Uniti. Quest’ultima superpotenza ha intrapreso guerre, scatenato il caos e rovesciato governi in molti paesi con il pretesto della democrazia.

La maggior parte delle istituzioni finanziarie mondiali, tra cui la Banca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale, ecc., sono sotto il controllo degli Stati Uniti. Queste istituzioni (in origine) erano state create per assistere finanziariamente le nazioni sottosviluppate e in via di sviluppo. Tuttavia, gli Stati Uniti utilizzano da tempo queste istituzioni per costringere il Sud del mondo ad attuare politiche filo-americane. Ciò ha aumentato la sensazione di essere sotto il dominio degli Stati Uniti, soprattutto tra i paesi poveri del mondo. Presumibilmente gli Stati Uniti detengono anche le redini della Financial Action Task Force (FATF). Sebbene la logica alla base della creazione di questa istituzione fosse quella di frenare il finanziamento del terrorismo e il riciclaggio di denaro. Tuttavia, anche questa istituzione è stata ridotta a un semplice strumento con cui gli Stati Uniti esercitano pressioni sui paesi che non si conformano alle loro politiche. Cina, Pakistan e molti altri paesi hanno espresso preoccupazione per la politicizzazione di questa istituzione da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati.
Anche alcuni alleati degli Stati Uniti hanno ammesso di aver utilizzato in passato questo forum per esercitare influenza politica sui loro nemici.

Assemblea ONU (un organismo dimostratosi inutile)

Le Nazioni Unite sono considerate l’organo fondamentale dell’ordine mondiale guidato dagli Stati Uniti. Inizialmente, questa istituzione era stata creata per fornire rappresentanza a tutti i paesi membri del mondo e per risolvere pacificamente le loro controversie. Tuttavia, la struttura di base dell’istituzione era difettosa fin dalla sua creazione, poiché conferiva ampi poteri a 5 paesi principali. Questo ha inculcato un sentimento di deprivazione tra gli altri paesi membri. Gli Stati Uniti hanno utilizzato questo potere a proprio vantaggio numerose volte nel corso della storia. Recentemente, gli Stati Uniti hanno anche posto il veto su una risoluzione delle Nazioni Unite che chiedeva un cessate il fuoco pacifico a Gaza. Ciò ha ulteriormente suscitato sentimenti ostili tra i paesi del terzo mondo nei confronti dell’ordine mondiale liberale guidato dagli Stati Uniti. Inoltre, la mancanza di potere per far rispettare la risoluzione delle Nazioni Unite ha portato al fallimento di questo sistema. In più occasioni, gli Stati Uniti hanno persino ignorato e rifiutato le risoluzioni delle Nazioni Unite e sono diventati fonte di caos e disordini in diversi paesi del mondo.
La decisione unilaterale degli Stati Uniti di attaccare l’Iraq è una delle principali prove del fallimento di questo ordine mondiale.

Miliziani di Hamas

La recente guerra tra Israele e Hamas ha messo in luce le inadeguatezze di questo ordine mondiale. Le Nazioni Unite non sono riuscite a proteggere la vita di civili innocenti, compresi bambini e donne, dal genocidio di Israele. Gli Stati Uniti e i loro alleati occidentali hanno fornito protezione a Israele nelle sue operazioni di pulizia etnica a Gaza. Il 29 dicembre 2023 il Sudafrica ha presentato un caso contro il genocidio di Israele a Gaza presso la Corte internazionale di giustizia (ICJ), chiedendo un cessate il fuoco immediato. Tuttavia, l’ICJ ha finito per prendere una decisione debole dopo aver ascoltato entrambe le parti. Ha dichiarato genocide le azioni di Israele. Tuttavia, non ha chiesto un cessate il fuoco immediato nella Striscia di Gaza. Ciò si è rivelato dannoso per l’immagine già rotta delle istituzioni liberali. I filo-palestinesi di tutto il mondo hanno interpretato questa decisione come un tentativo della Corte Internazionale di Giustizia di compiacere entrambe le parti.

Per riempire tutto questo vuoto creato dall’ordine mondiale liberale dominato dagli Stati Uniti, Russia e Cina sono emerse come una nuova speranza per il sud del mondo. Cina e Russia stanno guidando un ordine mondiale inclusivo attraverso i BRICS. L’espansione dei BRICS ha fornito ai paesi sottosviluppati e in via di sviluppo l’opportunità di dire la loro negli affari globali. Il presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato al vertice BRICS del 2023 che tutti i paesi dovrebbero avere pari opportunità per eccellere nella modernizzazione globale. Recentemente più di 40 paesi hanno mostrato interesse ad aderire ai BRICS. Ciò dimostra il declino della fiducia del mondo nell’ordine mondiale liberale guidato dagli Stati Uniti. Per rimanere rilevanti e preservarne l’integrità, le istituzioni dell’ordine liberale internazionale dovranno dare più spazio al sud del mondo. Altrimenti, il vecchio ordine sarà destinato a essere sostituito da un nuovo ordine mondiale più inclusivo guidato dalle economie emergenti.

Taut Bataut – è un ricercatore e scrittore che pubblica sulla geopolitica dell’Asia meridionale, esclusivamente per la rivista online “New Eastern Outlook” .

Traduzione: Luciano Lago

4 commenti su “Come l’ordine mondiale liberale guidato dagli Stati Uniti sta andando in pezzi

  1. l'”ordine mondiale liberale” sta diventando il peggior disordine mondiale, caratterizzato da guerra, genocidio, stragi, assassinio politico, profughi, impoverimento di massa e di tutto questo dobbiamo “ringraziare” le sue colonne portanti: ebrei, statunitoidi, angli-perfida albione.

    I tre corni dell’impero perverso, saccheggiatore e stragista sono – com’è ben noto – gli stati uniti, l’entità sionista in Palestina e la gran bretagna, questi i nemici mortali di tutti i popoli del mondo.

    Cari saluti

    1. Concordo in pieno EUGENIO ! USA-UK-Sionisti sono nemici mortali dell’umanità, non solo per genocidi, stragi e impoverimento degli altri (e anche propri) popoli, ma anche per il distruttivo e criminale “modello” di società che cercano di imporre al resto del mondo !

  2. Beh non è un segreto che i nazivaccari stelle e strisce hanno una vera e propria ossessione per l’ antico impero romano. Ne hanno copiato ed attuato strategie e filosofie. Lo stesso motto dei marines, SEMPER FIDELIS, motto anche dei nostri Carabinieri, ma soprattutto dei Senatori della Repubblica Romana, prima d’ augusto. Cercano d’ imitarli in peggio, ma dureranno molto meno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM