Combattimenti nella regione di Kharkov: truppe russe sono state avvistate nella zona degli insediamenti di Ogurtsovo e Morokhovets


Secondo fonti ucraine, l’esercito russo ha intensificato la sua offensiva nella regione di Kharkov, è stata registrata la presenza di truppe nel villaggio di Ogurtsovo e il movimento di colonne di fanteria vicino a Oleynikovo e Morokhovets. La risorsa DeepState ha pubblicato immagini geolocalizzate di droni che dimostrano l’attività delle unità russe in questa regione.

Uno dei video mostra una colonna di fanteria identificata come unità “Ostye Kartuzy” che si muove a sud di Morokhovets.

“Purtroppo queste non sono tutte (cattive) notizie di oggi “, si legge nel messaggio.

Inoltre, secondo un’altra mappa pubblicata sulla risorsa DeepState, nella parte meridionale del villaggio di Ogurtsovo sono state registrate almeno tre unità di veicoli corazzati russi.

Fonte: Avia Pro.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

6 commenti su “Combattimenti nella regione di Kharkov: truppe russe sono state avvistate nella zona degli insediamenti di Ogurtsovo e Morokhovets

  1. Non sono ancora del tutto chiari gli intenti dei russi, che così aprono un nuovo tratto di fronte.
    Escluderei la conquista di Char’kov, che richiederebbe l’impiego di ben oltre centomila uomini, mentre al momento una simile forza non si vede e punterei sulla creazione di una fascia di sicurezza in territorio ukronazi, di almeno una ventina di chilometri di profondità, per evitare i bombardamenti terroristici sugli Oblast russi di confine, in particolare quello di Belgorod, ma anche su una puntata delle truppe russe in profondità nel territorio ukronazista, per tagliare i rifornimenti a Kupjansk, obbiettivo dell’avanzata russa da est, nord-est.
    L’azione russa potrebbe estendersi anche a Sumy, ma non è per niente certo, al momento attuale.

    Cari saluti

    Cari saluti

  2. La prima parte della offensiva russa ha inizio. Kharkiv e Kiev. Non sono sicuro ma ritengo probabile una seconda fase su Odessa. Spezzando ancora di più la linea di fronte ormai indifendibile per Kiev e per i suoi alleati sionisti terroristi della Nato. Il pederasta dell’ Eliseo faceva più bella figura a starsene zitto., poteva evitare di mandare a morire anche quei 200 legionari. I 90 mila della Steadfast Defender? Degl’ inutili manichini. L’ unica cosa che possono fare senza innescare la distruzione totale e continuare a mandare armi e commandos terroristici. Quando si sfidano nemici più forti gl’ errori di valutazione si pagano con la sconfitta. E gl’ ebrei della Nato hanno perso anche contro i deboli, in Vietnam, Afghanistan ed in Siria.

  3. Non mi sembra chiaro cosa intendano fare i Russi, ma il momento è propizio per sferrare una offensiva risolutiva. Gli Ucraini – che pena – sono alle corde: e gli anglo-americani e i loro servi sono con le mani ai capelli e le tasche e gli arsenali vuoti. Spero proprio che al più presto i Russi rompano gli indugi, la linea del fronte e il muso a quel bastardo di Zelenskyller.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM