Comandante iraniano avverte: abbatteremo qualsiasi aereo o drone venga a spiare le nostre manovre navali

Il comandante iraniano, contrammiraglio Abibollè Sayari, ha emesso un comunicato con cui si avvisa che le forze navali iraniane, impegnate in esercitazione con le forze navali russe e della Repubblica Popolare Cinese, abbatteranno qualsiasi aereo o apparato nemico che venga a spiare sulle manovre che sono iniziate nel mare di Oman.

“Si tratta di una seria avvertenza. Assicuriamo che qualsiasi nave o aeromobile entrerà nella zona di manovre congiunte delle forze navali dell’Iran, della Russia e Cina, sarà neutralizzato”, ha dichiarato Sayari riferendosi a qualsiasi azione di spionaggio.

Il contrammiraglio ha rivelato che l’Iran ha dovuto lanciare avvertenze ad aerei e droni USA che si stavano avvicinando pericolosamente alla zona di manovra per le esercitazioni.

Navi russe e iraniane nel mar di Oman

Sayari ha assicurato che alcuni paesi cercano di creare incidenti per giustificare la loro presenza militare nella zona con il pretesto di “garantire la sicurezza”. Possiamo garantire noi la sicurezza della regione e non necessitiamo della presenza di potenze straniere nel Golfo Persico, ha ribadito Sayari.

Il coordinatore delle forze iraniane ha sottolineato che le esercitazioni navali congiunte fra le marine di Iran, Russia e Cina dimostrano “il potere marittimo” del paese persiano nel nord dell’Oceano Indiano. Sono manovre che dimostrano il livello di controllo navale dell’Iran sulle acque antistanti il proprio paese e nella regione chiave per le comunicazioni marittime del mondo.

“L’Iran ha mostrato la sua potenza marittima al mondo, motivo per cui paesi potenti come la Cina e la Russia sono venuti nelle nostre acque regionali e hanno celebrato un esercizio militare guidato dalla Repubblica islamica dell’Iran”, ha affermato.
“Le manovre navali mostrano l’impegno iraniano nei confronti della sicurezza”.
Le esercitazioni navali, chiamate “Cintura di sicurezza navale”, iniziarono nella città portuale di Chabahar, nell’Iran sud-orientale, e continueranno nell’Oceano Indiano settentrionale. I paesi partecipanti all’evento insistono sul fatto che il messaggio di questi esercizi è cooperazione, pace, amicizia e sicurezza marittima vicino alle acque dell’Iran.

Navi russe i avvicinamento all’Iran


Tuttavia, tale manovra militare può essere interpretata come una sfida alla potenza militare degli Stati Uniti. , poiché viene fatta quando Washington, dopo gli incidenti nella regione e di cui Washington e i suoi alleati hanno incolpato Teheran, si sforza di creare una coalizione con il pretesto di fornire sicurezza marittima vicino alle acque dell’Iran.
L’Iran ritiene, tuttavia, che i paesi regionali debbano garantire la sicurezza dell’area senza presenza straniera, poiché l’obiettivo degli stranieri non è quello di fornire sicurezza.
“Le manovre di Iran, Russia e Cina indicano un declino dell’influenza degli Stati Uniti”..

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code