Colpito deposito di missili della NATO appena arrivati in Ucraina

Le forze armate russe hanno attaccato un deposito di missili Storm Shadow presso l’aerodromo delle forze armate ucraine nella regione di Khmelnitsky
Le truppe russe hanno continuato a colpire obiettivi nemici nelle retrovie ucraine. La notte scorsa e già la mattina del 15 settembre si sono verificate esplosioni in diversi territori che attualmente rimangono sotto il controllo delle forze armate ucraine.

Pertanto, si è saputo che un altro attacco era stato effettuato su un obiettivo nemico nella città di Starokonstantinov, nella regione di Khmelnytsky. Questa città ospita un aeroporto militare dove il nemico ha stabilito l’integrazione dei missili franco-britannici Storm Shadow con aerei di progettazione sovietica, che sono stati forniti anche al regime di Kiev dagli sponsor occidentali della guerra.

Missili russi sull’Ucraina

Secondo gli ultimi dati, il deposito dei missili Storm Shadow e SCALP è stato distrutto.

Poche ore prima si erano verificate potenti esplosioni nelle regioni di Nikolaev e Kirovograd. Secondo gli ultimi dati la sconfitta è stata inflitta al centro di formazione degli operatori marittimi dei droni. Ricordiamo che il regime di Kiev, senza ottenere alcun successo significativo durante la controffensiva pubblicizzata, è passato alla sua tattica tipica: sferrare attacchi sul territorio russo. Per diversi giorni, le imbarcazioni senza pilota delle forze armate ucraine hanno effettuato attacchi contro le navi della flotta del Mar Nero della Marina russa.

Ci sono anche segnalazioni di esplosioni avvenute nella regione di Vinnitsa, così come in uno dei quartieri di Kiev. Inoltre, nella capitale ucraina non è stato annunciato l’allarme aereo.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

5 commenti su “Colpito deposito di missili della NATO appena arrivati in Ucraina

  1. Bene! lo linko subito in quel covo di ukro nazi camuffati di come don chichotte. ma che razza di sito ? saranno mica grillini ? che sfigati! come tutta la propaganga italiota fatta di boomer per boomers…la Russia sta denazificando e loro non va giu perdere! caxsi vobis!

  2. Domani di mattina quei idioti ignoranti di ecologisti- Europeiste-Filo-USA -vandali-teppisti di ultima generazione non NON troveranno nulla da ridire né protesteranno per il transito di centinaia di inquinatissimi e vetusti aerei cargo militari USA & NATO che stracarichi di nuovi missili vetusti da lanciare contro la Russia andranno in direzione del ” Ucraina per rifornirla di nuovo !
    Sicuramente è certamente qualche decina di aerei Cargo Militari USA-NATO atterreranno e poi decollano dagli aeroporti anche civili italiani bruciando quelle tre – quattro tonnellate di Kerosene ad ogni decollo !
    Sai a quante migliaia di auto euro zero circolanti in Italia corrispondono come inquinamento ogni decollo di un aereo civile ? Un aereo militare consuma il 50 % cento di più perché tanto il carburante lo pagano tutti i cittadini italiani o della NATO !
    Mi sembra che ogni decollo di un aereo pensante corrisponda a 10 mila auto circolanti per 24 ore !
    Perché gli ecologisti -europeisti Italiani o Europei non bloccano MAI gli aerei militari della morte ???
    Anche se un aereo militare arriva con 24 ore di ritardo nessuno resta danneggiato dal ritardo !

    1. Caro TACABANDA1964 condivido in pieno. Tempo fa lessi dati sull’inquinamento causato dal traffico aereo (civile), non ricordo dove. Comunque si stimava che un aereo, civile, al decollo consumasse quanto 600 auto euro 0 o euro 1. Andiamo a verificare quanti aerei sono in volo contemporaneamente in tutto il mondo, ogni minuto della giornata, 24 ore su 24, 365 giorni su 365. Dal sito Planefinder.net questo dato è disponibile in tempo reale, perchè riporta i dati trasmessi dai trasponder degli aerei civili. Siamo sugli 8.000 velivoli in volo tutto il giorno in contemporanea. Dove sono i GRETINI e gli ambientalisti vari ??? E, inoltre, come evidenzi tu, ci sono da considerare i velivoli militari, che fanno molto ma molto peggio dal punto di vista ambientale … Ebbene dove è la coerenza degli ambientalisti e degli idioti imbratta monumenti di “ultima generazione” ?

  3. Era ora che si svegliassero !
    Finalmente i Russi tirano fuori le loro PALLE distruggendo centinaia di missili USA & NATO !
    Bravi continuate cosi !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM