Colpito dai russi un centro di comando su Kiev

Una forte esplosione è scoppiata proprio nel centro di Kiev in un edificio che ospita uffici militari del governo ucraino.

Pochi minuti fa una forte esplosione è esplosa nel centro di Kiev. Secondo le informazioni fornite dal sindaco della capitale ucraina, il colpo è stato inferto al distretto Shevchenkovsky di Kiev, dove attualmente è scoppiato un forte incendio. Per l’attacco è stato utilizzato il drone kamikaze Shahed-136. All’ora corrente, questa è già almeno la terza esplosione che tuona a Kiev dalla mattina stessa.

Nel filmato si può vedere che a seguito dell’esplosione è scoppiato un grave incendio, la cui eliminazione è stata affrontata dai servizi di emergenza. Le informazioni sui danni e le distruzioni ricevute dal momento attuale non sono disponibili, tuttavia, a giudicare dal fumo nero che sale dal luogo dell’esplosione, stiamo parlando di un colpo molto potente.
Ad oggi, è noto che i sistemi di difesa aerea delle Forze armate ucraine sono riusciti ad abbattere almeno un bersaglio in avvicinamento alla capitale ucraina, tuttavia, almeno tre attacchi inflitti indicano che la difesa aerea della città è completamente inefficace .

Secondo i residenti della regione di Kiev, al momento, un’altra ondata di droni kamikaze si sta muovendo verso la capitale ucraina.
Si presume che gli attacchi siano in ritorsione per i bombardamenti effettuati dalle forze ucraine su Belgorod e altri siti del territorio russo.

Fonti varie
Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM