Clima pesante da regime in Italia con la denuncia e repressione dei dissidenti dei trattamenti vaccinali

di Luciano Lago

Si poteva prevedere che il regime globalista/sanitario vigente in Italia sarebbe arrivato prima o poi a trovare il nemico pubblico da additare al popolo quale “capro espiatorio” e pericolo per l’incolumità pubblica. Si è visto che, dopo l’introduzione del lasciapassare sanitario (denominato “green pass”), tutti i media, TV, giornali, siti governativi, influencer e istituzioni pubbliche hanno iniziato una campagna di criminalizzazione strisciante contro chi rifiuta i vaccini e contro chiunque manifesti idee contrarie al regime del pensiero unico sul potere salvifico dei vaccini e sulla necessità di punturare tutta la popolazione, inclusi bambini, donne incinte e personale addetto ai servizi pubblici.
Non è bastata l’ossessiva campagna di persuasione e psicosi di massa lanciata da tutti i media, passata in breve dalla paura al ricatto, arrivando poi gli appelli dei massimi responsabili, inclusi il Presidente della Repubblica ed il Papa Francesco (“il vaccino un atto d’amore”).
Indispettiti e rabbiosi per la cocciuta resistenza di una larga fetta di ultra cinquantenni e ultra sessantenni a vaccinarsi e preoccupati per le crescenti manifestazioni di protesta, i responsabili politici governativi hanno iniziato ad adottare i consueti mezzi di cui dispongono, oltre ai media filo-vaccinisti (tutti o quasi), per denigrare, diffamare e criminalizzare i dissidenti.

Tipologia di insulti e minacce contro chi non accetta la propaganda vaccinista di regime


Come avviene in questi casi, i servizi del Ministero degli Interni sono stati mobilitati per infiltrare elementi provocatori nelle manifestazioni in modo da provocare episodi di violenza, aggressioni a giornalisti, atti di teppismo, minacce contro i virologi più noti e contro il ministro della sanità. Uno sperimentato sistema di “strategia della tensione” per spaventare le persone normali che vogliono scendere in piazza per protestare, per dissuadere dalle manifestazioni pubbliche e soprattutto per indicare all’opinione pubblica come tutti coloro che protestano siano classificabili come no vax, violenti, estremisti, anarchici, neo-fascisti e negazionisti senza cervello.
Mirabili e significativi in proposito i servizi offerti in proposito dai giornalisti di regime delle testate più note come il Corriere della Sera, Repubblica, e la Stampa di Torino, oltre naturalmente alla RAI, alla 7 di Mentana e altre reti TV.

In questa fase gli opinionisti delle TV di regime e dei giornaloni (finanziati con soldi pubblici) si sforzano di convincere il pubblico che sia normale sopprimere i diritti fondamentali delle persone far far divenire obbligatorio esibire un lasciapassare (green pass) per esercitare i diritti fondamentali e inviolabili previsti dalla costituzione, come quello di circolazione, del lavoro, dell’istruzione, della libera associazione, della cultura e della libertà di pansiero.
Tanto meno si ammette che ogni persona abbia il diritto di negare il consenso ai trattamenti medico/sanitari contro la propria volontà. “Nessuno può essere obbligato ad un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge”. Art. 32 Costituzione.

Nello stesso tempo il regime del pensiero unico tenta di nascondere nelle statistiche rese pubbliche il numero dei decessi e delle reazioni avverse, come trombosi, miocarditi, paralisi e altre patologie che sempre più numerose e si manifestano in molti soggetti vaccinati. Atrettanto avviene per le statistiche manipolate che aumentano il numero contagiati fra i non vaccinati e sminuiscono quello dei vaccinati che hanno contratto il virus.
Gli esempi di Israele, del Regno Unito e dell’Islanda (i paesi con più alta percentuale di vaccinati) stanno lì a dimostrare l’inefficacia dei vaccini ma i signori della persuasione negano, sminuiscono e truccano le statistiche a loro piacimento.

Proteste contro il Green Pass

Il regime si orienta adesso ad attuare una svolta repressiva e questa si sta puntualmente attuando contro chiunque si opponga e manifesti apertamente contro la soppressione dei diritti e dei trattamenti vaccinali resi di fatto obbligatori.
Basta vedere l’allegato delle invettive e delle minacce lanciate contro i denominati “no vax” da parte di personaggi del giornalismo, dei sindacati di regime e di esponenti filogovernativi, per rendersi conto di chi sia che alimenta la campagna di violenza e di istigazione contro i non vaccinati.
Dopo la strategia di controllo sociale il sistema sta adottando quella sperimentata del conflitto sociale e dell’istigazione all’odio sociale contro i non vaccinati. Un metodo per distrarre l’opinione pubblica e dare in pasto un colpevole da additare quale responsabile della diffusione del virus.

Siamo ormai alla vigilia del TSO obbligatorio per i dissidenti e dell’internamento in campi di confino.
Tutto esattamente come avveniva nella vecchia URSS e come ci avevano avvisato gli ex dissidenti dell’Unione Sovietica: l’Unione Europea tende sempre più ad assomigliare alla vecchia Unione Sovietica da cui siamo fuggiti a suo tempo.
Una premonizione che oggi sta ritornando attuale nell’Italia del regime Globalista/Sanitario sostenuto da tutti i partiti con l’avallo della finta opposizione.

10 Commenti
  • Annibal61
    Inserito alle 14:23h, 01 Settembre Rispondi

    Tragico ma vero. Bolscevismo allo stato puro. La siringa al posto della tokarev, come scriveva Sorgenitskj…finirà male comunque anche per i vaccinati. Ben che gli vada diventeranno carne da cannone.

    • Ubaldo Croce
      Inserito alle 15:16h, 01 Settembre Rispondi

      Assolutamente d’accordo con te Hannubal, diventeranno, giocoforza, carne da cannone.

  • Giorgio
    Inserito alle 17:36h, 01 Settembre Rispondi

    L’articolo di Luciano Lago è encomiabile ……
    Per salvaguardare la mia incolumità fisica sono disposto a commettere qualunque tipo di reato …..
    anche se il ricorso alla forza a scopo difensivo è perdente pure se infligge perdite al nemico …..
    bisogna passare all’offensiva, braccare il nemico …. non esserne braccati ……
    virologi pennivendoli politicanti non potranno avere tutti una scorta …..
    ne si muovono o si spostano solo in luoghi coperti da videocamere …..
    l’istinto di sopravvivenza mi dice che bisogna osare ……
    e non per rovesciare la dittatura sanitaria e tornare al “paradiso” pre 2019 …..
    ma per promuovere un modello di società alternativo alla liberal democrazia capital globalista ……
    MORTE ALLA DITTATURA SANITARIA e a tutti i suoi adepti ……… !!!!

  • Manente
    Inserito alle 21:28h, 01 Settembre Rispondi

    Le dichiarazioni aberranti nell’elenco riportato sopra, danno la misura della natura spregevole dei soggetti che le hanno rilasciate, medici ed infermieri che dichiarano apertamente di godere nel seviziare i malati, finti buonisti di sinistra che rivelano senza pudore le loro basse pulsioni criminali, falsi intellettuali che danno sfogo alle loro frustrazioni di capponi castrati al servizio del potere, una feccia umana che merita appieno di essere eliminata dalla faccia della terra con quei “vaccini” che pretendono di somministrare agli altri.

    • atlas
      Inserito alle 08:07h, 02 Settembre Rispondi

      vorrei sapere (è una questione di vita o di morte), cosa ne pensa la Segre di questi crimini d’odio contro chi è contrario al fluido magico. Anzi, non me ne frega un kazzo

  • lunablu
    Inserito alle 22:03h, 01 Settembre Rispondi

    Infermieri o medici che godono nel procurare del male ,o addirittura morte a chi sta già male (perchè hanno fatto una scelta diversa protetta dalla costituzione) beh …. lascio ad ognuno di voi il commento

  • Giorgio
    Inserito alle 09:01h, 02 Settembre Rispondi

    Scienziati, tecnocrati, sanitari …… si sentono Dio ….. pensano di avere potere di vita e di morte …..
    pagheranno a caro prezzo la loro cinica presunzione …… la loro stessa scienza li divorerà ……

  • Sandro
    Inserito alle 10:12h, 02 Settembre Rispondi

    M a i !, rispondere alle provocazioni*. Chi provoca, sa e dimostra con ciò di essere nel torto. La reazione di norma scomposta di colui che la attua è solo finalizzata a stimolare nell’altro una simile alla sua, indirizzata a estorcergli una ragione diversa dall’originale, ma pur sempre una motivazione che gli da motivo per attaccarlo.
    Chi ben mi conosce, sa che a nessuno concedo la facoltà di offendermi neppure a pagarmi. E’ vero che questo atteggiamento non solo snobbante nei confronti del provocatore e anche talvolta derisorio mi stava, una volta, provocando un ricovero in ospedale se non fosse intervenuta una terza persona , ma è anche vero che la mia vita ha avuto un corso scevro da chi non ha tempo da perdere con me in tale arti. (non sembra, ma le voci “girano”)

    * Ad es. il gazebo dei “5cinque stelle” installato nel bel mezzo di una folta manifestazione di gente contraria al regime dittatoriale, regime finalmente uscito allo scoperto, sprezzante la morte di 60 milioni di persone che con i loro sacrificio hanno dato seguito alla Carta costituzionale che tutti ci invidiano e che gente priva di dignità ha calpestato e disprezzato insieme a chi ha dato loro fiducia, cosa altro potevano aspettarsi se non ciò per cui lo hanno fatto? Costoro , di sicuro, erano in febbrile attesa dell’inevitabile per poter sostenere che coloro che intendono rispettare le leggi italiane sul divieto all’uso degli organismi geneticamente modificati (o.g.m.) – impropriamente detti dai blasonati “vaccini”- , sono dei violenti.

  • giovanni
    Inserito alle 15:11h, 02 Settembre Rispondi

    Centro perfetto Sig. Lago il quarto ed ultimo reich della storia umana, a trazione scientista, e’ ufficialmente in mezzo a noi. Il giochetto del divide et impera, opportunamente preceduto dalla strategia della tensione, riesce sempre. Gli esseri umani , in massima parte non imparano mai purtroppo, per cui ci attende un caldissimo autunno. Chiedo/ cosa ne’ hanno fatto della Carta Costituzionale ? mi vengono in mente usi poco nobili. Dove sono coloro che la invocavano ad ogni ora del giorno e della notte ? Moltissimi li ritrovo fra quelli piu’ scatenati nel chiedere misure degne dei piu’ feroci regimi della storia. Eppure molti fra loro erano antifascisti, antinazisti, liberisti, libertari, per i diritti umani ecc……. Hanno cambiato bandiera non appena il vento ha tirato da un’altra parte. Veri giganti del pensiero libero e della coerenza.

  • Giorgio
    Inserito alle 17:48h, 02 Settembre Rispondi

    Antifascisti, anticomunisti, libertari, attivisti per i diritti umani ……… tutti sostenitori accaniti della dittatura sanitaria ……
    Che il vaccino li faccia morire subito e in massa ……

Inserisci un Commento