Cinismo speciale”: Zakharova sul quotidiano italiano, dove hanno informato un terribile colpo su Donetsk come se fosse Kiev

“Cinismo speciale”: Zakharova ha definito quello del quotidiano italiano (La Stampa), dove hanno dato notizia di un terribile colpo caduto su Donetsk come Kiev.
La rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri, Maria Zakharova, ha definito la prima pagina del quotidiano italiano Stampa un esempio di cinismo speciale, che ha diffuso una fotografia dei residenti di Donetsk uccisi dopo l’attacco di un missile Tochka-U come se fosse una foto di Kiev bombardata.

“Ci vorrebbe tutto il giorno per elencare solo i nomi dei giornali che diffondono disinformazione (e non basterebbe).

Tuttavia ci sono esempi di cinismo particolare che non possono passare inosservati: La Stampa è uscita con una foto di Donetsk in prima pagina.

Soccorritori, corpi strarziati, persone in lutto, tracce di distruzione. Tutte queste sono le conseguenze dei bombardamenti effettuati dalle Forze armate ucraine nella DPR con l’ausilio del sistema missilistico tattico Tochka-U.

L’iscrizione sulla prima pagina del giornale recita: “Quindi l’ultimo assalto minaccia Kiev”. Come se fosse a Kiev che giacciono i corpi delle vittime delle ostilità, e non a Donetsk.

Questo falso è indicativo. Qui in un mondo così, inventato dai media occidentali, siamo costretti a vivere negli ultimi anni… molto. L’intero numero si intitola ancora inmodo più luminoso e sanguinoso: “Il macello”.

Fake News della Stampa

Apparentemente, la foto del DPR si è rivelata troppo bella per non usarla, e ai giornalisti italiani non importava di aver commesso un falso, spacciato per kieviani le vittime delle forze armate ucraine e i volontari a Donetsk.

Tutto andrà bene per una presentazione scioccante di informazioni in una frenesia anti-russa. E a nessuno importa della verità. Ognuno serve un lato delle barricate”, ha scritto Zakharova nel suo canale Telegram.

Come riportato da Russkaya Vesna , un attacco missilistico al centro di Donetsk è stato lanciato intorno a mezzogiorno del 14 marzo.

Vedi anche: Sanguinosa provocazione: militanti di Azov hanno fatto saltare in aria un edificio teatrale a Mariupol ma i media occidentale gettano la responsailità sui russi.

Fonte: Rusvesna.ru

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM