Cina: tutta l’assurdità dietro le guerre o come gli Stati Uniti mentono per manipolare l’opinione pubblica

Articolo da non perdere… L’autore, un funzionario cinese, descrive in modo ragionato e razionale l’assurdità dietro le guerre spietate, e invita la “società umana” ad adottare altre prospettive politiche corrispondenti alle tradizioni e agli interessi di tutti per la pace e sviluppo di tutti. Attualizza le contraddizioni dell’egemonia degli Stati Uniti, la distanza tra i FATTI e la loro narrazione, il modo di fomentare paure e guerre per il solo profitto di un pugno di persone.. La Cina, che vuole ardentemente la pace e lo sviluppo planetario, è giustamente sorpresa che non si veda chi ha lavorato per rendere il conflitto russo-ucraino un’escalation permanente dannosa per il mondo intero. Questa cecità è tanto più strana in quanto è una riproduzione ultima degli scenari di entrata in guerra, con le sanzioni, con cui gli Stati Uniti mantengono il loro dominio, il saccheggio, la guerra e l’insicurezza permanente sul pianeta, anche dalla Guerra Fredda. Questo fenomeno di autodistruzione planetaria continua a crescere e pretende di attirare nuove vittime nella sua trappola. Un’analisi implacabile.

Daniele Bleitrach


di Guan Guoping

Il conflitto russo-ucraino va avanti da un anno dopo lo scoppio del 24 febbraio 2022, fatto che ha avuto un profondo impatto a livello globale.

Il conflitto si sta allargando ei negoziati di pace sono ancora lontani. Carri armati, missili e altre armi più sofisticate fornite dagli Stati Uniti e dalla NATO continuano ad atterrare sul campo di battaglia, mentre la Russia mobilita sempre più persone per partecipare a “operazioni militari speciali”.

Non si intravede la fine del conflitto “ che usa i soldi dell’Europa, costa la vita agli ucraini, porta ricchezza alle multinazionali degli Stati Uniti ma fa male al mondo intero ”.

Per un anno, il popolo ucraino e l’Europa hanno sofferto, ma le crescenti richieste di un cessate il fuoco non hanno dissuaso gli Stati Uniti dall’insistere a “combattere fino all’ultimo ucraino”. La dura realtà dello scorso anno ha dato al mondo una più chiara comprensione della narrativa egemonica dell’America.

La mentalità della guerra fredda, che non si è ritirata dalla sua fine, unita all’egemonia, ha portato alla continua espansione della NATO, che avrebbe dovuto porre fine alla sua missione, perché sarebbe stata contraria all’interesse pubblico globale. Negli ultimi 30 anni, il fenomeno della grottesca cattura della sicurezza globale con menzogne ​​e il perseguimento di un confronto in stile Guerra Fredda è emerso senza fine nel cuore dell’egemonia americana.

Assurdità n. 1: guerra di rapimenti con storie
Per un anno gli Stati Uniti hanno definito il conflitto tra Russia e Ucraina come ” la guerra tra democrazia e dispotismo “, che ha dominato gli Stati Uniti e la società occidentale. Immersi in una narrazione attentamente coreografata, molte persone in Occidente non sanno che è stata la NATO guidata dagli Stati Uniti a portare gradualmente la Russia in conflitto con l’Ucraina negli ultimi decenni.

Dopo il “conflitto per procura”, gli Stati Uniti e i loro alleati della NATO si sono impegnati in agitprop, “facendo rumore” e “distribuendo armi” con enormi quantità di aiuti militari, e usano la continuazione del conflitto per stimolare la “rinascita” della NATO e mantenere l’egemonia.

Gli analisti militari americani credono da tempo che l’esito della guerra moderna dipenda non solo da quale militare vince, ma anche da “quale storia vince”.

Nelle parole dell’ex segretario di Stato americano Mike Pompeo, “abbiamo imbrogliato”. Dalla storia dell'”incubatrice per bambini” fabbricata negli Stati Uniti prima dell’uso della forza contro l’Iraq nel 1990, a un video inscenato di “Caschi bianchi” citato come prova per condurre guerre in Siria, ci sono molti casi di rapimento dell’opinione pubblica statunitense con menzogne , che sono strettamente associati alla strategia estera degli Stati Uniti.

È la stessa storia che ritroviamo nel conflitto russo-ucraino. Gli Stati Uniti e l’Occidente hanno inventato una serie di “storie sorprendenti e provocatorie per diffamare la Russia”. Ad esempio, il video di un attacco di un drone turco contro l’esercito siriano è stato descritto come un carro armato russo distrutto su un campo di battaglia ucraino. Il video di un’esercitazione militare russa nell’aprile 2021 è stato utilizzato per far sembrare che la Russia stesse bombardando le città ucraine. Le immagini di bambini feriti negli attacchi aerei siriani nel 2018 sono state fabbricate come “bambini ucraini che soffrono”.

Nuovo Ordine mondiale in formazione

Assurdità n. 2: usare la “teoria della stabilità egemonica” per creare disordini globali
Il discorso politico internazionale occidentale ha creato concetti come il “dilemma della sicurezza”, la “trappola di Tucidide” e la “trappola di Kindleberger” rimaneggiati per decenni, tutti serviti allo stesso scopo – garantire la stabilità continua dell’egemonia.

Tuttavia, c’è un enorme divario tra concetto e realtà. La narrazione della “pace” e dello “sviluppo” generata dal dominio americano è sempre stata al centro della narrativa americana, ma si è sempre più rivelata un’illusione nella ricerca dell’egemonia da parte degli Stati Uniti. , e persino uno strumento per promuovere egemonia. Guardando indietro ai 30 anni trascorsi dalla fine della Guerra Fredda, il mondo potrebbe aver goduto di una promettente “pace a lungo termine”, ma l’umanità non ha sperimentato una vera pace e tranquillità e sperimenta ancora conflitti e crisi in corso.

Dopo l’inizio del conflitto russo-ucraino, gli Stati Uniti e l’Europa hanno fornito aiuti militari all’Ucraina e hanno usato la loro egemonia finanziaria per imporre alla Russia le sanzioni economiche e finanziarie più severe della storia, compreso il congelamento di centinaia di miliardi di dollari di riserve valutarie russe e cacciare la Russia da SWIFT. Queste misure non hanno messo in ginocchio la Russia, ma hanno innescato drastiche fluttuazioni nei mercati energetici e finanziari internazionali.

Il dollaro è la valuta di riserva dominante nel mondo. Tuttavia, gli Stati Uniti hanno a lungo abusato di questa posizione per accaparrarsi la ricchezza di altri paesi. In appena un anno e mezzo dallo scoppio del COVID-19, gli Stati Uniti hanno stampato quasi la metà di tutti i dollari in circolazione nei loro oltre 200 anni di storia, portando il mondo a subire pressioni causate da inflazione, turbolenze e bolle che hanno non avrebbe dovuto subire.

Gli Stati Uniti hanno privatizzato e utilizzato come arma il bene pubblico: il sistema finanziario globale nei conflitti geopolitici per affrontare paesi ostili e attori substatali. Questo è peggio della Gran Bretagna, che era “la potenza egemonica” incapace di fornire beni pubblici internazionali tra le due guerre mondiali.

Assurdità n. 3: usare “l’ordine internazionale” per abbellire “leggi unilaterali e piccole regole di cricca”
L’ordine internazionale del secondo dopoguerra è spesso descritto come un prodotto della potenza americana. Le nazioni vincitrici, gli Stati Uniti ei loro alleati, impongono la loro volontà al resto del mondo, formulando istituzioni e norme che servono i loro interessi e assicurano la loro supremazia.

Gli Stati Uniti e l’Occidente si considerano “portavoce della comunità internazionale” e hanno l’abitudine di etichettare alcuni paesi con etichette discriminatorie come “Evil Empire”, “Evil Axis”, “Rogue State” e “Failed State” per distinguere il cosiddetto “io civilizzato” dagli “altri selvaggi”. Mentre demonizzano altri paesi, si vedono come l’arbitro morale del mondo. Sul palco si parla di “libertà e democrazia”, ma dietro le quinte c’è l’ambizione di un’egemonia senza fine.

Forze cinesi in arrivo

Il conflitto russo-ucraino, scoppiato sotto il contenimento a lungo termine e la forte pressione degli Stati Uniti e della NATO, è stato descritto da alcuni politici occidentali come un'”epopea” di “democrazia contro autocrazia”. non è solo questo, la NATO ha usato per la prima volta anche la parola “sfida” per descrivere la Cina, affermando falsamente che la Cina stesse sfidando gli interessi, la sicurezza e i valori della NATO e unendo le sue forze alla Russia per “minare l’ordine internazionale basato sulle regole “.

Assurdità n. 4: reprimere “l’ansia egemonica” vendendo “paura”
Da James Monroe, noto per la sua Dottrina Monroe, a Theodore Roosevelt, che affermava che “ogni espansione della civiltà genera pace”, e a Joe Biden, che oggi promuove “democrazia” e “libertà”, le élite americane vendono incessantemente, generazione dopo generazione, il faro della libertà mentre espandono il loro territorio e impongono la loro egemonia, ma allo stesso tempo devono creare ogni tipo di paura da zero.

Dalla “paura del barbaro” durante il massacro indiano alla “paura islamica” durante la guerra al terrore, dalla “paura del comunista” durante la guerra fredda alla “paura” della “sfida della Cina alle regole e all’ordine” oggi, tutti ciò che gli Stati Uniti vogliono è estrarre profitto economicamente e mantenere la propria egemonia in mezzo alla paura e al caos.

L’esagerazione della “paura” riflette l’ansia degli Stati Uniti come egemone. In una cultura strategica desiderosa di “trovare il nemico”, la legge della giungla, la mentalità da guerra fredda e il gioco a somma zero permangono ancora nella mente dei politici americani, e nel loro senso di insicurezza riguardo al fatto che persiste ancora la paura cheal’egemonia americana sarà sostituita e minacciata.

Di recente, un dirigibile civile cinese si è smarrito nello spazio aereo statunitense per cause di forza maggiore. Sebbene molti funzionari statunitensi abbiano affermato che il pallone cinese non rappresenta una minaccia per il personale e la sicurezza statunitensi, questo incidente è stato sfruttato. Gli Stati Uniti hanno inviato aerei da combattimento avanzati e hanno persino sfruttato questa opportunità per impegnarsi in manipolazioni politiche, diffamare e attaccare la Cina, incitare un’atmosfera anti-cinese e mettere in scena un isterico “spettacolo di palloncini politici”.

Stando dalla parte del dialogo pacifico, la società umana non deve tornare al vecchio percorso di confronto e divisione degli schieramenti, e non deve cadere nella trappola dei giochi a somma zero e dei conflitti di guerra. È il forte desiderio delle persone di tutti i paesi, è la responsabilità comune di tutti i paesi del mondo e la giusta direzione dello sviluppo dei tempi a venire.

Traduzione; Gerard Trousson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus