Cina e Russia sono unite come una grande montagna – Ministro della Difesa della Repubblica Popolare Cinese

Martedì il ministro della Difesa cinese Wei Fenghe in un incontro di lavoro con il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha affermato che gli Stati Uniti stanno intraprendendo le stesse azioni aggressive contro la Cina nella sfera militare, tattiche deterrenti contro la Russia, entrambi i paesi si oppongono congiuntamente a Washington.

“Il compagno ministro ha appena parlato di minacce militari, pressioni e deterrenza degli Stati Uniti contro la Federazione Russa. Anche gli Stati Uniti stanno intraprendendo tale azione contro la Cina. Sono completamente d’accordo con le tue valutazioni “, ha detto Wei Fenghe.
Combattendo il contenimento degli Stati Uniti, ha detto, Cina e Russia sono “tirate insieme come una grande montagna”. Ha sottolineato che “sono pienamente d’accordo con l’elevata valutazione del livello di cooperazione russo-cinese in ambito militare”.

Cina Russia Esercitazioni comuni


“E celebriamo l’enorme proficua collaborazione in tutti i settori. Soprattutto di fronte al folle contenimento e alle pressioni degli Stati Uniti, Cina e Russia sono unite come una grande montagna. La nostra amicizia è indistruttibile. Insieme ci siamo opposti all’egemonia statunitense, e ci opponiamo al falso regime democratico statunitense e al falso multiculturalismo, nonché alle nuove manifestazioni della Guerra Fredda in una nuova forma. E in questo modo abbiamo mostrato le nostre relazioni migliori di quelle alleate “, ha sottolineato il ministero della Difesa cinese.

Nota: Il messaggio inviato a Washington non potrebbe essere più chiaro e il blocco Cina/Russia è una realtà con cui gli Stati Uniti dovranno fare i conti nelle loro farneticazioni di “un mondo basato sulle regole stabilite da loro”.
Il mondo unipolare dominato dagli Stati Uniti è ormai un ricordo del passato.



Источник: https://news-front.info/2021/11/23/kitay-i-rossiya-splocheny-vmeste-kak-velikaya-gora-ministr-oborony-knr

Traduzione: Sergei Leonov

Nota: Luciano Lago

7 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 11:43h, 24 Novembre Rispondi

    ottimo se perdurante sempre e comunque, l’ardito si può impiccare

  • Giorgio
    Inserito alle 12:01h, 24 Novembre Rispondi

    Cina e Russia hanno una forza militare, ma anche economica e sociale …………
    che non è nemmeno necessario che facciano un patto di mutuo soccorso ……
    praticamente esiste già di fatto …….

    • atlas
      Inserito alle 12:09h, 24 Novembre Rispondi

      va beh dai, però tu per i ‘fascisti’ arditi sei sempre un comunista cattivo……per loro sono buoni i democratici che li okkupano (e che hanno fatto e fanno guerra a tutti i Fascismi nel mondo…)

      • Giorgio
        Inserito alle 14:23h, 24 Novembre Rispondi

        Già Atlas ……. contraddizione evidente anche a un neonato ………

  • Farouq
    Inserito alle 12:16h, 24 Novembre Rispondi

    Sono l’unica speranza contro il grande reset (sterminio)

    • Ubaldo Croce
      Inserito alle 14:25h, 24 Novembre Rispondi

      L’unica speranza è il risveglio della gente più che una unione militare, politica ed economica russo – cinese.

  • eusebio
    Inserito alle 18:57h, 24 Novembre Rispondi

    Il blocco eurasiatico è più compatto e solido che mai anzi cominciano a crearsi le zone di influenza, la Cina ha proposto a Russia e Bielorussia di spartirsi tra loro la Lituania con l’appoggio cinese, la Russia con i pattugliamenti congiunti nel Pacifico con navi e bombardieri strategici da spessore strategico all’imminente annessione cinese di Taiwan, la Russia ha avallato il proposito dell’Iran di annettersi il debole e decadente Azerbaigian, il quale sta esaurendo le sue riserve di petrolio e gas e che di fronte al gigantesco spiegamento recente di forze iraniane se l’è fatta sotto e ha sloggiato gli F-35 sionisti che si apprestavano a bombardare l’Iran.
    La Russia sta anche ristrutturando l’aeroporto di Sukhumi in Abcasia, con scopi sia civili che militari.
    L’Abcasia è già sotto occupazione militare russa e l’aeroporto della capitale, città abitata da molti russi, serve anche a rifornire le truppe russe nel paese che per attaccare eventuali forze aeronavali NATO nel Mar Nero.

Inserisci un Commento