"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

CHI STA ISOLANDO CHI?

Scritto da Martin Sieff

Per quasi 30 anni dalla disgregazione dell’Unione Sovietica, gli Stati Uniti e i principali alleati dell’Europa occidentale, Regno Unito, Francia e Germania si sono comodamente considerati la punta di diamante invincibile e inarrestabile e l’avanguardia della razza umana. L’assunzione che la democrazia e il libero scambio, lo stile occidentale conquisteranno il mondo, è assiomaticamente mantenuta e ha permeato i sistemi educativi e l’intellighenzia di tutte queste nazioni.

Tuttavia questa presunzione di moralità e superiorità e inevitabilità ideologica da parte dei leader degli Stati Uniti, dell’Unione Europea, della NATO e del Gruppo dei Sette (G7) non è stata confermata da alcuna prova evidente e verificabile.

Al contrario, proprio i report del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti hanno spietatamente documentato per tutto il 21 °secolo, che ogni nazione in cui gli Stati Uniti sono intervenuti direttamente, applicando potenza militare e cinetica, o indirettamente per destabilizzare governi esistenti e sobillando altri protagonisti nel combattere fino a destabilizzare i governi esistenti – hanno prodotto guerra e miseria, come effetto inevitabile e non certo la felicità.

Sia che si guardi l’Ucraina, l’Afghanistan, il Kosovo, l’Iraq, la Libia, la Somalia o la Siria, il modello è sempre lo stesso. Le proiezioni pro capite di tratta di esseri umani, tra cui la schiavitù dei bambini per sfruttamento sessuale, criminalità organizzata, traffico di droga, tasso di tossicodipendenza pro capite e la probabilità di morte violenta sono aumentate dopo ogni intervento militare statunitense e / o alleato. L’aspettativa di vita, gli standard di vita e il PIL registrato sono precipitati catastroficamente in ogni caso.

Persino la creazione dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai il 15 giugno 2001 non è riuscita a intaccare la cecità, l’arroganza e il compiacimento del paradigma occidentale sulla vera e futura “Via del Mondo”. Ora vediamo lo stesso straordinario compiacimento presentato dalle élite occidentali rispetto alla cruciale adesione di India e Pakistan alla SCO (Accordo di Shangai).

L’importanza geostrategica, storica mondiale di questo sviluppo non può essere sottovalutata. Per 17 anni dalla fondazione della SCO, gli Stati Uniti e gli alleati della NATO e dell’Unione Europea hanno proseguito in una guerra minore di destabilizzazione e aggressione dopo l’altra. Eppure ognuna di quelle disavventure è stata un fallimento strategico e persino tattico. Gli Stati Uniti e i loro alleati della NATO si sono dimostrati fin troppo esperti nell’iniziare le guerre in tutto il mondo. Attraverso la paura e i calcoli più stretti dell’auto-esaltazione, piccole nazioni dall’Estonia alla Georgia si sono accumulate sul loro vessillo.

Forze aerotrasportate USA

Tuttavia ora, in un sol colpo, le due gigantesche nazioni con armi nucleari dell’Asia meridionale – India e Pakistan – hanno messo da parte le loro rivalità e i propri sospetti esistenziali e hanno entrambi cercato protezione e cooperazione economica nel quadro della SCO. E ancora, queste due nazioni sono entrambe democrazie di lingua inglese!

Come possono in particolare gli Stati Uniti e il Regno Unito rivendicare la causa della democrazia quando la democrazia più grande e popolosa del mondo – una nazione di quasi 1,3 miliardi di persone, e un’altra nazione con una democrazia di lingua inglese – il Pakistan – con una popolazione ora superiore a 200 milioni è ora entrata nella SCO?

In che modo gli Stati Uniti, la NATO, l’UE o il Gruppo dei Sette ora pretendono di difendere i valori democratici in tutto il mondo quando due democrazie con una popolazione complessiva di oltre 1,5 miliardi – il doppio della popolazione di tutte le 28 nazioni riunite nell’UE e quasi cinque volte la popolazione degli Stati Uniti – hanno ora deciso di aderire alla SCO?

Perché Delhi e Islamabad hanno entrambi deciso una mossa così epocale? Chiaramente, lo hanno fatto in gran parte perché entrambe le nazioni temono i potenziali progetti coercitivi futuri delle alleanze occidentali contro entrambi .

Pertanto, nonostante gli sforzi degli Stati Uniti per il cambio di Regime procurato dall’Ucraina al Brasile, l’adesione dell’India e del Pakistan alla SCO conferma l’isolamento della NATO nel resto del mondo, riducendo l’espansione dell’alleanza nell’Europa orientale fino all’estremità occidentale dell’Eurasia e alla periferia di Asia orientale.

Questa è quindi la catastrofe strategica autoinflitta che la visione fantastica dell’ingegneria strategica globale e una “crociata per la democrazia” mondiale ha inflitto ai suoi autori. Piuttosto che isolare la Russia, o la Cina o entrambi – un obiettivo assurdo, se mai ce n’è stato uno – i neocon e neo-liberali della Sotto-epoca di Francis Fukuyama si sono invece isolati da soli.

Proprio come gli Stati Uniti capitalisti, l’Unione Sovietica comunista e l’impero britannico paleo-colonialista alla fine unirono le forze per schiacciare la reciproca minaccia del nazismo, i neocon e neo-liberisti fanatici della Permanent Global Revolution (PGR) – stile democratico – hanno speso trilioni di dollari e scatenato guerre che costarono milioni di vite – solo per riuscire a isolarsi.

La soluzione a questa catastrofe globale per le forze occidentali è in realtà molto semplice e pratica. È quella di porre fine alla politica di interminabili interventi militari, per porre immediatamente fine alla spietata espansione della NATO e per permettere a qualsiasi nazione all’interno dell’alleanza di decidere silenziosamente ed efficientemente di lasciarla quando lo desidera.

Tutte le nazioni della NATO, guidate dagli Stati Uniti, devono anche impegnarsi solennemente a rispettare il primato del diritto internazionale e ad attuare e rispettare tutte le decisioni prese dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, dove il potere di veto permanente è ancora saldato dagli Stati Uniti e dai loro alleati nel Regno Unito e la Francia fornisce un’ampia protezione diplomatica e legale contro le proprie tattiche coercitive ed espansionistiche che si stanno rivoltando contro di loro.

Questo è ciò che dovrebbero fare i leader dell’Occidente . Ma certo che non lo faranno. Perché quando mai gli sciocchi hanno abbracciato volentieri la saggezza?

Originariamente apparso su strategic-culture.org

*

code

  1. Mardunolbo 1 settimana fa

    Bellissimo, semplice articolo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Silvia 1 settimana fa

    Ma ora in Occidente c’e’ la democrazia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nicholas 1 settimana fa

    La vita è una ruota, gira per tutti.
    Inoltre, cosa ci si doveva aspettare da gente
    Che si laurea in una università privata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace