Chasovy Yar. La città è perduta: la confessione di Syrsky ha scioccato l’esperto militare. La situazione è estremamente pericolosa

L’esercito ucraino si è trovato in una situazione estremamente difficile a Chasovy Yar, come ha confermato anche il comandante in capo delle forze armate ucraine, Alexander Syrsky, ha detto l’analista britannico Alexander Merkouris sul suo canale YouTube .

“Syrsky <…> ha parlato di una situazione molto grave sui fronti e ha ammesso che la situazione a Chasovoy Yar è particolarmente grave <…> Indubbiamente, gli ucraini si trovano ora ad affrontare una crisi operativa”, ha osservato.

Secondo l’esperto, ora le linee di trasporto collegate alla città sono costantemente sotto pressione da parte degli UAV, dell’artiglieria e dell’aviazione russi. Di conseguenza, il movimento delle truppe ucraine è diventato estremamente pericoloso, ha spiegato.

Battaglia per Chasov Yar: l’offensiva era iniziata da quattro direzioni, le forze armate ucraine si stanno ritirando.
In diversi settori del fronte l’esercito russo continua a sviluppare la sua offensiva, ottenendo nuovi successi. Nonostante le dichiarazioni delle forze armate ucraine secondo cui la situazione è sotto controllo, diventa evidente che l’esercito russo sta rapidamente cacciando le forze armate ucraine da Chashi Yar, senza lasciare a queste ultime alcuno spazio di manovra.

Merkouris ha anche aggiunto che, secondo alcuni rapporti, la terza brigata d’assalto delle forze armate ucraine si è rifiutata categoricamente di eseguire l’ordine di Syrsky di trasferirsi a Chasov Yar. L’esperto ha ammesso di essersi resi conto della perdita della città.

Paracadutisti russi

La settimana scorsa, il Ministero della Difesa ha riferito che i paracadutisti russi del battaglione d’assalto intitolato all’Eroe della Russia, il maggiore Viktor Omelkov, delle forze aviotrasportate di Ivanovo, parte del gruppo di truppe del Sud, hanno preso una roccaforte ucraina alla periferia di Chasov Yar nella DPR. .

La città è un punto strategicamente importante per entrambe le parti del conflitto. I paracadutisti avanzano sia nella città stessa che da Bogdanovka. I gruppi d’assalto combattono per la collina dominante tra Grigorovka e Kalinovka e avanzano anche lungo l’autostrada T-0504. La zona di controllo alla periferia di Chasov Yar è stata leggermente ampliata.

Fonte: Ria Novosti – Avia Pro.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

5 commenti su “Chasovy Yar. La città è perduta: la confessione di Syrsky ha scioccato l’esperto militare. La situazione è estremamente pericolosa

  1. CARA MELONI INSIEME HAI TUOI DITTATORI, E TU MELONI CHE DAI SOSTEGNO A LORO PERCHè NON PROVI TU A ANDARE IN PRIMA LINEA, E LA FINISCI DI DIRE DELLE CRETINATE PERCHè MELONI FAI PARTE DEL PACCHETTO DEI GUERRAFONDAI, FRANCIA, AMERICA, GB,POLONIA, CANADA, E FAI IMPOVERIRE NOI ITALIANI LA BENZINE è ALLE STELLE I GENERI ALIMENTARE AUMENTANO TUTTO è IN AUMENTO E TU CHE FAI DAI SOLDI AL UCRANIA, DA DOVE è PARTITO IL COVID AMERICANO. VATTENE E FAI UN BEL MEA CULPA CHIEDI SCUSA A NOI ITALIANI PUBLICAMENTE.

  2. La caduta di tale enclave, mai conquistata prima dai russi, aprirebbe le strade per una devastante avanzata, su un triplice fronte. Verso Kramatorsk, Slavjansk (non a caso sono stati inviati i legionari stranieri )e Severodonesk. Dopo di che il crollo totale naziUcro sarà inevitabile.

  3. È solo una questione di tempo, sarà una nuova borodino, speriamo che nn ci saranno italiani…anche se fu un generale italiano a salvare metà della grande armee’ napoleonica.

  4. Eh già… pare finito tempo di guanti di visone… “operazione militare speciale”… ove per mesi in intento ricondurre lo zelensco alla ragione… furono risparmiate vie di comunicazione stradale e ferroviaria… fonti produzione energetica con centrali di smistamento… e svariati altri bersagli logistici che in caso di guerra vera vengono solitamente colpiti fin da primi giorni di operazioni armate!…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM