Centinaia di mercenari e militari stranieri sarebbero stati distrutti da un nuovo attacco Kinzhal sul campo di addestramento Yavorovsky


L’esercito russo ha nuovamente lanciato un massiccio attacco con missili ipersonici Kinzhal sul campo di addestramento Yavorovsky, situato nella regione di Lviv.

Questa struttura, secondo Russian Arms, viene utilizzata dall’esercito ucraino per l’addestramento tattico, ingegneristico e medico, nonché per l’addestramento alla gestione dell’equipaggiamento militare. Inoltre, qui sono di stanza istruttori stranieri Nato per fornire supporto alle Forze Armate dell’Ucraina (AFU).

Secondo la stessa fonte, diverse centinaia di militanti potrebbero essere stati uccisi a seguito dell’attacco, ma il numero esatto dei morti e dei feriti non è ancora noto. Questa non è la prima volta che il sito di test Yavorovsky è stato sottoposto ad attacchi missilistici. In precedenza, sul suo territorio erano stati uccisi istruttori militari polacchi, americani e francesi, il che sottolinea la sua importanza come hub logistico chiave per il trasferimento di armi, equipaggiamenti militari e munizioni forniti dall’Occidente verso le regioni orientali dell’Ucraina.

Gli attacchi al sito di prova sono stati effettuati dal marzo 2022, quando l’impianto è stato quasi completamente distrutto a seguito di attacchi missilistici. Nonostante ciò, le forze armate ucraine hanno continuato a utilizzarlo per le proprie esigenze, rendendolo un obiettivo costante per le forze armate russe.

A seguito degli ultimi attacchi, una significativa distruzione ha nuovamente travolto il sito, rendendo difficile per l’esercito ucraino continuare a utilizzare la struttura. L’attacco con i missili ipersonici Kinzhal dimostra ancora una volta le capacità delle armi russe ad alta precisione in grado di causare danni significativi a obiettivi strategici.

Fonte: Avia pro.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

13 commenti su “Centinaia di mercenari e militari stranieri sarebbero stati distrutti da un nuovo attacco Kinzhal sul campo di addestramento Yavorovsky

  1. Putin non minaccia a vuoto. Ovviamente si fa’ remore ad attaccare paesi estranei territorialmente al conflitto. Teme una reazione della coalizione Nato, ha a cuore il suo paese ed i suoi cittadini. Mica e’ un tagliagole americano. Ma chi fa’ le minacce a vuoto sono gl’ occidentali. Voglio vedere se hanno davvero il coraggio di mandare truppe regolari a Kiev dopo questi 4 gatti di specialisti. Tutta retorica fuffista macroniana. Mandano qualche reparto sacrificabile per cercare forse un escalation per poi scappare dalla mamma stelle e strisce. Un ammasso di buffoni e codardi capaci solo di mandare a morire i contadini Ucro. In realtà si stanno defecando nelle mutande e basta. Americani compresi.

  2. Da tener presente che Lviv è all’estremo ovest dell’Ucraina e dunque la zona più lontana dalla Russia. Ma le Batoste sono ovunque ! Questa è la differenza tra l’occidente alla fine della sua triste esperienza sotto la guida dei macachi americani e l’Oriente dominante !

  3. Qua xé Magna in Ucraina tutto alla griglia con fuoco vivo !
    Menù del giorno è stato 300 soldati USA & NATO cucinati vivi alla fiamma al gusto di Kerosene e gasolio con contorno di carri armati Leopard e Abrams conditi di missili Patriot .
    Tutto ciò ha un retrogusto retrò bruciachiccio simile alla invasione USA & NATO del Vietnam !
    Il dittatore USA di Biden ringiovanisce di 60 anni sentendo quel” odore da carne umana bruciata misto alla puzza di benzina e gasolio che gli ricordano tanto le “democratiche ” bombe al NAPAL USA che sganciava senza corrre rischi di venir accoppato sulle teste dei partigiani comunisti Vietnamiti indifesi !

    1. Termobarico ? Ma che nome è? Lei mi sembra un po’ esaltato caro mio , carne bruciata , napalm , ma che problemi hai ? Pensa un po’ di più alla fica fratello , che tutti questi film di guerra che ti stai facendo nel cervello ti fanno male …cucinati vivi alla fiamma , ma ti rendi conto di quello che scrivi ? Quanti anni hai 11 ? Hahahhahaha sei in casa in mimetica a masturbarti davanti ai video dei bombardamenti ? Vabbè , a parte i furi di testa esaltati come questo termobarico , ottimo lavoro del esercito Russo. Presto le canaglie auto saranno costrette a ritirarsi dalla prima linea e Kharkiv tornerà nelle mani giuste … slava rossia !!!!

      1. Gentile REDAZIONE, non è possibile impedire commenti con nick name già esistente ? Altrimenti non si capisce più chi è l’autore dei commenti !

        1. In effetti si crea confusione.
          Cercheremo di evitare il duplicato del Nick Name invitando a cambiarlo.

          Saluti

          La Redazione

  4. Non mi torna la notizia che centinaia di mercenari e soldati nato hanno perso la vita…la domanda che mi pongo, come mai nessun parente di questi fantomatici militanti, magari non d’accordissimo con questa schifosa storia, non si è ribellato o ha protestato rendendo pubblica la cosa?
    Non mi torna no!

    1. Centinaia ora non esageriamo. Forse parliamo di qualche decina di mercenari. Ricordi a tutti che secondo fonti ufficiali Ria Novosti solo un distaccamento di duecento legionari francesi sono presenti sul territorio con le insegne. Gl’ altri hanno le insegne di Kiev, anche se sono stranieri. Quindi al momento di quelli ufficiali Nato parliamo al massimo di decine. Ma dubito che ve ne fossero dato che erano stati segnalati a Volchansk. Saluti GVC

  5. Le fonti ufficiali governative non parlano mai, segreti di stato, di forze speciali in missioni segrete che perdono la vita o dei ben più numerosi dispersi in azione, corpi non recuperati o riconosciuti. Tantomeno dei mercenari tra l’ altro vietati dalla convenzione di Ginevra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM