Secondo una classifica appena pubblicata, l'esercito russo è nella top 3 degli eserciti più grandi del mondo, tuttavia, in seconda posizione rispetto agli Stati Uniti. Sulla base della opinione espressa dalla rivista specializzata "Business Insider", l'esercito russo occupa il secondo posto nella classifica dei migliori eserciti del mondo, battendo la Cina, che si trova in terza posizione e rimanendo dietro agli Stati Uniti. Nella loro analisi, gli esperti hanno preso in considerazione più di 50 indicatori, tra cui la diversità delle armi esistenti, il potenziale di mobilitazione, lo sviluppo dell'industria, le risorse naturali e altri fattori.

di  Paul Antonopoulos Le segnalazioni di problemi nei sistemi di comunicazione sono apparse nella fase finale delle manovre della Trident Juncture della NATO e, secondo i media, la Russia avrebbe potuto avere avuto a che fare con queste defaliances. Nel corso delle esercitazioni militari tenutesi in Norvegia, che sono considerate le più grandi dell'Alleanza Atlantica dalla fine della Guerra Fredda, i piloti norvegesi e finlandesi che hanno partecipato alla esercitazione hanno riferito di interruzioni nel segnale GPS nelle regioni settentrionali dei loro paesi , come riporta il quotidiano Business Insider.

Il Nuovo Sistema NUCLEAR PROOF operativo a protezione della Federazione Russa A causa della continua ostilità e delle minacce contro la Russia da parte della NATO, il ministero della Difesa russo ha appena annunciato lo sviluppo di nuovi sistemi anti-missile non strategici. I nuovi sistemi sono in grado di intercettare tutti i tipi di missili balistici : se schierati in grande numero, questo renderà la Russia quasi invincibile contro i missili balistici intercontinentali dell'ICBM americani. La Russia ha decenni di vantaggio sugli Stati Uniti nella tecnologia missilistica ed è stata più avanti per diverse generazioni. Ancora oggi, la NASA degli Stati Uniti e le aziende private come Space-X si affidano alle tecnologie russe per far decollare le navette spaziali.

di  Andrei Martyanov La Marina russa sta considerando la costruzione di almeno quattro portaerei, lo ha detto giovedì il capo scientifico del Centro di ricerca statale Krylov, Valery Polovinkin. Le flotte del Nord e del Pacifico russe "dovrebbero avere navi che per definizione trasportano aerei ", ha osservato l'esperto. Il progetto di dotare la marina russa di un numero adeguato di portaerei si chiamava Shtorm (Storm). Il progetto concettuale prevede che ogni portaerei possa spostare 80.000-90.000 tonnellate e disporre di un propulsore combinato (un reattore nucleare e un motore a turbina a gas). Il gruppo aereo della nave dovrebbe comprendere fino a 60 aeromobili.

LE FORZE ARMATE STATUNITENSI ACCUSANO LA RUSSIA DI BLOCCARE LE PROPRIE TRUPPE NELLA SIRIA SETTENTRIONALE Le truppe americane in Siria sono presumibilmente colpite da dispositivi elettronici di disturbo russi che ne compromettono le operazioni sul terreno. Il 25 luglio °, colonnello Brian Sullivan della US Army ha parlato ai giornalisti presso il Dipartimento della Difesa statunitense. Ha dichiarato che le sue truppe hanno incontrato un ambiente "congestionato ...da guerra elettronica" mentre si combatteva nel nord-est della Siria, durante il loro dispiegamento di nove mesi, tra settembre 2017 e maggio 2018.

La Russia aveva chiesto ed ottenuto dall'Iran di avere l'accesso nella base aerea iraniana di Hamedan per schierare i suoi pesanti bombardieri strategici TU-22M3. Levan Dzhagaryan, ambasciatore della Russia in Iran, in questi giorni ha improvvisamente fatto valere quella che sembra la possibilità che le forze aeree russe ancora una volta utilizzino la base aerea di Shahid Nojed vicino ad Hamadan in Iran. I media russi con riferimento all'esperto di difesa iraniano Babak Taghvaee, hanno riferito che il Ministero della Difesa russo aveva chiesto ufficialmente all'Iran di fornire l'accesso per schierare i suoi pesanti bombardieri nella base aerea di Hamedan.

di Paul Antonopoulos L'aviazione cinese invierà  in Russia bombardieri strategici, jet da combattimento e aerei da trasporto in luglio, mentre il paese cerca di sviluppare legami di difesa più forti con diversi governi stranieri - in questo caso, prioritariamente con Mosca. Il bombardiere strategico cinese, Xian H-6K, che pattuglia il Mar della Cina e lo Stretto di Taiwan, parteciperà ai Giochi Internazionali dell'Esercito il 28 luglio nella Russia meridionale e nella regione  del Caucaso per la prima volta, secondo un portavoce dell'Aviazione. La Cina si unirà alle forze aeree della Russia, della Bielorussia, dell'Azerbaigian, del Kazakistan, dell'Armenia e dell'Iran nelle esercitazioni  di guerra. Questi paesi hanno di fatto costituito una alleanza militare nel gruppo dello SCO (Gruppo di Shangai) per uniformare le difese comuni. Una sorta di NATO Asiatica.

I caccia russi Su-30 arrivano in Iran? Gli aerei da combattimento russi d'elite nelle mani iraniane si trasformano in un punto di svolta per il Medio Oriente Secondo un analista militare, "Rimane nell'interesse sia della Russia che dell'Iran di non confermare i rapporti di eventuali consegne programmate di tali aerei, almeno fino al 2020, fino a quando il primo aereo potrà essere consegnato". A seguito dell'ingresso dell'Iran nell'accordo nucleare JCPOA con le potenze occidentali, con la Russia e la Cina e il conseguente ritiro delle sanzioni economiche delle Nazioni Unite contro il paese nel 2015, una serie di fonti hanno riferito che Teheran ha mostrato interesse nell'acquisire aerei da combattimento russi di superiorità aerea avanzati per modernizzare le sue capacità di guerra aerea.