"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

strategia ed armamenti

La Russia aveva chiesto ed ottenuto dall’Iran di avere l’accesso nella base aerea iraniana di Hamedan per schierare i suoi pesanti bombardieri strategici TU-22M3.
Levan Dzhagaryan, ambasciatore della Russia in Iran, in questi giorni ha improvvisamente fatto valere quella che sembra la possibilità che le forze aeree russe ancora una volta utilizzino la base aerea di Shahid Nojed vicino ad Hamadan in Iran.
I media russi con riferimento all’esperto di difesa iraniano Babak Taghvaee, hanno riferito che il Ministero della Difesa russo aveva chiesto ufficialmente all’Iran di fornire l’accesso per schierare i suoi pesanti bombardieri nella base aerea di Hamedan.

Leggi tutto…

di Paul Antonopoulos

L’aviazione cinese invierà  in Russia bombardieri strategici, jet da combattimento e aerei da trasporto in luglio, mentre il paese cerca di sviluppare legami di difesa più forti con diversi governi stranieri – in questo caso, prioritariamente con Mosca.

Il bombardiere strategico cinese, Xian H-6K, che pattuglia il Mar della Cina e lo Stretto di Taiwan, parteciperà ai Giochi Internazionali dell’Esercito il 28 luglio nella Russia meridionale e nella regione  del Caucaso per la prima volta, secondo un portavoce dell’Aviazione. La Cina si unirà alle forze aeree della Russia, della Bielorussia, dell’Azerbaigian, del Kazakistan, dell’Armenia e dell’Iran nelle esercitazioni  di guerra. Questi paesi hanno di fatto costituito una alleanza militare nel gruppo dello SCO (Gruppo di Shangai) per uniformare le difese comuni. Una sorta di NATO Asiatica.

Leggi tutto…

I caccia russi Su-30 arrivano in Iran? Gli aerei da combattimento russi d’elite nelle mani iraniane si trasformano in un punto di svolta per il Medio Oriente
Secondo un analista militare, “Rimane nell’interesse sia della Russia che dell’Iran di non confermare i rapporti di eventuali consegne programmate di tali aerei, almeno fino al 2020, fino a quando il primo aereo potrà essere consegnato”.
A seguito dell’ingresso dell’Iran nell’accordo nucleare JCPOA con le potenze occidentali, con la Russia e la Cina e il conseguente ritiro delle sanzioni economiche delle Nazioni Unite contro il paese nel 2015, una serie di fonti hanno riferito che Teheran ha mostrato interesse nell’acquisire aerei da combattimento russi di superiorità aerea avanzati per modernizzare le sue capacità di guerra aerea.

Leggi tutto…

SIRIA – La Russia sta aumentando la forza della sua presenza navale in Siria su invito del governo siriano. Inoltre, la flotta russa del Mar Nero sarà equipaggiata con una nuova nave corvetta: la Vyshny Volochek. La sesta della classe di Buyan, la Vyshny Volochek ha issato la bandiera di Sant’Andrea (la bandiera navale russa) il 1 ° giugno per simboleggiare la sua incorporazione nella marina russa, ha riferito il portavoce della flotta del Mar Nero, Vyacheslav Trukhachov.

La nave sarà presto inviata nel Mediterraneo al largo delle coste della Siria.

Il Vyshny Volochek appartiene alla classe corvetta per missili da crociera Buyan-M del progetto 21631 ed è ormai considerato l’unica nave della sua classe nella flotta del Mar Nero. Queste navi sono multifunzionali e dotate di moderne tecniche di artiglieria, missili, anti-sabotaggio, contraerei e radio.

Leggi tutto…

La Cina ha identificato più di un decennio fa che la trasformazione della capacità delle sue forze aeree nell’area dei missili aria-aria era una parte importante della sua modernizzazione militare. Sembra che gli sforzi da allora siano stati ripagati, con gli esperti che hanno espresso il consenso sul fatto che la potenza aerea della Cina sia già in grado di sfidare quella degli Stati Uniti in determinati scenari, in parte grazie a missili di produzione propria.

Lo specialista capo delle forze aeree dell’International Institute for Strategic Studies, Douglas Barrie, ha notato recentemente che alcune delle nuove armi introdotte sugli aerei cinesi sono equivalenti a quelle occidentali. Nel caso di un missile, questo ha superato le capacità di qualsiasi altro paese.

Leggi tutto…

All’inizio della mattina del 14 aprile, Stati Uniti, Francia e Regno Unito hanno effettuato un massiccio attacco missilistico contro la Siria giustificando le loro azioni con il presunto coinvolgimento del governo di Assad nel “attacco chimico” del 7 aprile a Douma.

Il Minisitero della Difesa russo ha dichiarato che 103 missili da crociera e aria-terra sono stati lanciati su obiettivi diversi in tutta la Siria, aggiungendo che 71 di loro sono stati intercettati dalle Forze di difesa aerea siriane (SADF).

Leggi tutto…

Il Ministero della Difesa russo ha chiesto a Teheran l’autorizzazione per schierare nel suo territorio aerei strategici di lunga gittata, TU-22M3 e TU-95, così riferisce Vladímir Mujin nella sua colonna per la  “Nezavisimaya Gazeta”.

Secondo Mujin questi bombardieri, accompagnati da aerei cisterna Il-78, possono essere armati con diversi tipi di missili antinave fra cui si trova il nuovissimo missile da crocera aria-terra KH-101 che è in grado di centrare obiettivi marittimi nell’arco di 5.500 Km. Questo missile ha una alta precisione e può colpire obiettivi mobili con un margine di precisione fino a 10 mt..

Leggi tutto…

AEREO RUSSO FIGTER JET CURRYING KH-35 CON  MISSILI ANTI-NAVE CRUISE,   AVVISTATI SULLA BASE RUSSA DI TARTUS IN SIRIA

Un aereo da combattimento russo di superiorità aerea multiruolo Su-35 armato di quello che sembra un missile anti-nave da crociera è stato appena individuato nella città siriana di Tartus, presso la base aerea russa.

Secondo le notizie provenienti da fonti locali, questo non è l’unico aereo russo dotato di missili da crociera Kh-35, fra quelli che ora stanno volando in questa parte della Siria e nel Mediterraneo orientale.

Il Kh-35U è una versione lanciata dal jet di missile anti-nave subsonico Kh-35. Ha una testata di carica a forma di frammentazione HE ed una portata operativa di almeno 300 km.

Questo può essere descritto come un segnale ad alcune potenze che si preparano a colpire la Siria.

Di The Saker

Per chi è interessato alle implicazioni militari delle recenti rivelazioni di Vladimir Putin sui nuovi sistemi d’arma russi, consiglierei l’eccellente articolo intitolato ” Le implicazioni dei nuovi sistemi d’arma della Russia ” di Andrei Martyanov che offre una superba analisi di cosa significano queste nuove armi per gli Stati Uniti e, in particolare, per la Marina degli Stati Uniti. Quello che voglio fare qui è qualcosa di un po ‘diverso e guardare alcune delle conseguenze più politiche di queste ultime rivelazioni.

Le prime due delle cinque fasi del dolore: negazione e rabbia

In questo momento, gli anglo-sionisti stanno subendo qualcosa di molto simile ai primi due dei cinque livelli del modello Kübler-Ross Grief: negazione, rabbia, contrattazione, depressione, accettazione.

Leggi tutto…

L’asse tra Cina e Russia sta eliminando la superiorità militare degli Stati Uniti e dell’Occidente, lo affermano i maggiori esperti di difesa
“L’Occidente non ha più il monopolio dell’innovazione nella difesa come leader a livello mondiale”.

La Cina e la Russia stanno sfidando la supremazia militare dell’America e dei suoi alleati e l’Occidente non può più fare affidamento sul vantaggio strategico di cui ha goduto fino ad oggi, lo afferma un importante think tank di esperti militari nel suo rapporto annuale.

Leggi tutto…