Paradossalmente è la Lega Nord che potrebbe essere l’erede naturale dell’Italia unita e anarchica. Quella teorizzata da Mazzini e difesa da Proudhon DI SEBASTIANO CAPUTO Per tradizione siamo un Paese di anarchici. Lo Stato centralizzatore, securitario, militarista è roba da francesi, inglesi e tedeschi. L’italiano ha sempre disprezzato ogni forma di autorità (intesa come concezione borghese della società). Siamo la penisola dei comuni, delle comunità e delle parrocchie, dei campanilismi e delle associazioni. L’Italia è l’anti-Stato per eccellenza (non a caso la mafia nasce qui). Lo aveva capito un attento osservatore transalpino che si era interessato da vicino alla questione risorgimentale: Pierre Joseph Proudhon.

di Enrico Galoppini Dell’America si può dire di tutto, che ci piaccia o meno. Ma non che non sia un Paese di immigrati. Praticamente tutta la popolazione degli Stati Uniti d’America è fatta di immigrati negli ultimi quattro-cinque secoli. Ma c’è un piccolissimo problema. Una questione da nulla che viene allegramente glissata quando si tratta di far venire i lucciconi agli occhi per le storie di questi “self made man” partiti con la valigia di cartone e le loro Bibbie, raminghi e in fuga dal terribile “Vecchio mondo”.

di Maurizio Barozzi UN MAGISTRATO CHIEDE DI INDAGARE SU STEVE PIECZENIYK QUALE RESPONSABILE DELL’ASSASSINIO DI ALDO MORO, DOPO CHE VIENE DICHIARATO CHE IN VIA FANI C’ERANO ANCHE I SERVIZI STRANIERI, MA NON POTENDOLI INDIVIDUARE SI CHIESE DI ARCHIVIARNE L’INCHIESTA. RESTARE PERPLESSI È IL MINIMO. La vicenda dell’assassinio di Moro, come del resto lo stragismo in Italia, non sono comprensibili con i soli canoni storiografici. In questi casi occorre ricorrere al “complottismo” (termine errato , ma di comodo). Ci proveremo avvalendoci di considerazioni di chi è ben informato e riassumendo, ma “Chi “sa”, capirà. Prima del rapimento di Moro le BR erano state ristrutturate da personaggi che un tempo erano vicini ad altri personaggi che poi daranno vita a Parigi , ad un Centro “ispiratore” crocevia dei Servizi di mezza Europa, Mossad compreso. Questo avvicendamento nelle BR era stato possibile dopo gli arresti predisposti da Carlo Alberto Dalla Chiesa, un Generale dei CC, sembra non alieno dalla Massoneria, e dal suo nucleo speciale di carabinieri al tempo già da anni sotto il comando generale di Arnaldo Ferrara durante il cui lungo e straordinario decennale di comando, a quanto si dice, i Servizi israeliani in Italia, rafforzarono la loro influenza.

di  Antonio Cuadrado-Fernandez Scrivo questo articolo mentre in una parte del pianeta ci sono più di un milione di esseri umani terrorizzati sotto una pioggia di bombe e di missili comandata dalla più alta tecnologia disponibile sul pianeta. Si tratta della Striscia di Gaza. Ancora una volta Israele bombarda con freddezza quasi burocratica ogni cinque sei anni per per minare poco a poco il morale e la speranza degli abitanti di Gaza e finire con obbligarli ad andarsene in altro luogo perché Gaza è un inferno sulla terra. Tuttavia essi seguono a rimanere nella loro terra, resistendo ostinatamente al tentativo di sradicarli e forzarli a scomparire nonostante siano violentati nelle viscere, con l’animo lacerato e sepolto. Quelle persone continuano ad esistere perché sanno che quella è la loro terra e anche perché non avrebbero altro luogo dove andare, perché sanno che che gli antichi abitanti palestinesi del paese chiamato Sderot dovettero andarsene e mai sono potuti rientrare. Una mia amica giordana di origine palestinese, mi racconta che i suoi genitori se ne andarono in vacanza nel 1967 e quando tornarono la loro casa era stata letteralmente occupata da una famiglia israeliana. Come molte altre famiglie di ebrei che, nel 1948 occuparono molte delle case che i palestinesi dovettero abbandonare fuggendo alla violenza di quello che i palestinesi hanno chiamato la Nabka (la catastrofe), e gli israeliani cinicamente hanno chiamato la guerra di indipendenza (indipendenza da chi?).

Anniversario per la vecchia Europa: un'altra volta Normandia di Rafael Poch Obama ha iniziato da Varsavia la sua visita in corso in Europa. Non a caso. La Polonia è il più sollecito alleato con il vecchio ordine di Washington, mantenuto per tutta la Guerra Fredda, per impedire un accordo nel campo della sicurezza europea tra l'UE e la Russia (la tabella di marcia ormai dimenticata  della Carta di Parigi per una nuova Europa, novembre 1990). Senza di che, ogni rapporto politico ed economico fluido tra Mosca e Bruxelles è complicato, la direzione del blocco NATO contro la Russia rimane, e, soprattutto, si scongiura il pericolo di una politica estera europea autonoma e meno servile verso gli USA.  Ossia si mantiene ben legato il Vettore europeo che rappresenta una delle quattro priorità della politica imperiale americana, insieme con il contenimento della Cina, impedire che la Russia alzi la testa e tenere a bada il gruppo dei BRICS perchè "non si allarghi" troppo.

Di Brian Becker NDT: Freschi di piazza Maidan, ci riesce facile vedere la somiglianza tra le due situazioni. Finalmente la verità su un'altra pagina di storia. Esattamente 25 anni fa, tutti i media statunitensi, insieme all'allora presidente Bush e al Congresso, stavano montando al massimo la folle isteria contro il governo cinese per quello che veniva descritto come il massacro a sangue freddo di migliaia di studenti non violenti "pro-democrazia" che avevano occupato piazza Tiananmen per 7 settimane. L'isteria si basava su di una narrazione fittizia di quanto era successo quando il governo cinese aveva sgombrato la piazza dai manifestanti, il 4 giugno 1989.

Montecassino. Hanno distrutto inutilmente un’abbazia e violentato 2mila donne, ma noi li festeggiamo. Questa è l’Italia. A Montecassino hanno distrutto inutilmente l’abbazia, un monastero storico fondato nel 529 da san Benedetto da Norcia. In quella campagna (4 battaglie di Montecassino) hanno stuprato 2mila donne (almeno i dati accertati) e poi bimbe, e tanti uomini indifesi sono stati violentati ed impalati. Ma noi festeggiamo assieme al principino Harry. Ci limitiamo a riportare solo alcune notizie con relativa fonte: da WIKIPEDIA “Il termine marocchinate viene usato per indicare lo stupro di massa attuato dai goumier francesi, inquadrati nel corpo di spedizione francese in Italia (CEF), ai danni di alcune centinaia di persone di ambo i sessi e di tutte le età durante lacampagna d’Italia della seconda guerra mondiale, in particolare dopo la battaglia di Montecassino. […]