"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Senza categoria

di  Firas Samuri

Lo stato islamico si è effettivamente schiantato in Siria e le sue forze sconfitte sono state gradualmente distrutte dall’esercito arabo siriano (SAA). Nello stesso tempo, gli Stati Uniti hanno rifiutato di ritirare le proprie truppe dal territorio di uno stato sovrano e il Presidente Trump ha tentato di giustificare la presenza di forze USA  nel paese con il pretesto di combattere il terrorismo.

Inoltre, secondo le fonti del Washington Post, la Casa Bianca intende dividere la Siria istituendo un nuovo governo nel nord del paese al di fuori del controllo di Bashar Assad al fine di creare un esercito nord-siriano (antigovernativo) .
Per attuare questo piano, Washington continua ad usare i metodi collaudati di corruzione, ricatto, ogni tipo di pressione e propaganda fatta di informazioni falsificate.

Leggi tutto…

I tentativi del  Daesh (ISIS)  per ottenere un punto d’appoggio nella Striscia di Gaza sollevano la prospettiva che piccole cellule Daesh possano  prendere di mira e infiltrarsi nell’enclave governata da Hamas ed operare con attentati e omicidi, secondo quanto informa un rapporto della società di intelligence privata Soufan Group, il mercoledì.

Anche se Daesh è in fase di eclissi in Siria e in Iraq, la stessa organizzazione sta prosperando in una provincia autoproclamata nella vicina penisola del Sinai, afferma il rapporto.

Leggi tutto…

Il re Abdullah di Giordania, il 31 dicembre, si è proclamato solennemente ” Servo della Prima Qibla” e della Terza Santa Moschea, lanciando il guanto di una sfida religiosa per i governanti sauditi.
Alcune fonti riferiscono che il re di Giordania con questo gesto ha voluto sfidare il re saudita Salman e il principe ereditario Muhammad per aver abbandonato Gerusalemme, sito della Terza Moschea, sacra per i mussulmani, di fronte al riconoscimento del presidente Trump della città santa come capitale di Israele.

Il Re Abdullah ha enfatizzato questo punto, assestando una grande staffilata che evidenzia il suo ruolo, in cui ogni funzionario governativo, legislatore e ufficiale militare giordano lo ha visto esibirsi domenica. Il Re di Giordania esercitava il ruolo di custode dei luoghi sacri della Gerusalemme araba.

Leggi tutto…

di Robert L. Anderson

Kim avverte gli Stati Uniti che “il pulsante per lancio nucleare è sulla sua scrivania”
Tuttavia il leader nord-coreano afferma di essere “aperto al dialogo”, nonostante l’invio di minacce durante il suo discorso di Capodanno.
Kim Jong-un ha avvertito gli Stati Uniti che il “pulsante di lancio” per l’arsenale nucleare della Corea del Nord è sempre a portata di mano. Tuttavia, nel suo tradizionale discorso di Capodanno, ha anche offerto un potenziale ramoscello d’ulivo quando ha suggerito di essere “aperto al dialogo” con la Corea del Sud.

Passando dalla retorica alla riconciliazione, il leader nord-coreano ha sottolineato che l’ intero territorio degli Stati Uniti si trova all’interno della sua portata nucleare.

Leggi tutto…

E’ possibile che varie persone siano rimaste sorprese nell’apprendere che il Guatemala, unico paese in Centro America, abbia seguito fedelmente la decisione di Trump di trasferire la capitale di Israele nella Gerusalemme occupata e si siano domandati quale sia stato il motivo di questo. Come anche è facile  presupporre che la causa sia stata il servilismo verso gli Stati Uniti, cosa che è sicura; tuttavia manca conoscere un altro aspetto importante: il servilismo verso Israele, un paese la cui presenza in Centro America è un segreto solo per chi non lo sa.

Già dagli anni ottanta, in piena voragine criminale dei golpisti centroamericani, Israele è intervenuta attivamente in tutte e in ciascuno dei massacri e dei crimini che si sono commessi, specialmente in Guatemala.

Leggi tutto…

Nel corso dei combattimenti che si stanno realizzando per il possesso della zona di Mazraat Beit Yinn, nel Guta occidentale, i soldati dell’Esercito siriano impegnati nelle operazioni hanno trovato razioni alimentari e rifornimenti di marca israeliana sui corpi dei terroristi di Al Qaeda (Al Nusra) uccisi durante le operazioni.

Le forze siriane ed i combattenti dell’Esercito di Difesa nazionale hanno trovato un gran numero di razioni alimentari prodotte in Israele, come ha segnalato l’agenzia Mashregh News.
Secondo l’informativa, questi pacchetti sono utilizzati normalmente dall’Esercito israeliano e le istruzioni con le indicazioni nutrizionali sono scritte in ebraico.

Leggi tutto…

Le Chiese Cristiane della Palestina: La decisione di Trump su Gerusalemme è un insulto ai cristiani di tutto il mondo

I leaders cristiani della Palestina hanno qualificato come “pericolosa” e “insultante” la decisione del presidente statunitense, Donald Trump, di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.
“Noi, palestinesi, cristiani e mussulmani, respingiamo il riconoscimento statunitense di Gerusalemme di Gerusalemme come capitale di Israele”, lo ha dichiarato Atallah Hanna, arcivescovo della Chiesa Ortodossa Greca di Gerusalemme, nel corso di una conferenza stampa nella città cisgiordana di Betlemme .

Leggi tutto…

di Luciano Lago

La sinistra mondialista ed il PD in particolare sono quei soggetti politici che hanno fatto entrare il mercato e il grande Capitale Finanziario come unico dominus nel sistema, supremo regolatore ed entità a cui tutto deve essere sacrificato: i diritti sociali, le difese del lavoro, le leggi per la cittadinanza, la sopravvivenza delle piccole imprese, le risorse nazionali e l’agricolura nazionale, l’artigianato tradizionale e quant’altro risulti incompatibile con il nuovo sistema dei mercati aperti e della globalizzazione.

Gli attuali responsabili di governo e del Partito sono gli stessi soggetti che si sono collegati ai mostri sacri della finanza mondiale da cui dipendono in toto per qualsiasi scelta politica di governo.

Leggi tutto…

BIROBIDZHAN, Russia – Il servizio stampa del distretto militare orientale ha informato martedì che è stata scoperta una placca per onorare la memoria di due infermiere russe che sono state uccise nel nord della Siria.

La targa è ambientata nel college di Birobidzhan, nella regione autonoma ebraica dell’Estremo Oriente russo dove le due infermiere, Galina Mikhailova e Galina Durachenko, avevano studiato prima di essere uccise ad Aleppo.

Leggi tutto…

Ankara, 5 dic. –Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha avvertito il suo omologo statunitense Donald Trump che lo status di “Gerusalemme (Al Quds per i mussulmani)  è la linea rossa per i musulmani”. L’inquilino della Casa Bianca sta  studiando se spostare l’ambasciata americana in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme.

Erdogan ha fatto un discorso sulla TV turca in cui ha ribadito che Gerusalemme è una linea rossa per il mondo mussulmano e, qualora Trump dovesse decidere di spostare a Gerusalemme la sede diplomatica, il premier turco ha minacciato di rompere le sue relazioni diplomatiche con Israele e di rivedere i rapporti con  Washington.

Recepit Erdogan

I palestinesi considerano la parte orientale di Gerusalemme come la capitale del loro futuro Stato. La comunità internazionale ha negato la sovranità israeliana sulla zona dopo l’occupazione militare avvenuta a seguito dell guerra del 1967.

Vedi: 151 Stati chiedono il mantenimento dello status quo di Gerusalemme