Proteste Anti NATO

Il parlamento irlandese voterà la prossima settimana l’espulsione dell’ambasciatore israeliano a Dublino per non aver fermato il genocidio

Mercoledì i socialdemocratici presenteranno una mozione per espellere l’ambasciatore israeliano a Dublino, Dana Erlich, “considerato il fallimento di Israele nel porre fine agli attacchi deliberati contro civili, giornalisti, personale delle Nazioni Unite e operatori sanitari”.

Anche se i socialdemocratici detengono solo sei dei 160 seggi nel Dáil Éireann [il nome ufficiale del parlamento irlandese], diversi altri partiti di sinistra hanno espresso sostegno alla revoca dello status diplomatico di Erlich.

Anche il partito Sinn Féin, insieme al Fianna Fáil di centrodestra, ha chiesto l’espulsione di Erlich, anche se ha spiegato che presenterà una propria mozione che, al suo posto, chiede il deferimento di Israele alla Corte penale internazionale .

L’Irlanda, dove molte persone vedono parallelismi tra la causa palestinese e la lotta per l’indipendenza dalla Gran Bretagna, ha avuto rapporti tesi con Israele.

Parlamento Irlandese

Il primo ministro irlandese Leo Varadkar ha sostenuto il diritto di Israele a difendersi, ma ha espresso preoccupazione per il fatto che il bombardamento di Gaza equivalga a una “punizione collettiva” e ” qualcosa di più simile a una vendetta”.

A sua volta, il presidente del paese, Michael D. Higgins, il cui ruolo è in gran parte cerimoniale, è stato particolarmente critico nei confronti di Israele, accusandolo di ridurre a “brandelli” il diritto internazionale relativo alla protezione dei civili.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM