Olanda


La polizia olandese ha sparato colpi di avvertimento, ferendo diverse persone, dopo che i rivoltosi contro un parziale blocco del Covid hanno incendiato un’auto della polizia e lanciato pietre venerdì a Rotterdam.

Il caos è scoppiato dopo una protesta nella città portuale contro le restrizioni del coronavirus e i piani del governo di limitare l’accesso ad alcuni luoghi per le persone non vaccinate.

Decine di persone sono state arrestate e sette persone sono rimaste ferite in totale, compresi agenti di polizia, durante la furia notturna in una delle principali vie dello shopping di Rotterdam.

I Paesi Bassi sono tornati al primo blocco parziale dell’inverno dell’Europa occidentale sabato scorso con almeno tre settimane di restrizioni su ristoranti, negozi e sport.
Il sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb ha descritto i disordini come “un’orgia di violenza”.
“La polizia ha sentito il bisogno di estrarre un’arma della polizia alla fine per difendersi”, ha detto ai giornalisti.

La polizia ha dichiarato in una dichiarazione che la manifestazione iniziata in strada Coolsingel “ha provocato rivolte. Sono stati appiccato incendi in diversi luoghi. Sono stati fatti esplodere fuochi d’artificio e la polizia ha sparato diversi colpi di avvertimento”.

“Ci sono feriti legati ai colpi sparati”, hanno aggiunto. Non hanno dato un numero, ma l’emittente pubblica NOS ha detto che due persone sono rimaste ferite.

I media olandesi hanno affermato che diverse centinaia di manifestanti hanno gridato slogan tra cui “libertà”, poi hanno lanciato pietre contro polizia e vigili del fuoco e dato fuoco a diversi scooter elettrici.
La polizia antisommossa con scudi e manganelli stava allontanando gruppi di persone dalla zona. Ufficiali a cavallo e su furgoni della polizia pattugliavano le strade.

La polizia ha anche isolato diverse scene per cercare prove, con impronte visibili a terra su alcune di esse.

“La maggior parte dei manifestanti se ne è andata. Rimangono solo pochi gruppi in pochi luoghi”, ha detto il portavoce della polizia Jesse Brobbel.

La polizia olandese ha affermato che unità da tutto il paese sono state portate per “ristabilire l’ordine” a Rotterdam.

“Ora sono stati effettuati dozzine di arresti, si prevede che ne seguiranno altri. Circa sette persone sono rimaste ferite, anche da parte della polizia”, ​​si legge in una dichiarazione della polizia.

Le autorità di Rotterdam hanno emesso un ordine di emergenza che vietava alle persone di radunarsi nell’area “per mantenere l’ordine pubblico”, mentre la sua stazione ferroviaria principale era chiusa.

“Si tratta di una situazione molto grave che richiede un’azione con la massima priorità”, ha affermato l’ordinanza di emergenza del comune di Rotterdam.

La tensione sarà ora alta in vista delle manifestazioni programmate ad Amsterdam e nella città meridionale di Breda sabato. I media locali affermano che dovrebbero partecipare migliaia di persone.

Come gran parte del resto d’Europa, i Paesi Bassi hanno visto i casi di Covid salire a livelli record negli ultimi giorni, con oltre 21.000 nuove infezioni segnalate venerdì.

Le ultime restrizioni sono state annunciate il 12 novembre

A gennaio i Paesi Bassi hanno subito i peggiori disordini degli ultimi quattro decenni, anche a Rotterdam, dopo l’entrata in vigore del coprifuoco notturno per il Covid.

Ma la misura più controversa potrebbe ancora arrivare.

Il governo olandese sta valutando di escludere i non vaccinati da bar e ristoranti – la cosiddetta opzione 2G – limitando l’ingresso alle persone che sono state vaccinate o che si sono riprese dalla malattia.

Tuttavia c’è stata una significativa opposizione al piano durante un dibattito in parlamento questa settimana.

Misure simili sono già state prese nella vicina Germania, mentre l’Austria inizialmente lo ha fatto, ma ora è entrata in blocco completo.

Venerdì scorso, il governo olandese ha bandito i tradizionali fuochi d’artificio a Capodanno per il secondo anno consecutivo “per evitare un onere aggiuntivo per gli operatori sanitari”, ha affermato il governo. (AFP)

Nota: La rivolta contro le misure di limitazione della libertà cresce in tutta Europa.

Fonte: https://news.rthk.hk/rthk/en/component/k2/1620693-20211120.htm

Traduzione: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM