"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Nuovo Ordine Mondiale

Le prospettive create dal prossimo vertice di Helsinki tra i presidenti di Russia e Stati Uniti, la formazione di un mondo multipolare, i conflitti in Medio Oriente e le complicate relazioni tra Russia e Occidente erano state le tematiche chiave affrontate dal cancelliere russo, Serguéi Lavrov, nel corso di una intervista con il canale 4 della TV britannica.

Nelle dichiarazioni al media britannico, il ministro russo degli Esteri ha segnalato che l’imposizione di nuovi dazi commerciali e sanzioni economiche su determinati paesi rispondono ad uno sforzo di impedire la formazione di un nuovo ordine mondiale, che ha denominato “postoccidentale”.

Secondo qunto detto, “oggi stiamo vivendo in un mondo post occidentale, che non ha ancora terminato di formarsi e che è di fatto una nuova fase storica”.

Leggi tutto…

Traduzione dell’intervista rilasciata al portale geopolitico greco Geopolitics & Daily News

Q1. Dr. Dugin, negli ultimi anni abbiamo assistito a una crescente tensione tra le relazioni USA, UE e Russia. Alcuni dicono che ciò ricorda “l’era della guerra fredda”. Condividi la stessa opinione o c’è qualcosa di più?

La guerra fredda è stato il confronto tra due campi ideologici. Ora non c’è più una chiara distinzione nel campo dell’ideologia, piuttosto tra due versioni della stessa democrazia liberale – avanzata nel caso degli USA e dell’UE e conservatrice nel caso della Russia.

Quindi presumiamo che di dovrebbe ridurre notevolmente la tensione. Ma non è questo il caso. Quindi dobbiamo cercare la ragione di tali crescenti tensioni in altri campi oltre all’ideologia. La più probabile delle ragioni della “nuova guerra fredda” è questa volta la geopolitica.

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

Il declino dell’egemonia unipolare USA spinge l’Europa a riposizionarsi nel nuovo contesto globale
Attualmente sullo scenario internazionale stiamo assistendo ad un processo di transizione che porta ad una trasformazione sostanziale degli equilibri mondiali. Il cambiamente riguarda il fallimento del vecchio progetto di Nuovo Ordine Mondiale basato su un dominio unipolare degli Stati Uniti sostituito oggi con l’assetto di un mondo multipolare policentrico dove la Russia e la Cina competono apertamente con gli Stati Uniti per l’egemonia globale.

In pratica tutti gli avvenimenti di ordine internazionale, sia sul piano geopolitico che su quello geofinanziario, hanno a che fare, in un modo o nell’altro, con questa competizione di potere.

Leggi tutto…

In questi tempi economici senza precedenti, il mondo sta vivendo nel suo insieme ciò che la maggior parte dei cosiddetti paesi “in via di sviluppo” hanno vissuto negli ultimi decenni. Per un esame dettagliato delle complessità del panorama politico-economico globale e dei giocatori di potere al suo interno, leggere:

La globalizzazione della povertà e il nuovo ordine mondiale
di Michel Chossudovsky

Michel Chossudovsky conduce il lettore attraverso un esame di come la Banca Mondiale e il Fondo monetario internazionale siano stati i maggiori fornitori di povertà in tutto il mondo, nonostante le loro affermazioni retoriche sull’opposto. Queste istituzioni, che rappresentano le potenti nazioni occidentali e gli interessi finanziari che le dominano, diffondono l’apartheid sociale in tutto il mondo, sfruttando sia le persone che le risorse della stragrande maggioranza della popolazione mondiale.

Come Chossudovsky esamina in questa edizione aggiornata, spesso i programmi di queste istituzioni finanziarie internazionali vanno di pari passo con operazioni segrete militari e di intelligence intraprese da potenti nazioni occidentali con l’obiettivo di destabilizzare, controllare, distruggere e dominare nazioni e persone, come nei casi di Ruanda e Jugoslavia.

Per comprendere il ruolo che queste organizzazioni internazionali svolgono oggi, essendo spinte in prima linea e dotate di un potere e una portata senza precedenti come mai prima d’ora per gestire la crisi economica globale, è necessario capire da dove sono venute. Questo libro fornisce un esame dettagliato, esplorativo, leggibile e sfaccettato di queste istituzioni e attori come agenti del “Nuovo Ordine Mondiale”, per il quale avanzano la “Globalizzazione della Povertà”.

Vedi anche: Globalizzazione e Nuovo Ordine Mondiale

di Luciano Lago

Se dovessimo ricercare una definizione sintetica per cosa si intenda per “Ordine Globale” e potere finanziario, non sarebbe sbagliato andare a ricercare quanto scritto da acuni studiosi e teorici statunitensi, fra cui spicca per le sue teorie, scritte intorno agli anni ’60, Carroll Quigley.

Questi, che era uno docente e studioso statunitense appartenente al circolo dei consiglieri di Washington, nella sua opera “Tragedia e Speranza”, aveva scritto allora che “...Il potere del Capitalismo finanziario ha un obiettivo trascendentale che è quello di creare un sistema di controllo finanziario globale in mano ad una elite in grado di dominare il sistema politico di ogni paese e l’economia mondiale come un tutto unico”.

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

Quello che avviene in Medio Oriente in questi giorni possiamo considerarlo il sinistro presagio del disfacimento dell’Impero USA che sta rimanendo invischiato nelle sue stesse contraddizioni dovute alla politica del caos seguita fino ad oggi dalle amministrazioni di Washington.

Non era mai accaduto che due paesi della NATO di trovassero in una guerra contrapposta su uno stesso teatro e questo oggi si sta verificando sotto gli occhi di tutti: gli USA si sono impantanati nelle sabbie mobili della Siria e da un momento all’altro rischiano di entrare in conflitto con il loro principale alleato del fronte sud, la Turchia.

Leggi tutto…

Erik Prince, il fondatore dell’organizzazione mercenaria USA Blackwater , colui che ha commesso molti crimini di guerra in Iraq e altrove, la stessa  organizzazione che ha cambiato nome diverse volte, prima a Xe e ora ad Academi, è stato presumibilmente ricercato per riciclaggio di denaro sporco, intelligence con una potenza straniera (Cina) e fornitura illegale di servizi di operazioni mercenarie.

Tutto questo è solo un altro fatto sconcertante in quanto è assolutamente chiaro che Prince sta realizzando, come ex militare, la creazione di una vasta società privata di intelligence paramilitare e transnazionale: The Frontier Services Group o FSG, una società registrata ad Hong Kong e associata al gruppo cinese CITIC.

Leggi tutto…

Si sapeva ormai da anni che la posizione del Papa Bergoglio era perfettamentne allineata al fronte dell’universalismo globalista che propugna la dissoluzione degli Stati Nazionali e delle culture autoctone per “accogliere ed integrare” migranti da tutto il mondo al fine di costituire un “mondo nuovo” multiculturale senza barriere e senza confini. Una visione molto discutibile sul piano pratico ma che la nuova Chiesa di Bergoglio coltiva come un obiettivo non soltanto di carattere religioso ma anche politico.

La conferma ulteriore di questa “mission” del Papa Bergoglio si è avuta in occasione della festa del Santo Natale: la festa del Natale viene vista dal Papa argentino non come la nascita di Gesù redentore con il suo messaggio carico i significato per l’umanità intera ma come l’occasione di un comizio politico sull’immigrazione.

Leggi tutto…

Mentre le Nazioni europee ancora piangono le loro vittime per gli attentati terroristici e si preparano per la prossima imminente nuova ondata di attacchi, il presidente Vladimir Putin avverte che il “Nuovo Ordine Mondiale” si trova nella sua fase finale del suo “piano maestro di 70 anni per l’Europa”.

“Il Nuovo Ordine Mondiale ha collocato nidi di vipere nei vostri paesi”, ha detto Putin ad un gruppo di turisti venuti in visita al Cremlino. “E adesso le stanno aizzando”.
Con la Francia in stato di emergenza, il Regno Unito sotto legge marziale e con migliaia di militari che pattugliano le strade, la Germania e la Svezia che subiscono un collasso della legge e dell’ordine in riferimento alle masse di migranti entrati in quei paesi, è difficile metter in questione quello che dice Putin.

Leggi tutto…

di  F. William Engdahl (*)

L’8 novembre il grande gruppo minerario russo Norilsk Nickel ha annunciato di aver iniziato le operazioni in un nuovo impianto di estrazione e lavorazione di Bystrinsky all’avanguardia nella provincia russa di Zabaykalsky Krai. La cosa notevole del progetto è la partecipazione diretta della Cina, così come il fatto che quattro anni fa le enormi riserve di rame, oro e magnetite di Bystrinsky erano inaccessibili a qualsiasi mercato e del tutto non sfruttate.

È un esempio della trasformazione dell’intera geografia economica dell’Eurasia che sta crescendo a seguito della stretta cooperazione della Russia con la Cina e in particolare con la “China Belt Road Initiative”, in precedenza nota come New Economic Silk Road.

Leggi tutto…