di Caitlin JohnstoneI propagandisti lavorano così duramente per fabbricare il nostro consenso per lo status quo, anche se sempre più persone, comprese quelle estremamente influenti, iniziano a chiedersi se siamo stati deliberatamente ingannati su tutto.Silicon Valley sta lavorando di più e più apertamente in collaborazione...

di Lorenzo Merlo La messe di controinformazione, meglio, di giornalismo dal basso, internazionalmente e nazionalmente disponibile, fatto salvo poche e rare eccezioni, è stata ignorata dai grandi media d’informazione. L’informazione filogovernativa si è autoproclamata la sola attendibile. Lo stimolo al dibattito che sarebbe potuto...

Nell'epoca della manipolazione mentale, del controllo sociale di massa e dei sistemi di psico-propaganda, adottati dalle elite di potere, potrebbe tornare utile rileggere quello che scriveva Günther Anders alcuni decenni fa. Potrebbe essere una previsione o, meglio una premonizione. Era il 1956 quando il filosofo ebreo...

di Hannibal Genseric. C'è un famoso esempio di Derren Brown che usa la Programmazione Neurolinguistica ("PNL") per influenzare la scelta di un regalo da parte di Simon Pegg. Brown è un noto illusionista, mentalista, ipnoterapeuta e autore britannico . Basato sullo scenario - "Immagina, invece di cercare...

di Caitlin Johnstone. La cosa più incredibile dell'amministrazione Biden è il fatto che questa si faccia carico della censura della "disinformazione" sui social media, mentre risulta dai fatti che gli Stati Uniti sono il fulcro di un impero globale che si basa sulla disinformazione, sulla manipolazione...

di Stephen LendmanIl cosiddetto World Economic Forum (WEF) è un gruppo di facciata statunitense/occidentale con partner complici per distruggere ciò che resta delle società libere e aperte in tutto il mondo. Definirsi "un'organizzazione internazionale indipendente impegnata a migliorare lo stato del mondo coinvolgendo i leader in...

Un attacco alla libertà di informazione sulla rete parte dagli USA e si estende a livello internazionale.Le autorità statunitensi hanno posto sotto sequestro i siti web dei canali arabi, iraniani, yemeniti e della resistenza palestinese, incluso i siti delle agenzie press dello Yemen e dell'Iraq....