Lobby Sionista

di Luciano Lago
L'”ordine mondiale basato sulle regole”, oltre “la difesa dei diritti umani” e le altre chiacchiere retoriche di Biden e dei suoi funzionari, lasciano il tempo che trovano e gli USA sono di fronte al mondo i primi complici dei massacri di bambini e della popolazione civile in Palestina, a Gaza come in Cisgiordania.
D’altra parte nessuno ha il coraggio di sfidare Israele e la sua potente lobby interna negli States alla vigilia delle elezioni presidenziali. Sarebbe un suicidio politico.

Questo spiega lo sprezzante commento fatto da Biden sulla condanna della Corte di Giustizia Internazionale contro Israele. Le sentenze della Corte di Giustizia valgono per gli altri ma non per loro e per la loro creatura prediletta, lo stato sionista.
L’ipocrisia della elite di potere statunitense si manifesta davanti agli occhi del mondo anche nella dura repressione attuata dalla polizia USA contro i manifestanti in protesta. Questo non avviene in Iran o in Russia, questa avviene negli Stati Uniti, la “democrazia modello”.

Nonostante arrivino alle orecchie di Biden voci critiche dall’ala progressista del suo partito per denunciare con più forza le azioni di “Israele” a Gaza, c’è una forte riluttanza a farlo a causa delle preoccupazioni per la significativa “influenza ebraica” e i calcoli politici, secondo vari osservatori.
Vari consiglieri della Casa Bianca hanno avvertito che intraprendere un’azione del genere (criticare Israele) sconvolgerebbe “l’enorme e potente influenza della lobby ebraica nella politica repubblicana e democratica”, portando potenzialmente a una dannosa campagna diffamatoria contro Biden prima delle prossime elezioni presidenziali di novembre.

Uno dei consiglieri, dietro ha anonimato, ha confessato, che esiste un’enorme, potente influenza ebraica nella politica repubblicana e democratica e l’amministrazione sta sicuramente affrontando un dilemma .. Sai, schierarsi o simili posizioni, essere attivi come alcune delle fazioni liberali democratiche più progressiste richiedono … e poi perdere la prossima amministrazione a causa di questo”, ha ulteriormente evidenziato. Meglio continuare a fornire bombe e altre armi a Israele e fare come se nulla fosse. “Business is usual”.

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM