APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

Islam ed Europa

di Denis Churilov

Le persone di questi tempi tendono a confondere molto l’Islam e l’islamismo Ogni volta che parliamo di violenza organizzata ispirata alla religione, è importante fare una chiara distinzione tra l’Islam convenzionale e le sette islamiche radicali.

Risulta anche cruciale capire i concetti teologici di base che facilitano il fenomeno noto come terrorismo islamico e poter vedere i più ampi fattori geopolitici che favoriscono l’estremismo religioso violento.

Leggi tutto…

di Lupo Glori

In Svezia, ancora una volta, l’Islam è sulle prime pagine dei quotidiani e dei principali organi di informazione. A far parlare di sé, nel paese europeo che più di ogni altro ha “osato” nel processo di accoglienza ed “integrazione” della religione islamica, questa volta non sono i fatti di cronaca, ma gli allarmanti risultati emersi da un recente studio sulla diffusione del salafismo all’interno del paese, condotto dai ricercatori della Swedish Defense University, che hanno confermato il drammatico stato di radicalizzazione dei musulmani in Svezia.

Leggi tutto…

Secondo fonti di stampa francese, un uomo armato avrebbe preso alcuni ostaggi, tra cui una donna incinta, nel decimo arrondissment, nel pieno centro di Parigi. Le forze speciali sarebbero già sul posto e avrebbero isolato l’intero quartiere.
Pochi giorni fa il Governo austriaco aveva decretato la chiusura di 7 moschee e l’espulsione di alcuni imam, in quanto accusati di violare la legge austriaca riguardo alla prediczione dell’Islam radicale. Come preannunciato è stata poi confermata l’espulsione di una quarantina di imam dell’Atib, Unione turco-islamica, per la collaborazione culturale e sociale in Austria, a cui è stato ritirato il permesso di soggiorno.

Leggi tutto…

di   Lupo Glori

L’Europa mette in vendita la sua secolare e gloriosa storia cristiana al miglior offerente, non importa se in molti casi islamico. A mettere in luce tale desolante deriva è una recente inchiesta, a cura di Roberto Scarcella, pubblicata sul La Stampa dell’11 dicembre 2017, che riporta quella che è la drammatica tendenza in corso nei diversi paesi europei, dove da tempo si assiste ad un lenta ma inesorabile svendita dei luoghi santi della cristianità che in diverse occasioni sono finiti nella mani della concorrenza diretta, rappresentata dalla religione islamica.

Tale processo di sostituzione in realtà ha radici remote, quando l’Islam non faceva ancora paura ed erano in pochissimi, additati come bigotti integralisti, a mettere in guardia circa i rischi di erigere moschee islamiche nel cuore dell’Europa, per il fatto di non essere dei semplici luoghi di culto, quanto dei veri e propri centri di propaganda politica e di diffusione del messaggio di conquista islamico.

Leggi tutto…

di  Rodolfo de Mattei

Risolvere i problemi dei paesi in via di sviluppo, attraverso la promozione e l’imposizione dell’imprescindibile e onnipresente agenda gender: questa è la “brillante” soluzione proposta dall’Unione Europea.

L’EuropeAid-Co-operation Office, direzione alle dirette dipendenze della Commissione europea, responsabile della messa in atto di programmi e progetti di aiuto internazionale, lo scorso 17 agosto, ha infatti pubblicato il bando “Promoting Gender Equality and Women’s and Girls’ empowerment in developing countries”, un progetto che si inserisce all’interno del programma Beni pubblici e sfide globali (GPGC) per la prevenzione della violenza a sfondo sessuale nei confronti di donne e ragazze.

Leggi tutto…

di  Fabio De Maio

Notiamo come buona parte dell’attenzione dei media in questi giorni sia stata monopolizzata dal velo indossato dal commissario Europeo Mogherini durante una visita di Stato in Iran, il gesto dell’Alto rappresentante UE ha attirato critiche di partiti ed associazioni ,da sinistra a destra(un altro segnale che queste definizioni sono sempre meno rappresentative delle grandi dialettiche e dei cambiamenti profondi in atto nella nostra realtà).

La Mogherini é stata accusata di aver compiuto un “gesto di sottomissione rispetto al ruolo della donna e rispetto ai valori occidentali”(citiamo una sintesi di varie dichiarazioni).

Leggi tutto…

La sinistra mondialista sta trasformando Londra in una nuova Baghdad”, questa non è una dichiarazione di un leader populista di estrema destra ma è quanto afferma un esponente mussulmano, l’Iman Tawhidi, il quale ha anche aggiunto che le autorità britanniche (come di altri paesi europei) stanno permettendo che “il terrorismo cresca all’ombra delle democrazie occidentali”, dopo il nuovo attentato di Londra che è costato la vita ad almeno 7 persone e che ha lasciato a terra decine di feriti.

Leggi tutto…

di   Luciano Lago

Il Re del Marocco, Hassan II, nel 1993 rilasciò una intervista ad una rete TV francese che, riletta oggi, ha un significato premonitore di quanto accade attualmente in Europa:

-Intervistatrice: Lei sarebbe favorevole a che i mussulmani possano integrarsi in Francia? Lei è a favore o è contrario al principio di integrazione?

-Hassan II: io non vorrei in alcun modo che queste persone siano oggetto di un tentativo di integrazione, visto che non potranno mai integrarsi.

– Lei ritiene che essi (i mussulmani) non vorranno integrarsi o saranno i francesi che li rifiuteranno?

-Loro non potranno mai integrarsi. Sarebbe possibile l’integrazione fra gli europei, visto che il loro mondo è il medesimo la loro religione, i loro costumi, ecc.. I movimenti migratori europei lungo la Storia sono stati tra l’est e l’ovest. Questo movimento invece oggi si verifica tra continenti (Europa ed Africa) e non c’è niente da fare: loro saranno cattivi francesi.

Leggi tutto…

Come molti già sanno, nelle ultime ore della giornata di ieri sono stati pubblicati in rete una serie di documenti riservati sulla campagna elettorale del candidato alla presidenza francese Emmanuel Macron.
Come ci si poteva aspettare, nella terra della “Libertà, Uguaglianza e Fraternità”, la Commissione Nazionale per il Controllo della Campagna Elettorale ha proibito la pubblicazione di questi documenti nei media ufficiali.
Pirati informatici hanno tuttavia pubblicato in rete un grande archivio di documenti sulla campagna elettorale del candidato Macron.

La filtrazione di questi documenti è avvenuta negli ultimi minuti del Venerdì, prima dell’inizio della giornata di riflessione, in vista delle votazioni per il secondo turno delle presidenziali in svolgimento Domenica in cui Macron andrà a confrontarsi con la Marine Le Pen.

Leggi tutto…

Il Wahabismo, grazie ai dollari del petrolio, e alla sudditanza occidentale, si diffonde ovunque. E non è un movimento pacifico.

di Fulvio Scaglione

Gli abitanti di Helsinki avevano visto i cortei anti-migranti dei gruppi neo-nazisti. Ora, invece, fanno conti con una protesta nuova, che anche noi dovremmo seguire con attenzione. È quella contro il progetto chiamato “Centro Oasi”, che nella periferia industriale della città vorrebbe far sorgere una moschea capace di accogliere 1.200 fedeli, un centro culturale e una serie di giardini e locali comunitari. Un gigante, considerato che l’intera comunità islamica della Finlandia conta al più 70 mila persone (tra le quali molti somali, turchi e albanesi).

Leggi tutto…