Intelligence e servizi segreti

Durante un’audizione davanti al Comitato per i servizi armati del Senato degli Stati Uniti, Haynes ha affermato che la Cina “cerca di minare” l’influenza degli Stati Uniti, osservando che i leader cinesi “stanno aumentando i loro investimenti nell’esercito e ampliando l’arsenale nucleare del loro paese”.
Inoltre ha dichiarato che gli avversari degli Stati Uniti come la Cina e la Russia avrebbero quasi certamente approfittato di un default del debito USA per proiettare il caos del paese nel resto del mondo.

“In generale, sia la Russia che la Cina cercherebbero di percepire – narrare – attraverso operazioni di informazione un evento come la dimostrazione del caos all’interno degli Stati Uniti, che non siamo in grado di funzionare come una democrazia e i problemi di governance ad esso associati. Loro l’hanno fatto su una serie di cose.”- Haines a un’audizione della commissione per le forze armate del Senato
La stessa ha detto a una giuria del Senato che è “quasi una certezza” che la Cina e la Russia userebbero un default del debito degli Stati Uniti per dimostrare il “caos” negli Stati Uniti.
Ha anche definito la recente fuga di documenti riservati del Pentagono “semplicemente inaccettabile a tutti i livelli”.

La Haines, testimoniando in un’udienza sulle minacce mondiali, ha osservato di non essere a conoscenza delle informazioni che i paesi stanno attualmente pianificando per un default, ma ha notato che la comunità dell’intelligence ha previsto un impatto globale: “Quasi certamente creerebbe incertezza globale sul valore degli Stati Uniti dollaro e istituzioni e leadership statunitensi, che portano alla volatilità e nei mercati valutari e finanziari e nei mercati delle materie prime che hanno un prezzo in dollari “.
Per quanto riguarda la guerra in Ucraina, il funzionario statunitense ha confermato che “l’Ucraina fa molto affidamento su accurati aiuti militari stranieri”, sottolineando che “è probabile che Kiev non sarà in grado di affrontare i vantaggi della forza lavoro e delle risorse naturali della Russia se la maggior parte degli aiuti militari occidentali si interrompesse”.

Ha osservato che la valutazione di Washington è che il presidente russo Vladimir Putin “molto probabilmente conta il tempo dalla sua parte”, osservando che “prolungare la guerra potrebbe essere il miglior percorso rimanente per garantire alla fine gli interessi strategici della Russia in Ucraina”.

Inoltre, Haynes ha aggiunto: “Siamo stati chiari nella comunità dell’intelligence sul fatto che non siamo in grado di raccogliere tante informazioni oggi come lo eravamo quando le forze statunitensi erano in Afghanistan”.

A sua volta, il capo della US Defense Intelligence Agency, Scott Perrier, ha sottolineato che “la Cina rappresenta la nostra sfida in accelerazione e la nostra massima priorità”.

Intelligence USA Haines

“Pechino sta espandendo la sua influenza globale e intensificando la sua campagna di pressione su più fronti contro Taiwan, come notato dal forte aumento della retorica e dell’attività militare nell’ultimo anno”, ha osservato Perrier.

Ha anche sottolineato che il Partito comunista cinese “cerca che Pechino faccia maggiori progressi nella modernizzazione militare e negli obiettivi operativi che sfideranno gli Stati Uniti nel prossimo anno e oltre”.

Per quanto riguarda la Russia, ha chiarito che “rappresenta ancora una minaccia esistenziale con il suo arsenale nucleare”, osservando che “le forze nucleari strategiche della Russia non sono state testate in larga misura durante la guerra in Ucraina”.

Fonti: Politico + Agenzie

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM