"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Ideologia Gender

40 SCUOLE SECONDARIE NEL REGNO UNITO BANDISCONO LE GONNE IN FAVORE DELLE OPZIONI per il “GENERE NEUTRO”
Almeno 40 scuole secondarie nel Regno Unito hanno vietato alle ragazze di indossare le gonne a favore di opzioni “neutralità di genere”, secondo i media britannici che hanno citato un’analisi delle politiche per le uniformi scolastiche in tutto il paese.

Secondo i media britannici, altre scuole stanno ora considerando di imporre uniformi “neutrali come genere”, che sono più inclusive per gli alunni transgender in modo che questi ultimi non si sentano discriminati.

Leggi tutto…

Il penultimo attacco alla famiglia di Trudeau premier del Canada: legalizzare la Marihuana per i bambini di 12 anni.

Il primo ministro del Canada ha annunciato che avrebbe legalizzato la Cannabis per i bambini di 12 anni con finalità “ricreative”. Tuttavia il suo progetto non finisce qui e si estenderà ai più piccoli permettendo ai bambini di 11 anni di possedere e condividere liberamente fino a cinque grammi di marihuana.

Leggi tutto…

di Rodolfo de Mattei

La Chiesa Evangelica Luterana di Svezia, la principale religione professata nel paese che con i suoi circa 6 milioni di fedeli rappresenta la Chiesa luterana più numerosa al mondo, ha invitato i propri seguaci ad utilizzare un linguaggio neutro quando ci si riferisce a Dio.

Il suo primate, la sacerdotessa Antje Jackelén, intervistata dall’agenzia di stampa svedese TT, ha motivato la rivoluzionaria decisione sottolineando la necessità di adattarsi al nuovo verbo globale del gender per il quale rappresenterebbe una discriminazione, nei confronti delle donne, rivolgersi al “Signore” in termini unicamente maschili:

Leggi tutto…

di   Rodolfo de Mattei

Nell’odierna era della comunicazione l’informazione è una merce preziosa, rivestendo un ruolo delicato e fondamentale ai fini della costruzione e della conquista del necessario consenso politico. A tale riguardo, uno degli obiettivi primari delle lobbies e dei principali attori impegnati nell’arena politica è quello di facilitare e “addomesticare” tale processo, promuovendo un discorso “politicamente corretto”, ossia ideologicamente “sterilizzato”, il più possibile allineato a quelli che sono i particolari obiettivi dell’azione politica.

In tale scenario, tuttavia, se lo spazio “reale” è saldamente in mano ai cani da guardia del “politically correct”, sempre pronti ad azzannare ed aggredire chiunque si azzardi a dissentire o ad avanzare dubbi riguardo la bontà e veridicità del programma o della proposta politica di turno, non è cosi per lospazio “virtuale” dove le infinite maglie della rete rendono molto più difficile mettere la museruola alle tante contro voci provenienti dalla vasta galassia di siti internet, social network, forum e community varie.

Leggi tutto…

Il presidente del Comitato Difendiamo i Nostri Figli lamenta l’assenza di contraddittorio sulla TV pubblica e lancia un appello al mondo politico: “Al momento del voto ce ne ricorderemo!

La messa in onda su Rai Tre, in prima serata e nella fascia di maggiore ascolto, del programma Stato Civile, ha suscitato lo sconcerto e la protesta del Comitato Difendiamo i Nostri Figli (CDNF). Secondo il presidente del Comitato, Massimo Gandolfini, si tratta di “un’operazione culturale a favore delle unioni omosessuali e dell’omogenitorialità (senza alcuno scrupolo nell’utilizzo strumentale di bambini e minori), priva di alcun contraddittorio e con il sapore di una vera e propria colonizzazione ideologica”.

Leggi tutto…