Il movimento iracheno Hezbollah-al-Nuyaba promette di continuare a combattere contro USA e Israele e in questo modo "tagliare la testa al gran serpente" creato con il terrorismo. "Saremo uomini di parola, faremo quello che abbiamo detto e ci toglieremo l'uniforme da combattimento soltanto quando avremo...

BEIRUT, LIBANO (ore 18:00) - Il comandante della 300a brigata della 91ª divisione delle forze di difesa israeliane (IDF), il colonnello Roy Levy, ha affermato che Israele dovrebbe iniziare a compiere assassini mirati contro Hezbollah, secondo quanto riportato dal sito Walla News . Il trecentesimo comandante della Brigata ha detto che le forze di difesa israeliane dovrebbero assassinare il segretario generale di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah, poiché la sua morte avrebbe colpito mortalmente il morale del gruppo libanese.

Il segretario generale del movimento di resistenza di Hezbollah in Libano, in un suo ultimo discorso,  ha dichiarato che i suoi combattenti non esiteranno a rispondere proporzionalmente a qualsiasi atto di aggressione israeliano nei confronti del paese arabo. "Ci vendicheremo contro qualsiasi attacco al Libano. Non accetteremo passivamente alcuna aggressione nemica contro il nostro paese ", ha detto Sayyed Hassan Nasrallah rivolgendosi ai suoi sostenitori attraverso un discorso trasmesso in diretta dalla capitale libanese Beirut sabato pomeriggio.

ISRAELE STA PREPARANDO UNA GUERRA A HEZBOLLAH IN LIBANO? LA RUSSIA POTREBBE ESPANDERE LA SUA PRESENZA NEL LIBANO MERIDIONALE? scritto da Elijah J. Magnier La tensione si sta silenziosamente montando tra Israele e Hezbollah sul confine libanese, dove si stanno svolgendo frenetici preparativi, sotto gli occhi attenti di entrambi i belligeranti. C'è un insolito stato di allerta, ma difficilmente visibile ad occhio nudo: Israele sta aumentando le sue pattuglie ai confini, aumentando il dispiegamento di ufficiali e soldati nelle loro posizioni militari statiche ai confini libanesi, e jet israeliani e droni da ricognizione stanno sempre più violando frequentemente lo spazio aereo libanese. Da parte sua, Hezbollah sta anche improvvisando nuove posizioni per coprire eventuali gap sul fronte, nell'entroterra e nel sottosuolo, aumentando il livello di allerta e richiamando le sue Forze speciali ben addestrate ed esperte (unità Al Ridwan) dalla Siria per prendere posizioni preventive di fronte a Israele .

di Paolo Marcenaro Dodici anni fa finiva" la Guerra D'estate" tra Tel Aviv ed Hezbollah. Quanto e come è cresciuta da allora la milizia di Hezbollah? Nel Sud del Libano, tra Mleeta e Sojod, sorge il Museo della Resistenza; una struttura creata dalla milizia sciita Hezbollah per commemorare la sua storia e le sue lotte.Al centro del sito, in un anfiteatro, giacciono disposti scenograficamente relitti di mezzi militari; nelle foto si distinguono un blindato americano M-113 rovesciato e un carro armato sionista "Merkava III", posto al centro del 'display', con il cannone sostituito da un tubo suggestivamente piegato e annodato.

In una area subissata dalla guerra, terrorismo e violenza, svolgere le elezioni è quasi un miracolo, come segnala l'analista arabo Abdel Bari Atwan. Dopo nove anni, i libanesi si sono recati alle urne per eleggere i propri rappresentanti nel Parlamento mentre il paese è coinvolto di fatto nella guerra in Siria, I libanesi desiderano migliorare la propria situazione economica, combattere la corruzione e le interferenze esterne, così come desiderano che il paese torni alla normalità. Dopo nove anni di discussioni, i partiti politici libanesi hanno deciso di abbandonare le diatribe e concordare una legge elettorale proporzionale che permetta alla società civile di proporre i propri rappresentanti in Parlamento. La decisione appare tanto democratica quanto insperata da Abdel Bari Atwan ce considera il Libano un "paese eccezionale fra i paesi arabi".

Il segretario generale di Hezbollah, Seyyed Hassan Nasrallah , ha lanciato un avvertimento al regime di Israele sull'errore storico che Israele ha commesso nell'attaccare la base aerea in Siria T-4, che a suo giudizio ha messo per la prima volta in guerrra diretta con l'Iran. "Gli israeliani devono sapere che hanno commesso un errore storico, si sono messi essi stessi in combattimento diretto con l'Iran per mezzo di questa aggressione", ha dichiarato questo venerdì Nasrallah in un suo discorso trasmesso per Tv. Non ci sono precedenti da molti anni che Israele prenda come obiettivo chiaramente il Corpo dei Guardiani della Rivoluzione (CGRI) dell'Iran, ha sottolineato il responsabile libanese, a giudizio del quale il regime usurpatore di Israele ha iniziato "con questo stupidata una guerra contro l'Iran".

Il segretario generale del movimento di Resistenza libanese di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah, ha descritto il suo gruppo come una delle forze più efficaci nella lotta contro il terrorismo in tutta la regione del Medio Oriente. Nel corso di una cerimonia che ha segnato l’anniversario del martirio dei combattenti di Hezbollah nella regione sud-occidentale della Quneitra, Sayyed Hassan Nasrallah ha dichiarato che i sacrifici fatti dai martiri di Hezbollah sono alla base di tutte le vittorie sulle trame Usa-Israele nella regione.

Due giorni fa il leader di Hezbollah ha lanciato un avvertimento ad Israele per mettere in guardia le autorità israeliane circa la possibilità di pianificare un attacco contro il Libano e contro le forze di Hezbollah, di cui il primo ministro Netanyahu sta parlando con il nuovo presidente USA, Donald Trump. In un suo discorso Hassan Nasralá, leader di Hezbollah, ha affermato che, nel caso di un nuovo attacco di Israele contro il Libano, Hezbollah si riserva il diritto di colpire l'impianto atomico di Dimona (dove c'è un reattore nucleare) e i depositi di ammoniaca di Haifa, come rappresaglia. Inoltre ha precisato che Hezbollah è perfettamente in grado di colpire questi obiettivi.