di Lorenzo Merlo Diversamente dal conosciuto – direbbe Krishnamurti – tutto il sapere che vantiamo non è che idoneo a tenerci lontani dalla conoscenza. Presunzione antropocentricaPer Kurt Gödel, logico-matematico del 1900, anche partendo da assiomi matematici certi non necessariamente le evoluzioni che ne seguiranno saranno certamente vere...

di Alain de BenoistIl modo migliore per imporre restrizioni alle libertà è giustificarle con la necessità di garantire la salute o la sicurezza.Chiusure scolastiche, restrizioni ai viaggi, umiliazioni … la follia per la salute continua … Come osservatore informato della vita pubblica in Francia,...

di Lorenzo Merlo Quante volte abbiamo sentito il fastidio per le espressioni altrui? Quante volte le abbiamo giudicate con definitivi aggettivi dispregiativi? Quante volte non abbiamo esitato a sentirci dalla parte giusta? E quante volte invece abbiamo accettato, dando pari dignità a quella che chiediamo per...

di Sébastien Renault “Tutte le cose hanno un perché, ma Dio non ha un perché. " (Meister Eckhart, 1260-1328) Sostituzione relativistica Nel mondo di oggi di "post-verità" standardizzata, l'unica postura accettabile e accettata in senso stretto è considerare che ogni individuo è la propria fonte di verità e autorità morale. Un...

di Lorenzo Merlo Diversamente dal creduto la nostra evoluzione profonda e di superficie, della forza e della stabilità nonché quella relativa agli apprendimenti non ha a che vedere con la comunicazione logico-razionale. Sebbene questa sia ritenuta la Vera modalità per trasmettere la Verità, è invece solo...

di Lorenzo Merlo * VendettaSecondo la lettura esoterica della vicenda umana siamo dentro la dimensione del male. Tutta la storia, così come comunemente la intendiamo, è storia del male. Il diavolo cristiano, le egregore esoteriche, i voladores toltechi non sono invenzioni della fantasia, non sono...

di Roberto Pecchioli Ci chiede un amico, esule anch’egli in un mondo straniero, di riflettere sul significato di essere “oltre la linea”. La linea è per noi la condizione umana, valicarla significa percorrere uno dei due bivi: procedere senza pensare, ignari di ogni limite, lasciandosi esistere...