di Kurt Nimmo Uno dei più titolati esponenti del gruppo di potere dominante a Washington, Jamie Fly, ex neocon di alto livello di Bush, ha dichiarato espressamente che, a suo avviso, non si dovrebbe avere il diritto di pubblicare liberamente sui social media. "Fly ha proseguito lamentandosi che" tutto ciò che serve oggi per pubblicare è soltanto una e-mail "per impostare un account Facebook o Twitter, lamentando l'accessibilità dei siti alle persone del pubblico in generale. Lo stesso Fly ha predetto che si dovrà svolgere una lunga lotta su scala mondiale per risolvere la situazione, ed ha sottolineato che fare questo richiederebbe una vigilanza costante ", lo scrivono Jeb Sprague e Max Blumenthal .