APPELLO RACCOLTA FONDI! MANTIENI IN VITA UNA VOCE LIBERA!

conflitto nello Yemen

Di Paul Antonopoulos

Il segretario di stato americano Mike Pompeo dovrebbe venire a spiegare come è giunto ad approvare gli aiuti militari forniti all’Arabia Saudita e agli Emirati Arabi Uniti”, hanno dichiarato in una lettera sette senatori USA.

“Siamo scettici: una certificazione che i due governi hanno intrapreso azioni dimostrabili per ridurre i danni ai civili non è giustificata quando si è dimostrato che la coalizione saudita non ha adottato alcuna delle raccomandazioni degli Stati Uniti mentre le morti civili e le vittime dovute ai raid aerei della coalizione sono aumentate drammaticamente negli ultimi mesi”, come risulta scritto nella lettera il mercoledì. I legislatori hanno chiesto a Pompeo di consegnare i dati reali sull’aumento delle vittime civili, tra le altre richieste, entro il 31 ottobre.

Leggi tutto…

Due gruppi per i diritti umani hanno concesso al governo del presidente francese Emmanuel Macron due mesi per porre fine alle esportazioni di armi verso l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti (EAU), che sono coinvolti in un devastante conflitto da tre anni nello Yemen, o altrimenti mettere in moto procedimentoìi legali .

L’Organizzazione legale non governativa “Droit Solidarite e Aser”, specializzata in questioni relative agli armamenti, sostiene che la Francia sta infrangendo la legge internazionale fornendo armi per l’aggressione a guida saudita contro lo Yemen devastato dalla guerra e conseguentemente sta commettendo crimini di guerra in quel paese.

Leggi tutto…

L’Arabia Saudita e i suoi alleati nello Yemen hanno fortemente criticato una missione dei diritti umani delle Nazioni Unite, dato che il suo mandato è stato rinnovato per tutto il tempo necessario per stendere un rapporto parziale su quelli che hanno definito i “crimini di guerra” nel paese.

Riyadh ha detto venerdì che qualsiasi estensione del mandato dovrebbe essere una questione di competenza dell’ex presidente Abd Rabbuh Mansur Hadi, la cui parte ha già annunciato giovedì che stava terminando la cooperazione con l’indagine delle Nazioni Unite. Abd Rabbuh Mansur Hadi è in realtà il presidente “fantoccio” della Monarchia saudita, esiliato da anni in una località sicura del regno in quanto odiato dalla popolazione yemenita come complice dei sauditi.

Leggi tutto…

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, grande amico dell’Occidente, ha minacciato di colpire donne e bambini nello Yemen, a prescindere dalle critiche internazionali per il fatto che l’alleanza guidata dai sauditi che attacca lo Yemen ha avuto come obiettivo strutture civili e infrastrutture essenziali nel paese arabo sottoposto al conflitto da tre anni.

Bin Salman ha rilasciato la sua minacciosa dichiarazione durante un incontro con i comandanti militari della coalizione, dopo il massacro avvenuto di oltre tre dozzine di bambini nella provincia costiera  di Hudaydah, nello Yemen occidentale  all’inizio di questo mese, il sito web di notizie in lingua araba al-Khaleej ha citato una fonte informata, che ha chiesto di non essere nominata, come dire anonima.

Leggi tutto…

Mentre l’Arabia Saudita continua i suoi micidiali assalti aerei sullo Yemen, un video è emerso nei mezzi di informazione che presumibilmente mostra un aereo americano che provvede a rifornire in volo gli aerei da guerra sauditi.

Lo Yemen’s War Media ha pubblicato un filmato sabato che ha mostrato un gigantesco aereo militare cisterna che riforniva due jet sauditi ed ha riferito nella sua descrizione che l’aereo cisterna era americano.

Gli Stati Uniti, come noto, hanno assicurato servizi logistici di rifornimento per gli aerei della coalizione guidata dai sauditi che hanno attaccato lo Yemen dal 2015, tra le altre varianti del supporto logistico di combattimento.

Leggi tutto…

Durante le operazioni svoltesi nelle ultime 48 ore dall’esercito yemenita e dai comitati popolari yemeniti, 376 mercenari assoldati dalla coalizione saudita sono morti o sono rimasti feriti, ha riferito il ministero della Difesa yemenita.

Secondo l’agenzia di stampa iraniana Fars, la dichiarazione del ministero della Difesa yemenita pubblicata sabato sera, aggiunge che il bilancio delle vittime delle ultime 48 ore supera i cento.

Leggi tutto…

Mosca. Il numero degli uccisi per causa del mortifero attacco della coalizione diretta dall’Arabia Saudita contro un autobus scolare, nella provincia yemenita di Saada (nordest), è salito a 50, come ha informato il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR).
In precedenza le informazioni parlavano di un numero fra i 43 e i 47 morti , secondo varie fonti.
“Secondo le autorità locali,  un totale di 50 persone sono morte e 77 sono risultati i feriti questa mattina, come ha informato l’organizzazione nel suo comunicato, che patrocina l’organizzazione, la maggior parte di questi erano bambini.

Si informa che 30 morti e 48 feriti sono stati trasportati nell’ospedale Al Talh
“I bambini non devono pagare per una guerra degli adulti”, ha detto l’incaricato della CICR.

Leggi tutto…

Un autobus che trasportava bambini nel nord dello Yemen è stato attaccato giovedì dall’aviazione audita, uccidendo dozzine di bambini, molti sotto i 10 anni, la Croce Rossa ha confermato l’incidente. I leader tribali locali hanno riferito che il raid aereo è stato realizzato dalla coalizione guidata dai sauditi.
L’autobus era nel mercato Dahyan nel nord di Sa’ada, una roccaforte dei ribelli Houthi, quando è stato attaccato giovedì mattina. “A seguito di un precedente attacco … [un ospedale internazionale sostenuto dalla Croce Rossa] ha ricevuto dozzine di morti e feriti” , ha confermato la Croce Rossa, aggiungendo che “secondo il diritto internazionale umanitario, i civili devono essere protetti durante il conflitto”.

Leggi tutto…

L’Esercito dello Yemen ha lanciato cinque missili contro obiettivi nell’Arabia Saudita meridionale poco dopo che una coalizione di invasori guidati dal regno saudita aveva messo a segno attacchi mortali contro la provincia di al-Hudaydah ed aveva colpito e distrutto l’ospedale, con un bilancio di 55 vittime civili.

L’esercito yemenita e i suoi alleati hanno sparato i proiettili sulla punta sud-occidentale del regno, che comprende le regioni di Jizan, Najran e Asir, oltre il giovedì e il venerdì.
I missili lanciati dalle forze yemenite erano tutti del tipo Zalzal, che il paese ha usato nei suoi attacchi di rappresaglia contro l’Arabia Saudita.

Leggi tutto…

Ultime Notizie. Un improvviso attacco dell’aviazione saudita nello Yemen ha colpito l’Ospedale di Al Hudayda (città della costa occidentale al centro di una violenta offensiva) con un bilancio provvisorio di almeno 42 vittime civili fra degenti e personale medico presente al momento dell’attacco.

Il bilancio è provvisorio. L’ospedale risulta distrutto dalle bombe lanciate dagli aerei da guerra dell’aviazione saudita che, come altre volte, hanno colpito all’improvviso denza lasciare scampo ai civili presenti nella struttura.

I bombardamenti indiscriminati dell’aviazione saudita sullo Yemen hanno colpito nei mesi scorsi anche l’ospedale della capitale Sana’a, come anche sono state colpitoe abitazioni civili, scuole, mercati ed altri obiettivi non militari.

Leggi tutto…