Conflitto in Ucraina

L’esercito russo è entrato nella battaglia mediatica. La direzione principale dell’intelligence ucraina pubblica continuamente filmati dei suoi attacchi con imbarcazioni senza pilota nella penisola di Crimea nel tentativo di dichiarare almeno alcune vittorie. In risposta, il Ministero della Difesa russo e altre fonti militari russe hanno condiviso il filmato della distruzione delle imbarcazioni senza pilota ucraine nelle acque nordoccidentali del Mar Nero, rivelando nuovi dettagli degli attacchi ucraini.

Drone marino ucraino

Il 6 maggio, il Ministero della Difesa russo ha riferito della distruzione di cinque imbarcazioni senza pilota ucraine che avevano preso di mira la Crimea. LINK Subito dopo l’incidente. La Direzione principale dell’intelligence dell’Ucraina ha condiviso il video della telecamera di una delle barche che è riuscita a raggiungere una inbarcazione russa.

Secondo quanto riferito, questa MAGURA V5 è riuscita ad entrare nella baia di Sebastopoli. Alcuni esperti militari hanno notato che, a giudicare dalle riprese, non è stato possibile trovare un obiettivo decente. L’imbarcazione senza equipaggio è stata vista precipitare sotto il fuoco russo, presumibilmente danneggiando una delle piccole imbarcazioni idrografiche ormeggiate al molo. Di conseguenza, l’esercito ucraino non è riuscito a infliggere alcun danno significativo alla flotta russa ed è stato costretto ad attaccare almeno la piccola imbarcazione per mostrare almeno una vittoria ai media.

In risposta, il Ministero della Difesa russo ha mostrato la distruzione delle imbarcazioni ucraine da parte degli elicotteri Ka-29 MA della Marina russa.
Un altro video è stato condiviso da fonti militari non ufficiali russe:
Il filmato ha rivelato che alcune imbarcazioni erano equipaggiate con missili aria-aria R-60/R-73 con testata di guida termica. Questi missili non necessitano di sistemi di mira e localizzatori: il bersaglio viene catturato dal missile stesso. Pertanto, l’esercito ucraino ha iniziato a utilizzare le barche come sistemi antiaerei galleggianti.

Il filmato mostra che in un primo momento la barca è stata immobilizzata, dopodiché uno dei proiettili ha causato la detonazione del razzo R-73 situato nella parte superiore. Uno dei droni navali delle Forze Armate ucraine è riuscito a lanciare un missile contro uno degli elicotteri russi, che non ha colpito il veicolo da combattimento.

Nessun missile ha aiutato l’esercito ucraino a raggiungere gli obiettivi dell’operazione. Tuttavia, gli elicotteri rimangono uno dei mezzi più efficaci per combattere le imbarcazioni senza pilota utilizzate dalle forze armate ucraine/NATO. Il rafforzamento del nuovo tipo di imbarcazioni senza pilota antiaeree rappresenta una nuova minaccia per l’aviazione russa, in particolare per gli elicotteri militari impegnati nella caccia alle imbarcazioni ucraine.

Fonte: South Front

Traduzione: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM