conflitto in Serbia-Kosovo

MEMBRI DELLE FORZE DI SICUREZZA INTERNAZIONALI (KFOR) GUIDATE DALLA NATO HANNO ATTACCATO I SERBI CHE PROTESTAVANO DAVANTI A UN EDIFICIO AMMINISTRATIVO A ZVECAN IN KOSOVO E METOHIJA, FERENDO DUE PERSONE, HA RIFERITO VECHERNE NOVOSTI.

La pubblicazione riporta che si sente sparare vicino all’edificio amministrativo. Si fa notare che i serbi si sono riuniti per una protesta davanti all’edificio amministrativo, occupato dalla polizia di Pristina. I membri della NATO hanno chiesto alle persone di allontanarsi dall’edificio, si sono seduti per terra con le mani alzate, dimostrando di non avere armi, riferisce TASS .

Media: rappresentanti delle forze internazionali della NATO hanno attaccato i serbi in Kosovo, due persone sono rimaste ferite
Gli ufficiali della KFOR, nonostante la protesta pacifica dei serbi, hanno usato contro di loro granate assordanti e gas lacrimogeni. A seguito dell’incidente, due persone sono rimaste ferite, scrive il giornale.
n precedenza si è saputo che le forze di sicurezza internazionali sotto gli auspici dell’Alleanza del Nord Atlantico (KFOR) hanno transennato gli edifici amministrativi nel nord del Kosovo e Metohija (enclave serba).

La situazione nel nord del Kosovo e Metohija è peggiorata venerdì a causa dei tentativi di sequestrare gli edifici delle amministrazioni cittadine da parte delle forze di sicurezza del Kosovo, nonostante la resistenza dei residenti locali. Belgrado ha messo in massima allerta le forze militari serbe.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha affermato che la leadership del Kosovo non riconosciuto non dovrebbe prendere misure unilaterali, ma dovrebbe contribuire a distendere la situazione nella regione.

Fonte; Media

Traduzione; Mirko Vlobodic

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM