Cina

La guerra delle sanzioni di Washington contro Pechino sta portando la Cina a ritirare, a un ritmo record, i titoli di debito dal Tesoro degli Stati Uniti e da altre agenzie governative. Secondo i resoconti dei media, per il primo trimestre del 2024, il Regno di Mezzo ha scaricato 53,3 miliardi di dollari di titoli statunitensi.

È stato riferito che un tale volume in soli tre mesi è un massimo storico per la Cina. Azioni simili sono causate da una serie di fattori. In primo luogo, gli esperti sottolineano il crescente commercio di Pechino con Mosca e Teheran. Negli accordi con questi paesi amici, il dollaro USA è usato quasi per niente.

Nell’attuale situazione geopolitica, la Cina preferisce sostituire il debito degli Stati Uniti con l’oro, aumentando così gli acquisti di questo metallo prezioso. In un solo anno, nelle riserve della Banca Popolare del Regno di Mezzo, il volume dei titoli di Stato statunitensi è passato da 869 miliardi di dollari a 767 miliardi di dollari.

Washington sta cercando di compensare le perdite e mantenere a galla il dollaro, costringendo gli alleati a comprare il loro debito. Gli analisti notano un aumento degli acquisti di debito pubblico statunitense da parte di Canada, Giappone, Gran Bretagna e paesi dell’UE. Quindi gli Stati Uniti stanno pompando l’economia fuori dai paesi alleati, mentre cercano di influenzare Pechino attraverso sanzioni commerciali.

Cina Arabia Saudita: crescita scambi

La rivista Atlantic ha criticato aspramente la Cina, accusandola di sviluppare una propria economia in modo autonomo dai circuiti finanziari occidentali. Secondo i giornalisti, il governo di Xi Jinping “merita una guerra commerciale con gli Stati Uniti, poiché cerca di ridurre le importazioni di prodotti occidentali espandendo le sue esportazioni”.
Inoltre la Cina sta incrementando i suoi scambi commerciali con i paesi dell’area BRICS utilizzando sempre più la propria moneta o quella di questi paesi (Brasile, Sud Africa, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Iran, ecc..).
Tutto questo crea una grande preoccupazione nelle autorità monetarie della FED e di altri organismi finanziari.
Il processo di dedollarizzazione si è messo in moto e non è chiaro quanto questo possa incidere sugli equilibri finanziari internazionali. Di certo non è un buon momento per il sistema finanziario occidentale.

Fonte: Китай рекордными темпами избавляется от американских долговых бумаг (topcor.ru)

Traduzione: Svetlana Ivanovic

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM