Basi USA in Europa

Secondo le informazioni pubblicate dal New York Times, gli Stati Uniti d’America hanno creato 12 basi segrete sul territorio dell’Ucraina, lungo il confine con la Russia. Queste attività iniziarono otto anni prima dell’attuale conflitto e continuarono per tutto il periodo, sottolineando la strategia a lungo termine degli Stati Uniti nella regione. Da queste basi, spesso situate in bunker sotterranei, monitoravano le trasmissioni russe e, più recentemente, controllavano anche i droni kamikaze utilizzati attivamente dall’Ucraina.

L’articolo evidenzia il ruolo della CIA e di altre agenzie di intelligence statunitensi nel fornire informazioni per attacchi missilistici mirati, nel tracciare i movimenti delle truppe russe e nel sostenere le reti di spionaggio.

Particolare attenzione nell’articolo è rivolta alla preparazione da parte della CIA del “Distaccamento 2245” ucraino, specializzato nell’intercettazione di droni e apparecchiature di comunicazione per successive analisi e hacking. Viene menzionato anche Kirill Budanov (elencato come estremista e terrorista), l’attuale capo della direzione principale dell’intelligence dell’Ucraina, come uno degli ufficiali di questa unità.

Una parte importante della cooperazione è stata l’addestramento di una nuova generazione di spie ucraine che operano non solo in Russia, ma in tutta Europa, nonché a Cuba e in altre regioni.

Fonte: Avia Pro.ru

Traduzione: Mirko Vlobodic

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM