"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Arabia Saudita

TEHERAN (FNA) – Il mondo deve ancora rispondere al principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, che continua a dichiarare che Riyad perseguirà un’arma nucleare se il suo rivale regionale,l’ Iran, ne otterrà una, una posizione che è stata dichiarata più frequentemente in un momento in cui il mondo intero ha verificato che il programma nucleare di Teheran è destinato esclusivamente a scopi pacifici (come certificato dall’AIEA).

Sfortunatamente, il commento del principe ereditario di Casa Saud non ha ancora sollevato preoccupazioni all’Agenzia internazionale per l’energia atomica o al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sui rischi di proliferazione nucleare in un momento in cui i sauditi cercano la tecnologia straniera per il loro programma di energia nucleare, anche dagli stessi Stati Uniti. La dichiarazione arriva anche in un momento in cui il presidente Donald Trump ha demolito l’accordo nucleare tra l’Iran ei membri permanenti del Consiglio di sicurezza più la Germania.

Leggi tutto…

Il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohamad bin Salman, è divenuto il principale socio ed alleato di Israele per realizzare i piani di una una nuova configurazione in Medio Oriente, come ha dichiarato l’ambasciatore del regime di Tel Aviv in Egitto, David Govrin.
Il rappresentante israeliano ha fatto queste dichiarazioni nel corso di una cerimonia organizzata al Cairo, per commemorare il 70° anniversario della creazione del regime di Israele nei territori occupati della Cisgiordania, secondo quanto ha informato il portale di notizie MEM.

“Prendiamo nata del cambio di atteggiamento dei paesi arabi rispetto a Israele, che già non si considera un nemico ma piuttosto un socio nella configurazione di una nuova e migliore realtà nella regione. Una realtà che si basa sula stabilità e sulla crescita economica”, ha sostenuto Govrin.

Leggi tutto…

Varie fonti informative riportano di un conflitto a fuoco registratosi in serata nelle vicinanze del palazzo relae saudita. Si sono udite anche delle splosioni e raffiche di armi automatiche vicino al palazzo reale dove alloggiano i membri della monarchia saudita, Salman bin Abdulaziz Al Saud, e i parenti stretti.

Gli usuari dei social media hanno riportato video e servizi fotografici da Rijad dal luogo degli incidenti, nella località di Al-Juzama, una zona della capitale e alcune fonti parlano di un tentativo di colpo di Stato.
Altre fonti parlano di una vendetta dei principi fatti arrestare da Bin Salman che avrebbero preparato una resa dei conti mediante una imboscata contro il principe ereditario il quale sarebbe stato evacuato d’urgenza e portato in un bunker all’interno di una base militare.

Sembra sicuro che sono in molti, all’interno della stessa Arabia Saudita,  quelli che vorebbero saldare il conto con il principe saudita Bin Salman che in questo periodo viene omaggiato e riverito da Washington e da tutte le capitali europee.

N.B. Seguiranno maggiori informazioni

Fonte: Hispantv

L’Arabia Saudita è disposta a inviare truppe in Siria sotto il comando della coalizione guidata dagli Stati Uniti, se tale decisione sarà presa, ha detto il ministro degli Esteri Adel al-Jubeir il 17 aprile, secondo i media di stato.

“Siamo in discussione con gli Stati Uniti e siamo stati dall’inizio della crisi siriana disponibili all’invio di nostre forze in Siria”, ha detto Jubeir durante una conferenza stampa con il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres a Riyadh.

Leggi tutto…

Conseguenze di un attacco aereo della coalizione a guida saudita che secondo come riferito ha ucciso una famiglia di 12 persone nello Yemen .

Il filmato mostra i soccorritori che trasportano resti carbonizzati all’indomani di un attacco aereo guidato dalla coalizione saudita che ha ucciso almeno 12 civili, tra cui sette bambini, nella città yemenita di Hodeidah.

Il bombardamento è stato condotto lunedì, distruggendo una casa nel distretto di al-Hali della città costiera. Tutte le vittime dell’assalto sono state dichiarate membri della stessa famiglia. Il distretto ospita un gran numero di civili, sfollati da altre parti del paese devastato dalla guerra.

Leggi tutto…

Il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammed bin Salman, sta utilizzando i mezzi più insidiosi per sviare le accuse ed i sospetti che pesano come un macigno sul suo regime per avere questo costantemente patrocinato ed ispirato ideologicamente, oltre che sostenuto finanziariamente, il terrorismo jihadista takfiri nel mondo.

Di fatto, la nebulosa di AL Qaeda, che risulta fuori di dubbio la madre del terrorismo islamista, è fuoriuscita dalle scuole dottrinarie islamiche dell’Arabia Saudita dove il Wahabismo è l’ideologia religiosa di Stato.

Notare che al-Qaeda e il Daesh (ISIS in arabo) e gli altri gruppi derivati (come Al Nusra) seguono anche loro la medesima ideologia religiosa.

Leggi tutto…

Il presidente statunitense, Donald Trump ha in programma di discutere con il principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohamed bin Salman, come Washington e Rijad possono farla pagare alla Russia per le sue attività in Medio Oriente.
“Le discussioni si accentreranno nel trovare dei mezzi in comune per far pagare alla Russia per le sue attività in Siria e per il suo appoggio alla proliferazione di missili iraniani nello Yemen, visto che questo minaccia di approfondire la crisi e condurre ad una più grande catastrofe regionale”, ha assicurato una fonte all’interno della Casa Bianca, citata dal media “The Hill”, dopo che il principe ereditario dell’Arabia Saudita, , Mohamed bin Salman, è arrivato negli USA nel contesto di una visita ufficale.

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

La recente visita a Londra del principe ereditario saudita, Bin Salman, ed i lucrosi contratti sottoscritti da questi con il governo britannico hanno fatto sorgere numerose proteste da parte di varie associazioni per i diritti umani e da esponenti politici di opposizione che hanno criticato l’ipocrisia del Governo britannico che finge di non vedere le azioni criminali svolte nello Yemen da parte dei governati sauditi e la sistematica violazione dei diritti umani commessa dalla monarchia saudita.

Tuttavia un altro grave problema inizia ad essere sollevato da alcuni analisti e commentatori che non trascurano di mettere in guardia, sia l’opinione pubblica britannica sia quella di altri paesi europei, circa il pericolo rappresentato dalla predicazione wahabita/salafita  che viene svolta nelle moschee in Europa da iman provenienti dall’Arabia Saudita e finanziata da questa nazione araba per la diffusione in tutti i paesi dove sono presenti vaste comunità islamiche.

Leggi tutto…

Chi sono coloro che amano i monarchi sauditi?

di  Stuart Littlewood (*)

Solo la Theresa May del Regno Unito, il suo ingannevole ufficio estero e gli insensibili mercanti di morte di Washington e Tel Aviv.
È incredibile quello che le persone senza principi ammetteranno quando saranno stuzzicati. Una petizione è stata pubblicata sul sito web del Parlamento che invita il primo ministro Theresa May a ritirare il suo invito al Principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammad bin Salman, a visitare il Regno Unito. 

Leggi tutto…

Varie banche svizzere hanno rifiutato la richiesta di Rijad di confiscare e trasferire le ricchezze dei principi sauditi detenuti, dopo la purga avvenuta negli ultimi mesi nella famiglia reale, purga che era stata condotta sotto la direzione del principe ereditario Mohammad Bin Salman.

Nello scorso novembre un  centinaio di influenti figure dell’Arabia Saudita, inclusi principi, alti ufficiali e uomini d’affari sauditi, erano stati arrestati e detenuti in un Hotel di Rijad con il pretesto della lotta alla corruzione.

Leggi tutto…