"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Antifascismo

di  Marcello Veneziani

Ora che si chiude la campagna elettorale, anziché metterci a fare i conti della serva sul voto, preferiamo tirare un bilancio diverso e chiederci se c’è stata una battaglia sui valori, un conflitto su temi ideali, storici e politici.

Non c’è stato alcuno scontro tra progressisti e conservatori, tra destra e sinistra, tra culture politiche, tra idee liberali e idee sociali o addirittura socialiste. È sparito ogni riferimento al voto cattolico.

Leggi tutto…

di Luciano Lago

Si aspettavano di avere ancora il consenso del popolo ma in realtà la sinistra negli ultimi anni aveva perso del tutto il contatto con la realtà ed inseguiva i suoi miti fasulli: gli Stati Uniti d’Europa, il grande mercato unico globale, il liberalismo come ricetta economica, la società muticulturale aperta, i diritti dei migranti, delle coppie gay, il gender, ecc..

Da ultimo gli esponenti della sinistra erano balzati sul carro dell’antifascismo nella speranza di guadagnare consensi agitando lo spettro del “pericolo Fascista” inesistente mentre in Italia erano già entrate le peggiori mafie, quella nigeriana, quella albanese, oltre ai partiti dell’Islam radicale……..

Leggi tutto…

di A. Terrenzio

La barbara aggressione ai danni del rappresentante di Forza Nuova di Palermo, Massimo Ursini, e’ stato un atto che nella sua brutalita’ ha riportato alla mente le violenze tipiche degli anni di piombo. In dieci lo hanno circondato, immobilizzato con del nastro adesivo e pestato a sangue in pieno centro.
Un’escalation di violenza che in questi giorni sta caratterizzando diverse citta’ italiane, a Piacenza, Napoli, Bologna, Torino.

I gruppi dell’antagonismo antifascista sono entrati in azione con metodi violenti, caricando le forze dell’ordine, assaltando sedi politiche, chiudendo spazi democratici agli esponenti delle destre.
Il tentato omicidio ai danni del referente di FN, ha gravissimi responsabili morali. Il clima di odio e’ stato aizzato da rappresentanti delle Istituzioni, come la PdC Laura Boldrini, del Senato Pietro Grasso di Liberi ed Uguali, Potere al popolo e tutta la marmaglia dell’associazionismo di sinistra.

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

Come era facile aspettarsi, quando un sistema politico, costruito sulla menzogna e sulle cessioni di sovranità alla oligarchia finanziaria, entra in difficoltà, la soluzione per la classe politica ancorata al potere è quella di trovare degli “escamotage” con cui occultare la propria subordinazione ed ingiustificata occupazione delle posizioni di governo.

Niente di meglio quindi che agitare le piazze con l’antifascismo strumentale, in assenza di fascismo,  e sobillare ed istigare scontri fra gli attivisti dei centri sociali, il braccio armato del sistema, le formazioni di estrema destra, tacciate di neofascismo che possono fare da capro espiatorio nella campagna di “caccia alle streghe” agitata dai media del regime.

Leggi tutto…

di Luciano Lago

Ancora una volta, con il pretesto dei fatti di Macerata, la sinistra mondialista ha sfogato tutto il suo rancore contro la marea montante di ripulsa contro le politiche di accoglienza indiscriminata e la retorica immigrazionista. Niente di meglio che buttarla sull’antifascismo visto che, come è ormai noto, “l’antifascismo è diventato l’ultimo rifugio dei farabutti. Quando non hai più niente da dire, nulla di vero, di concreto, di significativo da esprimere, quando non hai nulla di serio su cui fondare la tua legittimità, quando non hai motivo per occupare un posto di potere e non hai un merito, una capacità, un valore allora tiri fuori l’antifascismo” (Marcello Veneziani).

Nella giornata di ieri si sono susseguiti cortei e manifestazioni a Macerata ed in altre città d’Italia come a Piacenza, a Pavia a Torino e molte altre , con corollario di incidenti, in alcuni casi con violenti scontri con la polizia ed in altri casi con una palese insofferenza da parte dei cittadini stanchi della retorica vuota dei partiti politici.

Leggi tutto…

di Diego Fusaro

Il prodotto peggiore del fascismo fu l’antifascismo. Così ebbe ad asserire il comunista Amadeo Bordiga. Tutto, oggi, sembra dargli ragione. E avvalorare tristemente la sua tesi. Alla quale potrebbe con diritto affiancarsi l’altra, di Flaiano, secondo cui i fascisti si dividono in due specie: i fascisti e gli antifascisti. Stessi metodi, stessa intolleranza, stessa ottusità.

A suffragare tutto ciò è una vicenda che ha, in questi giorni, coinvolto la Fondazione Feltrinelli di Milano, importantissimo punto di riferimento culturale.

Leggi tutto…

di  Luciano Lago

Ogni strumento è buono quando si tratta di difendere la politica della sostituzione etnica collegata alle ondate migratorie pilotate dalle centrali transnazionali.
In funzione di questa strategia la sinistra mondialista in Italia si è fatta paladina dello “Ius Soli” ad ogni costo, pur essendo questa una misura impopolare che la maggior parte dell’opinione pubblica respinge come misura demagogica e deleteria nei suoi effetti di lungo periodo. Infatti gli apologeti del globalismo (il PD e la sinistra) si rifiutano di sottoporre questa legge ad un referendum popolare poichè consapevoli che questo seguirebbe la stessa sorte del referendum di Renzi sulle riforme costituzionali: quella di una bocciatura clamorosa.

Leggi tutto…

di Roberto Pecchioli

Chi trova un nemico trova un tesoro. Rovesciando il detto popolare, questo ci sembra il commento più adatto all’ondata di antifascismo di ritorno che sta pervadendo l’Italia ufficiale. Colti di sorpresa da qualche inatteso successo elettorale “nemico”, nudi di fronte al loro fallimento politico, lorcompagni e l’esercito ausiliario progressista hanno trovato la soluzione, la solita: antifascismo, ancora antifascismo, ogni giorno di più, a dosi omeopatiche.

E’ diventata una dipendenza e, come per gli alcolisti irrecuperabili, basta un solo bicchiere per ubriacarsi. In qualche caso, è sufficiente l’odore del vino. Il neo- antifascismo è ormai giunto a questo stadio penoso.

Leggi tutto…

È da poco terminata la grande e significativa manifestazione antifascista di Como a cui hanno aderito molti big della politica e delle Istituzioni inclusi la presidente della Camera Laura Boldrini, che ha onorato con la sua presenza, lo stesso segretario del Pd Matteo Renzi, anche lui non è voluto mancare e la segretaria del sindacato Cgil Susanna Camusso, oltre a diversi ministri del Governo in carica.

Nessuno di loro è pero è voluto intervenire dal palco, se non il vicesegretario del Pd, Maurizio Martina, che era fra gli organizzatori. Martina si è limitato a un breve saluto finale. Dal palco il segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri ha dichiarato con grande decisione che l’evento «è aperto a tutte le realtà antifasciste che non ci stanno». Non ci stanno chiaramente a subire l’attacco dei fascisti che, secondo gli organizzatori, sono in forte risorgenza in tutto il paese.

Leggi tutto…

Un’indagine dell’FBI sui movimenti di “resistenza” presenti nei campus universitari contro Donald Trump ha condotto ad una scoperta allarmante: vi sono contatti tra gli anarchici americani e terroristi legati allo Stato Islamico e Al-Qaeda.

“Ci sono prove sufficienti per sostenere l’esistenza di legami sempre più forti tra gli estremisti americani e lo Stato Islamico, sia con agenti solitari che con cellule autonome”, così riporta il documento dell’FBI consegnato al Deputy Director Andrew McCabe l’11 luglio 2017, e che Edward Klein ha riportato nel suo libro “All out war: the plot to destroy Trump”.

Leggi tutto…