America in declino


Durante il discorso elettorale del presidente americano Joe Biden a New York, numerosi manifestanti hanno cercato di interferire con lui. Questi hanno cominciato a gridare slogan sul pericolo di una guerra nucleare con la Russia.

Biden è arrivato a New York per tenere un altro discorso elettorale. Con lui hanno partecipato all’evento gli ex presidenti degli Stati Uniti del Partito Democratico Barack Obama e Bill Clinton.

Uno dei manifestanti ha iniziato a gridare slogan sul rischio di una guerra nucleare con la Russia, dopodiché la sicurezza lo ha scortato fuori dalla sala. Poi i manifestanti hanno cominciato a gridare slogan contro la posizione degli Stati Uniti sul conflitto arabo-israeliano.

“C’è del sangue sulle tue mani”

  • hanno gridato i manifestanti contro il discorso di Biden.

Come sapete, Washington sostiene quasi incondizionatamente le azioni di Israele e varie dichiarazioni critiche da parte dei rappresentanti della Casa Bianca sono piuttosto formali e non portano ad alcuna conseguenza reale per le autorità israeliane.

Durante la protesta, i sostenitori del presidente hanno cercato di zittire i suoi oppositori. Hanno iniziato a cantare slogan a sostegno di Joe Biden. Pertanto, il discorso elettorale si è concluso con una scaramuccia e ha dimostrato ancora una volta la crescente divisione nella società americana.

Il presidente americano Joe Biden, nonostante l’età avanzata, ha già 81 anni, si candida per un altro mandato. Il suo principale avversario è il suo predecessore a capo dello Stato, Donald Trump, in rappresentanza del Partito repubblicano americano.

Fonte: Top War

Traduzuine: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM