"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Africa ed imperialismo

L’Occidente non vuole la pace in Africa, dice il leader mercenario

di Paul Antonopoulos

Le potenze occidentali sono interessate a prolungare i conflitti in Africa perché vogliono sfruttare le risorse del continente, ha detto un fondatore della compagnia militare privata. La maggior parte delle forze africane sono “pronte a essere sfaldate” da parte di consulenti stranieri , ha aggiunto.

Le nazioni occidentali vedono guerre e caos africani protratti come solo un mezzo per entrare in possesso delle ricche risorse africane , lo ha riferito a Shevardnadze della RT,  Eeben Barlow, fondatore di  “Executive Outcomes“,   una società sudafricana che ha dato il via a costituire un esercito privato di mercenari. Vedi: Soldiers of Fortune

Leggi tutto…

PARSTODAY:”Per quanto riguarda la crisi dell’immigrazione il punto che viene accuratamente celato dai media è il fatto che l’immigrazione di della gente è stata maggiormente il risultato di una serie di guerre e di destabilizzazione e di conflitti che sono stati causati e sponsorizzati dalle potenze della Nato…”,

Queste le parole di Luciano Lago, il giornalista freelance e l’analista delle questioni internazionali sulla responsabilità della Nato per la crisi dell’immigrazione a Parstoday.  AUDIO

U.S. Secretary of State Mike Pompeo

 

Avvoltoi sulla Libia

di  Ilaria Bifarini

Facciamo un po’ di chiarezza su quanto sta accadendo in Africa e su cosa spinge le attuali migrazioni di massa. L’Onu tra le cause indica genericamente “”le grandi e persistenti asimmetrie economiche e demografiche.”

Se sovrapponiamo la cartina politica con quella del debito del continente africano emerge come siano spesso proprio i Paesi di maggiore emigrazione quelli con un debito pubblico tra i più bassi. In generale il debito pubblico medio dell’Africa subshariana si attesta a livelli medi molto bassi in termini percentuali rispetto ai Paesi ad economia avanzata. Ciò a causa di misure di austerity che sono state introdotte in Africa e in tutto il Terzo Mondo a seguito della crisi del debito del 1982.

Leggi tutto…

l gioco d’azzardo degli Stati Uniti sullo Stato islamico per indebolire la posizione della Cina e della Russia in Africa

di  Dimitry  Minin

L’Africa gioca un ruolo importante nelle ambizioni globali di espansione dello Stato islamico e dei suoi mentori. Speculando dove il nucleo dello Stato islamico precedentemente in Siria è scomparso, il presidente egiziano el-Sisi ha ripetutamente espresso il timore che l’Africa sarà il prossimo obiettivo del gruppo terroristico a partire dall’Egitto.

Consideriamo che questo è il paese arabo più densamente popolato (circa 95 milioni di persone) e altrettanto importante la vicina Libia, un paese ricco di petrolio ma attualmente diviso. E in effetti, gli implacabili attacchi terroristici al suolo egiziano e la crescente area di controllo dello Stato islamico sulla costa meridionale della Libia, a Sirte, sembrano confermare queste paure.

Leggi tutto…