Carro armato israeliano “Merkava” dilaniato da un preciso colpo missilistico

Domenica Kataib Al-Qassam, l’ala militare del movimento palestinese Hamas, ha diffuso video che mostravano carri armati israeliani di tipo Merkava attaccati. distrutti dai missili Al-Yassin 105 nella parte sud-orientale della città di Deir al-Balah, nel centro della Striscia di Gaza.

Secondo le informazioni di Kataib Al-Qassam, un carro armato israeliano di tipo Merkava è stato distrutto nella parte sud-orientale di Deir al-Balah. Il video mostra i momenti dell’attacco al carro armato israeliano e le successive colonne di fumo che si alzano dal luogo dell’attacco.

Inoltre, “Katayb Al-Qassam” ha annunciato la distruzione di due trasportatori militari israeliani a nord della città di Khan Yunis da parte dei missili Al-Yassin 105. Si presume che un elicottero israeliano sia atterrato per evacuare i morti e i feriti. In “Kataib Al-Qassam” Hanno anche riferito dell’esplosione di un carro armato israeliano Merkava. a nord della città di Khan Yunis e di un attacco contro un bulldozer militare israeliano tipo D9 con missili Tandem. nella zona di Tal al-Zaatar, nel nord della Striscia di Gaza.

Da parte sua, la forza Saraya al-Quds lo ha riferito in un’operazione congiunta con Kataib Al-Qassam riuscì a far esplodere una potente bomba in un carro armato israeliano di tipo Merkava nella zona di Al-Maghraha, nel centro della Striscia di Gaza, uccidendo e ferendo diverse persone nel carro armato. “Saraya al-Quds” ha inoltre annunciato attacchi missilistici contro la struttura militare israeliana Isnad Sofa. e posizioni di soldati nell’area circostante, nonché un attacco alle concentrazioni militari nella zona di Jahr al-Dik con colpi di mortaio di grosso calibro.

Queste operazioni fanno parte delle operazioni militari in corso nella Striscia di Gaza dal 7 ottobre, quando Hamas ha annunciato l’inizio della sua operazione. Da allora, migliaia di razzi sono stati lanciati verso Israele dalla Striscia di Gaza, così come sono state effettuate incursioni nelle città israeliane confinanti con la Striscia. Come risultato di queste azioni, circa 1.400 israeliani morirono e circa 250 furono catturati.

Fonte: avia.pro/news/

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM