Capo di Stato Maggiore Russo: La Turchia Ha Infranto L’accordo Di Sochi, Sostiene Il Terrorismo In Siria


di Yara Ismail e Ruaa al-Jazaeri

MOSCA [SANA] – Il ministero della Difesa russo ha confermato che il regime turco viola chiaramente l’accordo di Sochi raggiunto con la parte russa e continua a sostenere e armare le organizzazioni terroristiche a Idlib, rilevando che le accuse turche e quelle occidentali contro il governo siriano sono false.

L’agenzia di stampa russa Sputnik ha citato il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov affermando in una dichiarazione mercoledì che “i paesi occidentali e le Nazioni Unite non si curano mai delle gravi violazioni del memorandum di Sochi del 2018 su Idlib che sono state commesse dalla Turchia e dai gruppi terroristici laggiù che sono stati autori del crescente bombardamento delle vicine regioni siriane e della base russa di Hmeimim e nel rafforzamento del controllo dei terroristi del cosiddetto (Hayat Tahrir al-Sham), dal partito filoturco e da Horas al-Din sulla regione ”.

La dichiarazione ha sottolineato che “Le finte preoccupazioni dell’Occidente per la situazione umanitaria in Idlib sono iniziate solo dopo che l’esercito siriano è stato costretto a lanciare un’operazione militare in risposta a un nuovo attacco da parte di terroristi all’inizio di febbraio, quando è stato in grado di attuare le disposizioni dell’Accordo di Sochi relativo alle organizzazioni terroristiche in movimento al di fuori della regione libera dalle armi pesanti “, ha aggiunto.

Terroristi filo turchi

Konashenkov ha osservato che queste operazioni hanno anche permesso di garantire il movimento di oltre 100.000 civili lungo l’autostrada M5 tra le più grandi città siriane di Aleppo, Hama e la protezione delle aree residenziali circostanti dagli attacchi.

La dichiarazione ha continuato che “Nel frattempo, il governo siriano è stato ingiustamente accusato dall’Occidente di presunti” crimini di guerra “,” catastrofe umanitaria “e” flussi di milioni di rifugiati “a Idlib e allo stesso tempo la pubblicazione di fotografie di un campo vicino al confine turco che è stato istituito diversi anni fa come prova del fatto che tutti i terroristi in Idlib sono diventati, secondo i rappresentanti dei media occidentali, dell ‘”opposizione moderata”.

profughi siriani alla frontiera turca

La dichiarazione ha sottolineato che “Nessuno in Occidente nota le azioni della parte turca, che, in violazione del diritto internazionale, ha dispiegato una forza d’attacco delle dimensioni di una divisione meccanizzata sull’Ileb siriano al fine di” far rispettare gli accordi di Sochi in qualsiasi costo “, mentre le minacce pubbliche per distruggere tutte le unità delle forze armate siriane e riportare l’autostrada M5 al controllo terroristico sono considerate dagli Stati Uniti e dall’Europa come” legittimo diritto alla difesa del regime turco “.

Ha osservato che “tra il cinismo totale e le finte preoccupazioni dell’Occidente per la situazione umanitaria nella zona di de-escalation di Idleb, solo il centro di riconciliazione russo e il legittimo governo siriano forniscono giornalmente alle aree liberate tutta l’assistenza necessaria per i residenti locali”.

La dichiarazione ha sottolineato che tutti i ricorsi ufficiali russi alle Nazioni Unite e ai paesi occidentali che forniscono aiuti attraverso i confini turchi e le domande sulla destinazione di tali aiuti che sono stati consegnati ai terroristi, piuttosto che alle persone colpite, sono rimaste senza risposta.

Yara Ismail e Ruaa al-Jazaeri

Fort Russ https://www.fort-russ.com/2020/03/russian-mod-turkey-has-broken-sochi-agreement-supports-terrorism-in-syria/

Traduzione: Sergei Leonov

3 Commenti

  • Mardunolbo
    5 Marzo 2020

    Questo tanto per parlare chiaro sui vermi leccakulo europei che seguono strisciando i padroni del momento…. Spero che il popolo greco, ribellatosi ai vermi che lo comandano, dia esempio alle altre nazioni europee, di finirla di uggiolare con la bava presso i despoti turchi ed Usa !

  • Silvia
    5 Marzo 2020

    Le Nazioni Unite e i “Paesi Occidentali” non capiscono il linguaggio diplomatico, capiscono solo quello della forza.

  • Renato
    5 Marzo 2020

    Siamo governati da idioti, da gente senza dignità.

Inserisci un Commento

*

code