Capo dell’amministrazione militare russa di Kharkov: la linea del fronte è a 7 chilometri da Kupyansk

Attualmente la linea di contatto tra le Forze Armate della Federazione Russa e le Forze Armate dell’Ucraina nella regione di Kharkiv è già molto vicina alla città di Kupyansk. Lo ha annunciato il capo dell’amministrazione militare-civile russa della regione di Kharkov, Vitaly Ganchev.
Come ha notato il politico, non può ancora nominare il termine per la conquista di Kupyansk. Ma nei piani della parte russa, secondo lui, c’è anche la liberazione del centro regionale stesso: Kharkov.

La linea del fronte nella regione di Kharkov si sta muovendo. La nostra linea del fronte è a 7 chilometri da Kupyansk

  • ha detto il capo della CAA russa della regione di Kharkov.

Si noti che Kupyansk è un hub logistico strategicamente importante. La perdita del controllo su di esso comporterà conseguenze molto negative per le formazioni ucraine in questa direzione.

Ora le forze armate RF stanno avanzando attivamente in direzione di Kupyansk, cosa che anche la parte ucraina riconosce. Ripetutamente, alti funzionari del dipartimento militare ucraino e rappresentanti del comando delle forze armate ucraine hanno riferito della difficile situazione nella direzione di Kupyansk.

Secondo Ganchev, ora 33 insediamenti della regione di Kharkov sono sotto il controllo dell’esercito russo. Ma l’amministrazione civile-militare di Kharkiv ha accesso solo a 22 insediamenti. Altri undici insediamenti sono sotto costante bombardamento da parte delle forze armate ucraine, quindi ora è impossibile entrarvi.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

7 commenti su “Capo dell’amministrazione militare russa di Kharkov: la linea del fronte è a 7 chilometri da Kupyansk

  1. Tony calmati !
    Le persone intelligenti e informate italiane sanno molto bene che tutte notizie diffuse in Italia dagli organi ufficiali italiani sono TUTTE FALSE o INESATTE !!
    La contraerea Ucraina come sempre ha mandato i suoi eccelsi missili anti-aerei molto costosi made in USA o nei paesi NATO addosso agli Ucraini che stavano facendo le spese al mercato di Donetsk uccidendo decine di civili Ucraini !
    Come sempre i giornalisti italiani per evitare di ritrovarsi disoccupati a vita oppure per evitare la galera hanno dovuto ESEGUIRE L” ORDINE CHE IL REGIME ITALIANO GLI HA ORDINATO . cioè di diffondere la notizia falsa che sono stati i Russi !
    Ormai è la classica notizia che la PROPAGANDA ITALIANA ANTI-RUSSIA DIFFONDE DA FEBBRAIO 2022 !

  2. si taca hai ragione , ma è un crimine efferato! nel silenzio assordante della stampa mainstream che ci sorbiamo a causa delle tecnologia informatica tipo msn news , microsoft , youtube queste azioni efferate vengono propagandate dal regime della Ue nato contro la Russia nel silenzio della gente che dovrebbe oltre che contestarle sputarli addosso per quanto siano mostruose le cose che facciano!

  3. TG 1 ieri: “Missile russo fa strage di civili a Donetsk” … “l’esercito russo attacca deliberatamente i civili nel Donbass” …
    Cioè la Russia uccide deliberatamente i civili in tutto il Donbass ??? Dopo averli liberati dalla dittatura Ucro-Nato e dopo che un referendum ha sancito che le repubbliche russofone fanno parte integrante della federazione russa ???
    Ma per favore … nemmeno nel più arretrato paese del mondo e con il più alto tasso di analfabetismo, la gente si beve simili fandonie !
    Grazie Rai, Mediaset, La7, Sky, Rainews 24, Google, Facebook, Corsera, Stampa, Repubblica e compagnia !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM