Caitlin Johnstone: le atrocità di Gaza sono conformi ai “valori occidentali”

Lo spettacolo che vediamo a Gaza è una rappresentazione molto migliore di quello in cui consiste veramente la civiltà occidentale rispetto a tutte le insensatezze sulla libertà e sulla democrazia che abbiamo imparato a scuola.
di Caitlin Johnstone

Quando il presidente israeliano Isaac Herzog descrisse l’assalto a Gaza come una guerra “per salvare la civiltà occidentale, per salvare i valori della civiltà occidentale”, in realtà non mentiva. Stava dicendo la verità, forse non proprio nel modo in cui la intendeva.

La demolizione di Gaza viene infatti perpetrata in difesa dei valori occidentali, ed è essa stessa una perfetta incarnazione dei valori occidentali. Non i valori occidentali che ti insegnano a scuola, ma quelli nascosti che non vogliono che tu guardi. Non la confezione attraente con gli slogan pubblicitari sull’etichetta, ma il prodotto che c’è effettivamente dentro la scatola.

Per secoli la civiltà occidentale è dipesa fortemente dalla guerra, dal genocidio, dal furto, dal colonialismo e dall’imperialismo, che ha giustificato utilizzando narrazioni basate sulla religione, sul razzismo e sulla supremazia etnica – tutte cose che vediamo oggi manifestarsi nell’incenerimento di Gaza.

Quanto stiamo vedendo a Gaza è una rappresentazione molto migliore di ciò che è realmente la civiltà occidentale rispetto a tutte le insensatezze sulla libertà e sulla democrazia che abbiamo imparato a scuola.

Una rappresentazione della civiltà occidentale molto migliore di tutta l’arte e la letteratura di cui ci siamo orgogliosamente congratulati nel corso dei secoli.

Una rappresentazione molto migliore della civiltà occidentale (a guida anglosassone) rispetto all’amore e alla compassione su cui ci piace far finta che ruotino i nostri valori “giudaico-cristiani”.

È stato così surreale vedere la destra occidentale blaterare di quanto sia selvaggia e barbara la cultura musulmana nel mezzo della resurrezione zombie dell’islamofobia dell’era Bush nel 2023, anche mentre la civiltà occidentale accumula una montagna di 10mila cadaveri di bambini.


Blinken con pres Israeliano Herzog

Quella montagna di cadaveri di bambini è una rappresentazione della cultura occidentale (a guida anglosassone) molto migliore di qualsiasi cosa Mozart, Da Vinci o Shakespeare abbiano mai prodotto.

Questa è la civiltà occidentale. Questo è quello che sembra.

La civiltà occidentale, dove Julian Assange attende il suo appello finale a febbraio contro l’estradizione statunitense per il giornalismo con cui ha denunciato i crimini di guerra statunitensi.
Dove veniamo alimentati da un diluvio ininterrotto di propaganda dei mass media per fabbricare il nostro consenso a guerre e aggressioni che hanno ucciso milioni di persone e costretto decine di milioni di sfollati solo nel 21° secolo.

Dove siamo tenuti distratti da insulsi divertimenti e guerre culturali artificiali così da non pensare troppo a cosa sia questa civiltà e alle vittime che sta uccidendo, mutilando, affamando e sfruttando.

Un sistema dove i cicli di notizie sono dominati molto più dai pettegolezzi sulle celebrità e dalle ultime scoregge di Donald Trump piuttosto che dalle atrocità di massa che vengono attivamente agevolate dai governi occidentali.

Una civiltà dove i liberali si congratulano con se stessi per avere opinioni progressiste su razza e genere mentre i funzionari che eleggono aiutano a fare a pezzi i corpi dei bambini con esplosivi militari.

Un sistema dove gli ebrei sionisti centrano se stessi e le proprie emozioni perché l’opposizione a un genocidio attivo li fa sentire come se fossero perseguitati, e dove i sostenitori di Israele che non sono ebrei continuano a sentirsi perseguitati.

Un sistema di dominio e un gigantesco impero mondiale alimentato dal militarismo, dall’imperialismo, dal capitalismo e dall’autoritarismo che divora la carne umana con un appetito insaziabile mentre ci congratuliamo con noi stessi per quanto siamo migliori rispetto a nazioni come l’Iran o la Cina.

Questi sono i valori occidentali. Questa è la civiltà occidentale.

Chiedi a qualcuno di dirti quali sono i suoi valori e ti darà un sacco di parole piacevoli sulla famiglia, sull’amore, sulla cura o altro. Osserva le loro azioni concrete per vedere quali sono i loro reali valori e spesso otterrai una storia molto diversa.

Siamo noi. Questa è la civiltà occidentale. Diciamo che diamo valore alla libertà, alla giustizia, alla verità, alla pace e alla libera espressione, ma le nostre azioni dipingono un quadro molto diverso. I veri valori occidentali, il vero prodotto racchiuso nella scatola sotto l’attraente etichetta, sono quelli che vedete messi in atto oggi a Gaza.

Fonte: Consortium News

Traduzione: Luciano Lago

7 commenti su “Caitlin Johnstone: le atrocità di Gaza sono conformi ai “valori occidentali”

  1. Ottimo quadretto della cosiddetta civiltà occidentale, della presunta libertà, dell’inganno della democrazia e dei valori occidentali che nella sostanza sono ispirati da satana in persona …

    Cari saluti

  2. Gaza ha un vantaggio sulla dimenticata Fallujah, qua e là almeno se ne parla, lo schermo mediatico non ha funzionato a dovere come nell’esperimento di genocidio del novembre 2004: anche allora si sono usate la fame e la sete, bombe al fosforo bianco hanno bruuciato persone, agenti chimici in prova hanno moltiplicato di dodici volte la mortalità per cancro dei bambini, si sono viste nascite mostruose di bimbi privi di polmoni, altri con le gambe incollate insieme, altri chiusi in sacchi di spessa pelle: tutto nel silenzio giocoso del Paese dei Balocchi, il cosiddetto mondo occidentale. .

  3. Per amore di verita’ sarebbe opportuno fare chiarezza sul concetto di ” tradizione giudaico-cristiana”.
    Questa affermazione sembra piuttosto nascondere un furbesco proposito di ” oscurare ” le peculiarita’ di un suprematismo ebraico all’ interno del numericamente predominante ” campo” del ( spesso falsificato..) cristianesimo.
    Le 2 ” tradizioni” sono ormai in inconciliabile ” rotta di collisione” da circa 2000 anni ; dal momento che le autorita’ religiose ebraiche hanno non solo rifiutato il Signore Gesu’ quale Messia, ma ne hanno anche con insistenza (con ricatto politico…come loro abitudine ) la condanna a morte da parte di Ponzio Pilato che voleva liberarlo ( vangelo di Giovanni capitolo 19: versetti 6-16 )
    Gesu’ aveva , in varie circostanze, predicato un messaggio di Redenzione Universale in contrato con un Razzistico( ingiustificato ) Suprematismo ebraico e l’ ipocrisia delle autorita’ religiose che avevano stravolto i veri insegnamenti di Dio ( Luca 4:21-30…il formidabile capitolo 23 del Vangelo di Matteo….etc…)
    Questi insegnamenti hanno provocato un odio mortale verso Gesu’ e i suoi discepoli perpretato nei secoli al punto tale che negli scritti degli autorevoli rabbini che hanno codificato ( Talmud,Mishna, Gemara….) nei secoli successivi le vere dottrine basilari del moderno ebraismo la figura di Gesu’ non solo viene pesantemente dileggiata ma viene addiritture posto all’ Inferno , immerso in un letame bollente ( ….pe sa tu…!!!) come un criminale impostore e traditore..
    Nessuna commistione tra il ( vero e autentico) cristianesimo e la visione ebraico-sionista che ha fatto del popolo ebraico e della sua Supremazia ( edonistico- finanziaria…..Mammona !….) il ” dio” di se’ stesso ( ….profetica la parabola di Gesu’ Cristo riportata nel vangelo di Matteo capitolo 21 e Luca capitolo 20 )
    Nessuna ” sindrome di Stoccolma” dovrebbe essere autorizzata !
    Ognuno e’ libero di scegliere le dottrine e ideologie preferite…..ma lasciamo ” separate e distinte ” forca e corda da auto-insaponare….

  4. Perfetta descrizione della cosiddetta civiltà occidentale ! Il peggior modello (economico e politico) di società mai apparsa sulla faccia della terra, che concentra in sè il peggio degli ultimi 2000 anni : colonialismo, razzismo, mercantilismo, profitto, cinismo, opportunismo, individualismo e suprematismo scientista, esaltando tutto questo come libertà e progresso ! E naturalmente chi può contestare “libertà e progresso”, spacciati come sinonimo di “bene assoluto”, senza essere tacciato di essere retrogrado, arcaico, reazionario, asociale, nostalgico di Hitler o Stalin, sostenitore di “terroristi” di ogni risma ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM