Brutale attacco a chierici cristiani nei pressi della chiesa del Santo Sepolcro

placeholder


I coloni israeliani hanno picchiato due religiosi cristiani nella Città Vecchia di Gerusalemme occupata.

Il canale israeliano 12 ha riferito che gli ebrei religiosi israeliani hanno attaccato due religiosi cristiani armeni mentre stavano passando vicino alla chiesa del Santo Sepolcro senza alcuna provocazione da parte loro.
Ha aggiunto che sono stati colpiti, presi a calci e contusi senza alcun motivo solo perché erano diversi nei loro vestiti rispetto agli altri.

Giorni fa, una dichiarazione rilasciata dal Ministero degli Affari Esteri palestinese ha descritto i ripetuti attacchi dei coloni israeliani contro i cristiani palestinesi come una guerra di religione.

Secondo il comunicato pubblicato dall’agenzia di stampa palestinese “Wafa”, il ministero degli Esteri palestinese ha affermato che “l’attacco volontario e ingiustificato contro i religiosi cristiani nella città occupata di Gerusalemme non può essere separato dalla guerra aperta delle autorità di occupazione israeliane contro i luoghi santi cristiani e islamici, questo avviene nel disperato tentativo di sostituire il carattere politico del conflitto con uno religioso “.

La dichiarazione del ministero degli Esteri palestinese ha respinto quello che “elementi dei coloni terroristi hanno fatto per attaccare un certo numero di monaci del Patriarcato ortodosso armeno nella Gerusalemme occupata, vicino alla chiesa del Santo Sepolcro, mentre erano in viaggio per condurre le loro preghiere, il che ha portato a il loro trasferimento in ospedale, dove uno di loro è stato ferito a un occhio “.
Di conseguenza, il ministero degli Esteri palestinese ha invitato le istituzioni religiose e cristiane nel mondo arabo e islamico a denunciare questi attacchi su vasta scala, chiedendo un’azione urgente a tutela dei luoghi santi a livello internazionale.

https://www.youtube.com/watch?v=7LUBra2oqzo

La dichiarazione riportava anche al governo di occupazione i risultati degli appelli ufficiali israeliani alla guerra di religione, sottolineando che si tratta di un fenomeno he avviene “nelle pratiche e negli attacchi dell’esercito di occupazione e delle milizie dei coloni e nel loro terrore organizzato”, avvertendo “delle ripercussioni di questo guerra e la continua aggressione delle forze di occupazione contro i luoghi santi dell’intera regione “.

L’altro giorno, lunedì, la polizia israeliana di occupazione ha annunciato l’ escalation della sua campagna contro i palestinesi sullo sfondo degli eventi che hanno avuto luogo nelle città palestinesi nel 1948, a sostegno di Gerusalemme, Al-Aqsa e della Striscia di Gaza, e condannando gli attacchi dei coloni, ‘attacchi avvenuti contro i cittadini sotto la protezione della polizia.

Mons. Hama, arcivescovo di Gerusalemme ha denunciato gli attacchi contro i cristiani

All’inizio di questo mese, le forze israeliane hanno attaccato dozzine di fedeli cristiani a Bab Al-Jadid e all’interno dei vicoli della Città Vecchia, vicino alla Chiesa del Santo Sepolcro nella Gerusalemme Est occupata. Questo è stato durante il loro tentativo di raggiungere la chiesa per celebrare il “Sabato della Luce”.


Fonte: Al-Mayadeen Net

Traduzione:Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus