"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Bombardieri nucleari cinesi in allerta 24 ore al giorno

La Cina ha messo in allerta i suoi bombardieri strategici 24 ore su 24 di fronte alle crescenti tensioni tra gli USA e la Corea del Nord.
Secondo le informazioni trasmesse dal giornale britannico The Express, le autorità cinesi hanno ordinato ai piloti ed agli equipaggi dei suoi bombardieri nucleari di mettersi in allerta le 24 ore al giorno.

“Sono stati trasmessi ordini ai piloti e agli equipaggi dei bombardieri nucleari in Cina di essere preparati per realizzare voli operativi in ogni momento”, si legge sull’informativa pubblicata dal giornale britannico, citando fonti militari cinesi.

Questa decisione è stata presa dopo l’aumento delle tensioni tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti e per causa dell’incremento significativo dello schieramento di armamenti ed attrezzature militari statunitensi vicino alla penisola coreana.

Unità militari cinesi

La tensione tra la Corea del Nord e gli USA si è incrementata a livelli senza precedenti. La Casa Bianca afferma di avere già pronte delle “opzioni miitari” contro Pyongyang, mentre questo Stato realizza prove nucleari e balistiche sostenendo il proprio “diritto all’autodifesa” davanti alla aperta ostilità del paese nordamericano.

Fonte: Hispan Tv

*

code

  1. Mardunolbo 3 settimane fa

    ovvia risposta cinese all’aggressività americana che non ha confini.E’ norma di prudenza tenere in all’erta i bombardieri, dal momento che una guerra innescata , non si sa dove possa portare in termini di aumento e di vastità teritoriale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mario Rossi 3 settimane fa

    E’ tutto un gioco di nervi e questo oramai lo hanno capito anche i sassi. Nessuno farà niente perchè qui non stiamo parlando di una manica di beduini del deserto ma di stati sovrani e armati fino ai denti. Se prorpio volevano mantenere un potere mondiale potevano non vendere le armi nucleari e know-how per fabbricarle. Invece alla gallina ingorda crepò il gozzo!!!! E così adesso zitti e mosca, rientrrare nei ranghi al di là dell’oceano e preparasi a cominciare a lavorare!!! altro che black friday!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Max 3 settimane fa

    La bomba è stata innescata, ora spetta ad Israele
    dare il via alla detonazione. Se Israele verrà colpita
    Sicuramente ci sarà una guerra globale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 2 settimane fa

      se la Corea del nord verrà aggredita, l’Iran vomiterà tutto quello che ha su Tel Aviv. Me lo auguro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. michele michy 3 settimane fa

    mario hanno delocalizzato tutto……..a parte il settore militare che è l’economia del paese,anche se attraverso il dollaro a spese del resto del mondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario Rossi 3 settimane fa

      Ma la delocalizzazione è una utopia che non porta da nessuna parte!!! il mondo è rotondo diceva la mia povera nonna!! oppure “dopo tanti anni e tanti mesi l’acqua torna ai suoi paesi”!!! il gioco delle tre carte come si sa è un gioco e non può durare all’infinito. Prima o poi qualcosa si incepperà e non mi sorprende sentire con tanta insistenza voci su possibili colpi di stato militari. Tutto ha un senso se viene fatto per il benessere di chi lo fa ma quando si perde questo senso ultimo e semplice delle cose poi i conti non tornano più. Il mondo è fatto a scale!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace