"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Bob Corker: la Casa Bianca è un centro di “assistenza psichiatrica”

Trump fa esplodere le accuse del senatore Bob Corker , presidente della commissione per le relazioni esterne del Senato sull’Iran ‘ ed avverte che le minacce di Trump rischiano di scatenare un conflitto mondiale.

La frattura del rapporto di Donald Trump con establishment del Partito repubblicano ha raggiunto un nuovo livello Domenica, quando il senatore Bob Corker ha descritto la Casa Bianca come “centro di assistenza psichiatrica all’adulto” e ha avvertito che il presidente sta rischiando di mettere gli Stati Uniti “sulla via della III Guerra Mondiale”.

Uno scambio straordinario di accuse tra Trump e la presidenza del comitato per le relazioni esterne del Senato ha avuto inizio quando Trump ha accusato Corker, che si è ritirato, di “non avere il coraggio” di correre per la rielezione.

In risposta, Corker ha scritto twitter: “È una vergogna che la Casa Bianca sia diventata un centro di assistenza per adulti. Qualcuno ha ovviamente perso il suo equilibrio questa mattina “.

Trump ha anche detto che Corker aveva “supplicato” lui per fornirgli un sostegno per la rielezione. “Voleva anche essere segretario di stato, ho detto ‘NO THANKS’,” Trump tweeted. “Egli è anche in gran parte responsabile per l’orrendo accordo con l’ Iran !”

In una dichiarazione al Guardian, il capo dello staff di Corker, Todd Womack, ha contraddetto direttamente Trump. “Il presidente ha chiamato Sen Corker il lunedì pomeriggio e gli ha chiesto di riconsiderare la sua decisione di non ricercare la rielezione e ha ribadito che l’avrebbe approvata lui stesso, come ha detto molte volte”, ha dichiarato.

Corker è stato considerato per entrambe le cariche, sia vicepresidente che segretario di stato ed è stato un alleato chiave di Trump durante la maggior parte della campagna del 2016. Da allora è diventato però un critico verbale del presidente.

In un’intervista al New York Times del giorno successivo, Corker ha dichiarato di essere preoccupato per un presidente che ha agito “come fare l’apprendista o qualcosa del genere” – un riferimento al reality show televisivo di cui Trump era stato ospite.

“Lui mi preoccupa. Avrebbe dovuto interessare chiunque si preoccupi della nostra nazione “, ha detto il senatore, aggiungendo che le minacce di Trump verso altri paesi potrebbero mettere la nazione” sulla via della guerra mondiale “.

Corker è una voce importante e apprezzata per l’accordo tra l’Iran e le sei nazioni importanti, tra cui gli Stati Uniti, che hanno limitato il tentativo di Teheran di ottenere armi nucleari. È stato segnalato questa settimana che Trump, contro i desideri dei consulenti senior, non riconfermerà l’accordo . Questo lo metterebbe nelle mani del Congresso, che deciderebbe se ripristinare le sanzioni, una mossa che minaccia l’esistenza dell’accordo.

Corker ha annunciato la sua decisione di ritirarsi il mese scorso. “Il più importante servizio pubblico che devo offrire al nostro paese potrebbe svolgersi nei prossimi 15 mesi”, ha detto, suggerendo la sua opposizione al presidente. “Voglio essere in grado di farlo come osservatore e indipendente come ho fatto i primi 10 anni e nove mesi della mia carriera nel senato”.

La scorsa settimana, ha il senatore fatto dichiarazioni per cui ha sostenuto che Trump stava portando gli Stati Uniti sull’orlo del “caos”.

Parlando ai giornalisti di Capitol Hill sui rapporti secondo cui il Segretario di Stato americano, Rex Tillerson, avrebbe chiamato Trump “maledetto imbecille” e si è rassegnato a ritirarsi, Corker ha dichiarato: “Credo che il segretario Tillerson, il segretario [della difesa Jim] Mattis e il capo dello staff [ John] Kelly sono quelle persone che aiutano a separare il nostro paese dal caos “.

Alla domanda se si riferisse a Trump, ha detto: “[Mattis, Kelly e Tillerson] lavorano molto bene per assicurarsi che le politiche che abbiamo presentato in tutto il mondo siano sane e coerenti. Ci sono altre persone all’interno dell’amministrazione che non lo fanno. Spero che rimangano perché sono preziose per la sicurezza nazionale della nostra nazione “.

Rex Tillerson, il nuovo segretario di Stato

Mercoledì, Tillerson aveva negato di aver pensato di ritirarsi ma non ha detto di aver chiamato il presidente un imbecille, portando a segnalare la furia presidenziale. Parlando brevemente ai giornalisti di Sabato, Trump ha detto che lui e Tillerson avevano “un ottimo rapporto” ma ha detto che il segretario di stato potrebbe essere “più duro”.

Lo scorso fine settimana, il presidente, che nel suo debutto alle Nazioni Unite ha dichiarato che gli Stati Uniti potrebbero “distruggere totalmente” la Corea del Nord, aveva smentito il suo diplomatico più alto in grado circa sforzi per proseguire i colloqui. Sabato, Trump ha twitterato che ” solo una cosa funzionerà ” per frenare in Pyongyang. Nei suoi commenti alla stampa, si è rifiutato di chiarire cosa significasse.

Corker ha anche detto di poter opporsi alle mosse di Trump e dei repubblicani del Congresso per passare la riforma fiscale, una priorità dopo il ripetuto fallimento dei tentativi di abrogare e sostituire la legge sulle cure accessibili. Corker ha insistito che qualsiasi modifica al piano fiscale debba ridurre il disavanzo . Il piano di Trump probabilmente lo aumenterebbe. I repubblicani hanno una maggioranza sottile di 52-48 nel Senato, rendendo le sconfitte costose.

Più tardi di domenica, Trump riportava ancora una volta : “Bob Corker ci ha dato l’accordo Iran, e questo è il problema. Abbiamo bisogno di HealthCare, abbiamo bisogno di tagli fiscali / riforma, abbiamo bisogno di persone che possono ottenere il lavoro fatto! ”

Fonte: The Guardian

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code