Bloomberg: i tentativi statunitensi di isolare Russia e Cina sono falliti

La campagna guidata dagli Stati Uniti per isolare Russia e Cina con sanzioni draconiane è fallita, secondo i media statunitensi.

Secondo un articolo pubblicato venerdì dal portale americano Bloomberg , i tentativi del Gruppo dei Sette (G7) di isolare Russia e Cina, due potenze mondiali, “non sono stati all’altezza”.

Data questa situazione, dei membri del G20, che guidano l’economia mondiale, solo la metà di questi ha aderito alle sanzioni contro la Russia per la sua operazione militare in Ucraina, iniziata il 24 febbraio.

Come indica la fonte, la mancanza di unanimità nel Gruppo dei Venti, nonostante la sua campagna per convincere il resto del mondo della necessità di rafforzare la pressione sul gigante eurasiatico, ha sorpreso le alte autorità occidentali.

“Gran parte del mondo non è disposta a seguire gli sforzi degli Stati Uniti e dell’Europa per isolare la Russia”, hanno indicato i media a questo proposito.

Stati Uniti, Regno Unito, Unione Europea (UE) e i loro alleati Australia, Canada, Giappone e Corea del Sud hanno sostenuto il boicottaggio della Russia, mentre Argentina, Brasile, Cina, India, Indonesia, Messico, Arabia Saudita, Sud Africa e la Turchia si sono opposti..
Cina, India e Sud Africa sfidano gli Stati Uniti; aumentati i loro scambi con la Russia e la cooperazione economica.
Oltre a criticare apertamente il boicottaggio contro la Russia, guidato da Usa, Cina, India e Sud Africa stanno cercando di aumentare i loro scambi con il Paese eurasiatico. In questo senso, Pechino ha investito il 72% in più nelle importazioni russe di petrolio e gas rispetto ai dati dell’anno precedente.

Russia e Cina, entrambe oggetto di pressioni e sanzioni da parte dell’Occidente, hanno rafforzato la loro alleanza politica e commerciale negli ultimi anni. La Russia è una delle principali fonti di petrolio, gas, carbone e prodotti agricoli, con un surplus commerciale con la Cina.

Il governo cinese ha accusato gli Stati Uniti dell’attuale caos in Ucraina e ha denunciato che le misure coercitive unilaterali imposte dall’Occidente alla Russia violano il diritto internazionale e non contribuiscono ad attenuare la crisi

Fonte: Bloomberg

Traduzione: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM