BLINKEN: GLI STATI UNITI NON SI OPPONGONO ALL’UCRAINA CHE PRENDE DI MIRA IL TERRITORIO RUSSO CON MISSILI FORNITI DAGLI STATI UNITI

Il segretario di Stato Antony Blinken ha detto domenica che spetta all’Ucraina decidere se colpire o meno il territorio russo con armi fornite dagli Stati Uniti, una politica che avvicina Stati Uniti e Russia ad uno scontro diretto.

Blinken ha fatto questi commenti dopo che ABC News ha riferito che è probabile che l’amministrazione Biden armerà presto l’Ucraina con i sistemi missilistici tattici dell’esercito (ATACMS), che hanno una portata fino a 190 miglia.

Mentre appariva nel programma “This Week” della ABC , a Blinken è stato chiesto se era d’accordo con l’Ucraina che utilizzava l’ATACMS per colpire obiettivi all’interno del territorio russo. “In termini di decisioni sul targeting, è una decisione loro, non nostra”, ha risposto Blinken .

Alla domanda sui crescenti attacchi di droni ucraini all’interno della Russia, Blinken ha affermato che gli Stati Uniti non “incoraggiano” né “consentono” le operazioni. Tuttavia, The Economist ha recentemente riferito che gli attacchi di droni ucraini contro la Russia utilizzano spesso le informazioni raccolte dai sostenitori occidentali di Kiev.

Missile USA ATACM lungo raggio

on il protrarsi della guerra, l’amministrazione Biden è stata sempre meno preoccupata per il rischio che gli attacchi ucraini all’interno della Russia possano intensificare la guerra. L’amministrazione in precedenza temeva che la Russia potesse rispondere a tali attacchi prendendo di mira un paese della NATO.

Gli Stati Uniti hanno anche ignorato gli avvertimenti russi contro la fornitura all’Ucraina di missili a lungo raggio, poiché Mosca li aveva precedentemente definiti una “linea rossa”. Secondo un funzionario americano intervistato dalla ABC , gli ATACMS “stanno arrivando”.

Fonte: South Front Press

Traduzione: Luciano Lago

16 commenti su “BLINKEN: GLI STATI UNITI NON SI OPPONGONO ALL’UCRAINA CHE PRENDE DI MIRA IL TERRITORIO RUSSO CON MISSILI FORNITI DAGLI STATI UNITI

  1. Temo che gli USA abbiano capito che Putin, detto “colui che combatte con le mani legate”, non attaccherà mai un paese Nato, quindi la Russia verrà colpita nel profondo con reazioni ridicole e risibili. Se i russi non si svegliano, l’attacco a Sebastopoli sarà solo un aperitivo

    1. PENSO CHE ASSISTEREMO A UN CRESCENDO DI ATTACCHI UCRAINI ALLA RUSSIA in territorio russo. L’Ucraina galvanizzata dal supporto USA/occidentale opera in crescendo. La Russia dispone di armi pesantissime (nucleari tattiche e strategiche) che in questa fase non sono utilizzabili (le alienerebbero il consenso dei suoi stessi alleati in primis la Cina). IL TUTTO FINO A CHE GLI USA NON CEDERANNO ALLE RICHIESTE DEGLI STOLTI UCRAINI E LI FORNIRANNO DI SISTEMI DI ARMA MAGGIORMENTE OFFENSIVI.

  2. Gli USA , sedicenti esportatori di democrazia, hanno un candidato presidente libero dalla galera su cauzione e il presidente in carica si trova ”impicciato” : che bella democrazia ! e sono anche il principale stato-canaglia

  3. Ancora la gente non ha capito che Putin non cade nel tranello di creare una guerra su grande scala. Sta invece proseguendo chirurgicamente e noi come allocchi non ci rendiamo neanche conto che ci stiamo mangiando la terra sotto i piedi. Ne vedremo delle belle nel giardino tanto decantato.

    1. Concordo con Pellegrini. E’ proprio così. Putin è consapevole che dovrà resistere fino a che l’Europa non cadrà a pezzi…e lo dico…non manca molto. Con i nuovi inserimenti dei paesi Brics (Egitto, Emirati, Arabia Saudita, Argentina, Etiopia ecc…), diciamo che a livello energetico il gioco si fa pesante…vedi ultima chiusura dei rubinetti Russia-Arabia Sudita..
      A questo sommiamo la recentissima scelta della borgatara della Garbatella di abbandonare la Belt Road cinese e il quadro è completo.

  4. Vorrei esprimere la mia opinione agli amici russi. E’ inutile che ammazzino ogni giorno dei poveri cristi ucraini la stragrande maggioranza di loro costretti con le armi ad andare a combattere al fronte. I nemici veri di entrambi (ucraini e russi) hanno i volti che si vedono nella foto ad inizio pagina. Sono Blinken, Baerbok, Soros, Rotschild, Nuland e via seguendo fino ad arrivare ai loro sponsor (Rotschild, Corona d’ Inghilterra, Black Rock, e pochi altri). I generali russi dovrebbero prendere bene la mira e spedire i loro missili intelligenti ed iperveloci ad obiettivi di alto rango. SOLO COSI’ VINCERANNO! Questa guerra si vince solo DECAPITANDO il nemico. Diversamente i russi si troveranno a dover uccidere TUTTI gli ucraini, poi TUTTI i polacchi, poi TUTTI gli italiani…e quando saranno rimasti senza truppe si dovranno confrontare con TUTTI gli americani…

  5. e magari così Putin appesantirà la mano e toglierà di mezzo l’impiccio di Zelenski che dopo l’incriminazione mette a disagio il Biden e gli affaristi della guerra

  6. Questa e’ benzina per gli hater da poltrona di Putin – e quivi ce ne sono tanti al chilo – ; I fatti parlano di 7/10 cruise intercettati ed e’ vero , gli atri han colpito navi in riparazione nella base della flotta del mar nero. Questo e’ a matrice Nato/ Uk , gli americani non sono cosi scemi sanno di ritorsioni in Siria , a sto punto ci si domanda perche’ non mettere pressione a||a Nato ed ai suoi gangsters sul serio? Ci si chiede perche’ ci sia ancora copertura di terra per i vettori missilistici? Perche’ vi sia copertura satellitare? Non aveva detto forse Musk che non aveva acceso lo Starlink per evitare una probabile ritorsione tattico nucleare?

  7. Tutti i numerosi pirati informatici USA ( che in questo sito non vengono MAI censurati ) si fanno le seghe mentali dalla felicità di questo simbolico attacco pseudo – Ucraino e postano commenti propagandistici Filo-USA entusiastici su una fantascientifica vittoria Ucraina e sconfitta Russa !
    Per poter sperare di vincere parzialmente la guerra gli Ucraini avrebbero bisogno di un milione e mezzo di uomini da inviare in battaglia contro la Russia sperando che la Russia non decida di fare tabula rasa sul serio !
    Per procurare un milione e mezzo di nuovi soldati tutti gli immigrati stranieri clandestini criminali che entrano in Italia in un solo anno dovrebbero essere arrestati e deportati in Ucraina dove vengono armati e inviati in prima linea come carne da cannone !

    1. Sinceramente non credo ( purtroppo) che l Ucraina riuscirà mai a liberare i propri territori , ci mancherebbe altro , lamRissia per quanto male organizzata e sempre una potenza militare e hanno un pil 50 volte quello ucraino … farsi battere sarebbe ridicolo e pressoché impossibile , questi attacchi fanno si gioire ma non cambieranno nulla … se non ritorsioni ancora più dure sulla popolazione Ucraina … comunque a Kiev non servono un milione di soldati ma 4000 missili da crociera ….un sottomarino colpito comunque è un bello Scappellotto … complimenti …

      1. Sul serio Cappellotto credi ancora alle bufale e favolette che ti vengono rifilate dalla propaganda del regime italiano o occidentale !
        Colpire un sommergibile Russo nel Mar Nero è impossibile agli Ucraini !
        Solamente USA & NATO possono colpire nel Mar Nero un sommergibile Russo in Navigazione !
        Se la Russia è cosi fessa da non reagire lo possono fare e continueranno a farlo finché non ci sarà una risposta militare Russa contro USA & NATO !
        Cosa fattibilissima e facile da realizzare se la Russia volesse reagire !
        Ci sono bersagli USA& NATO ovunque da colpire !

      2. il PIL dell’Afghanistan com’era rispetto a quello dell’Unione Sovietica? Quest’ultima ha dovuto andarsene anche da lì, mi sembra.
        Dai tempi della Seconda Guerra Mondiale, chi mai è riuscito a conquistare (e tenere) un altro paese?

  8. scappe||otto un a|tro hater pirata informatico ukro bots? co|pire imbarcazioni in riparazioni non e’ certo co|pire imbarcazione a||a rada o in assetto da f|otta , de| resto si evince dai vostri commenti non gtanto disinformazione ma quanto mancanza tota|e di fondamenti di geopo|itica. Questo e’ fattua|e.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM