Biden vuole la guerra contro la Russia

di Boris Gennadevich Karpov .+

Più passa il tempo, più le cose diventano chiare: a Biden non importa dell’Ucraina, quello che vuole è una guerra contro la Russia. Ma attenzione! Non una guerra degli Stati Uniti contro la Russia, ma una guerra europea contro la Russia in cui gli Stati Uniti avranno un ruolo di fornitore. Il complesso militare-industriale americano sarà così in paradiso per i suoi profitti e gli Stati Uniti non dovranno subire una guerra sul proprio territorio.

Così gli Stati Uniti e la NATO, nella loro risposta alla lettera inviata dal Cremlino che dettaglia i requisiti di sicurezza della Russia, hanno respinto tutte le richieste russe, dichiarando di fatto il loro desiderio di combattere la Russia.

A tal fine, Biden attiva i suoi barboncini. La Polonia, ad esempio, sempre pronta a causare problemi in Europa, ha annunciato che inizierà a consegnare armi all’Ucraina la prossima settimana. La Turchia da parte sua, in quanto membro della NATO, ha inviato in Ucraina diversi droni da osservazione e da combattimento. Sembra anche che la loro qualità lasci un po’ a desiderare poiché i sistemi di difesa elettronica russi rendono tutti questi droni totalmente inutili: vengono messi fuori pericolo non appena decollano. Portata dei sistemi di difesa elettronica russi: 600 km. Un drone inviato da Kiev per spiare il confine bielorusso è stato così mandato a terra non appena una delle sue ali aveva toccato il limite territoriale bielorusso.

L’Estonia ha anche inviato a Kiev “specialisti informatici” per rafforzare la difesa delle reti contro possibili attacchi informatici russi. Quando ricordiamo che gli attacchi dell’anno scorso hanno messo fuori servizio tutte le amministrazioni dell’Estonia per diversi giorni, comprendiamo le qualità dei loro specialisti… E la NATO ovviamente ha riversato tonnellate di armi in Ucraina per diverse settimane.

Di fronte a ciò, il presidente ucraino Zelensky sembra reagire, lui e il suo governo dichiarano quasi ogni giorno che non ci sono prove che la Russia si stia preparando ad attaccare. Questo non va d’accordo con Biden e secondo alcune fonti, gli americani potrebbero lanciare una campagna per diffamare Zelensky dipingendolo come un codardo al fine di incitare le forze estremiste a prendere il potere in Ucraina. E quindi garantire una guerra!

Il presidente Zelensky visita la linea di contatto sul Donbass

Sul terreno, Zelensky accetta ugualmente la partecipazione di truppe straniere a possibili battaglie, rafforza le posizioni militari ai confini ed è chiaro che sta preparando un’offensiva contro il Donbass. Secondo l’intelligence delle repubbliche di Donetsk e Lugansk, armi pesanti, istruttori stranieri (britannici e americani) e operatori della CIA sono in prima linea.

Diplomaticamente, i carlini di Biden sono agitati. Macron ha chiesto al presidente Putin di incontrarsi… Per cosa? Secondo un alto funzionario “ per riuscire a far parlare di lui la gente in Francia dove è odiato dalla sua gente ”… Sarà a Mosca il 7 febbraio (poi a Kiev l’8) e Vladimir Putin sta senza dubbio tremando! Inoltre, secondo una fonte del governo francese, Macron intende portare BHL (Bernard-Henri Lévy) nel suo bagaglio… Ma solo a Kiev: BHL a quanto pare ha paura di venire in Russia, chissà perché… Sarà interessante vedere se sarà a Kiev insieme a Macron, colui che ha apertamente invocato la guerra contro la Russia!

L’Ungheria, da parte sua, ha annunciato la sua cooperazione e appoggio alla Russia e ha firmato un enorme contratto di fornitura di gas. La Cina si è anche pronunciata per il suo fermo sostegno alla Russia.

Il 14 febbraio, molto probabilmente, il parlamento russo deciderà di “riconoscere” l’indipendenza delle repubbliche di Donetsk e Lugansk. In queste 2 repubbliche, più di un milione di cittadini hanno ricevuto la nazionalità russa ed è perfettamente chiaro che se l’Ucraina attacca, la Russia andrà lì per difendere i suoi cittadini.

Sui media occidentali le previsioni vanno bene e ogni settimana viene annunciata una “imminente invasione” (dell’Ucraina) da parte della Russia. Ma non succede niente. Molto semplicemente, nessuno di questi media “agli ordini” dei governi occidentali osa “prevedere” che la Russia interverrà solo se (o quando…) l’Ucraina attaccherà i suoi cittadini nel Donbass.

E secondo fonti dello stato maggiore russo, ciò avverrà tra il 18 e il 22 febbraio.

Fonte: Boris Karpov

Traduzione: Luciano Lago

10 Commenti
  • Farouq
    Inserito alle 17:58h, 06 Febbraio Rispondi

    È chiaro che la pagliacciata dell’ucraino che la Russia non interverrà fa parte del piano, e come un pagliaccio professionista la esgue, serve solo per evitare le rivolte interne e sul campo invevce continua le provocazioni contro la Russia,
    Tutto già simulato con i calcolatori, come nei videogiochi, ricordiamoci che gli sviluppatori di videogiochi lavorano anche per i centri di studi strategici, gli algoritmi sono maledettamente simili

  • nicholas
    Inserito alle 17:59h, 06 Febbraio Rispondi

    Non è detto che non arrivi qualche missile in territorio yankee.
    Finora le previsioni degli Usa, sono state tutte sbagliate!!!!
    Sicuramente, l’Unione Europea finirà di esistere. Questo è il solo lato positivo.

  • Renato
    Inserito alle 18:22h, 06 Febbraio Rispondi

    Cosa ci si può aspettare da quelli che hanno lanciato due bombe atomiche sul Giappone? La pazzia ce l’hanno nel loro dna. Credono nel guadagno con le guerre, ma da questa…..hanno sbagliato completamente i calcoli.

  • luther
    Inserito alle 19:23h, 06 Febbraio Rispondi

    Posso dire che questo patetico teatrino ha rotto le balle? Posso, anche dire che qui a battere i tamburi di guerra sono sempre e solo i soliti imbecilli, appecorati a Washington? Senza che si rendano conto che la festa è finita? Finita per davvero? Se fossi stato al posto di Putin, da mo’ che avrei bombardato come si deve gli states. Una bella guerra preventiva, come dicono gli stessi americani, e via, fine dei problemi. Niente guerra in Afghanistan, Iraq, Siria, niente rivoluzioni colorate, quinte colonne, rovesciamenti di governi legittimi non compiacenti, non sarebbe una meraviglia? Peccato che io non sia Putin…… perché non avrei la stessa pazienza!

    • Giorgio
      Inserito alle 13:55h, 07 Febbraio Rispondi

      Pienamente d’accordo Luther …..

  • Gio
    Inserito alle 20:48h, 06 Febbraio Rispondi

    Innanzitutto diciamoci le cose come dovrebbero essere x andare a buon fine x il nostro amico PUTIN..sicuramente,strategicamente prima di iniziare una guerra con l ucraina nazzista visto che sono sostenuti dagli AMERICANI..putin deve fare una cosa sola,Portare missili strategici impersonali nucleari a CUBA,giusto x far sentire l americani sotto tiro ,in modo che se alzano un dito in ucraina engano subito inceneriti a casa loro..poi seconda cosa Putin dovrebbe attrezzare militarmente con le migliori armi sia pesanti e intelligenti tutti i combattenti separatisti,poi x finire putin nn ha bisogno in quel modo di entrare e inpantanarsi in ucraina,come appoggio ai separatisti può anche tirare qualche missile dal proprio territorio sugli aeroporti ucraini ,e bom andare i campi dove sono gli americani,inglesi,ecc ecc e poi se a quel punto l unione europea è nato fanno sanzioni alla Russia, allora giù che putin deve tirare a quel punto 2 bombe nucleari in ucraina e vedrai che a quel punto nnnparla più nessuno e tolgono del tutto le sanzioni,FINE GUERRA

  • antonio
    Inserito alle 07:57h, 07 Febbraio Rispondi

    il regno di Satana -v soldi droga virus racket omicidi truffe perversioni violenza falsità

  • Renato 21
    Inserito alle 14:35h, 07 Febbraio Rispondi

    Qualora il comico ucraino attacasse il Donbass le sue truppe e gli “istruttori” sarebbero inceneriti dai russi sul posto senza il bisogno di varcare il confine come fecero quando iniziarono in Siria . Il dispiegamento di mezzi e uomini attuale serve a sconsigliare i naziucraini dall’intraprendere una via senza ritorno . Sicuramente non ha nessuna intenzione di invadere l’Ucraina perché poi dovrebbe sostenere economicamente questo paese ormai spolpato e ridotto in miseria (da vedere dov’è finito l’oro delle casse ucraine) . Forse e solo forse potrebbe unire i territori del Donbass alla Crimea ben sapendo che anche lì ci sono quasi il 40%di russofoni e inglobando di fatto tutto il mâr d’Azov.

  • Julian Ross
    Inserito alle 18:38h, 07 Febbraio Rispondi

    Per me non scoppiera nessuna guerra quindi non ce da preoccuparsi

  • Vladimir
    Inserito alle 14:42h, 08 Febbraio Rispondi

    I commenti su questo sito sembrano fatti da degli adolescenti , gente che vorrebbe spiegare a Putin come muoversi , non avete idea di quello di cui parlate , le dinamiche economiche , militari e politiche non sono affare pre ragazzini. Tornate a giocare ai videogiochi e a masturbarvi davanti allo schermo , siete dei segaioli frustrati .

Inserisci un Commento