Biden e le squadre della morte della CIA

Di Finian Cunningham (*)

“Gli squadroni della morte sostenuti dalla CIA stanno impazzendo in Afghanistan, uccidendo civili e terrorizzando la popolazione. Quando Joe Biden diventerà presidente entro tre settimane, dovrebbe dare la priorità alla fine di questa “Murder Inc.”

Un rapporto investigativo pubblicato di recente ha scoperto un programma di assassinio sistematico condotto dalla CIA in diverse province dell’Afghanistan.

Secondo l’autore Andrew Quilty, in un solo periodo di sei mesi durante il 2019, è stato scoperto che oltre 50 civili, tra cui donne e bambini, sono stati assassinati in 10 diversi massacri studiati. Quello era solo un esempio di omicidi in una provincia, Wardak.

La squadra della morte, nota come “Unità 01”, comprende afgani reclutati localmente ma sono addestrati, equipaggiati e diretti da agenti americani.

Non c’è dubbio che l’operazione clandestina della CIA avrebbe l’autorizzazione di alto livello dalla Casa Bianca. Viene eseguito in base al cosiddetto codice militare “Titolo 50” che protegge gli agenti dal perseguimento di crimini di guerra. Solo il presidente può firmare a quel livello di autorizzazione.

Militari USA in Afghanistan

Joe Biden, il presidente eletto democratico entrante, si è lamentato del fatto che l’amministrazione Trump in carica gli ha negato l’accesso a briefing sulla sicurezza nazionale classificati. Bene, Biden avrà presto pieno accesso dopo il suo insediamento il 20 gennaio. In tal caso, il nuovo presidente sarà inevitabilmente informato delle “operazioni antiterrorismo” afghane e dei suoi squadroni della morte. Deve scegliere se terminare il programma.

Le prove per le operazioni di omicidio della CIA sono schiaccianti. I leader della comunità afghana e i funzionari della sicurezza hanno testimoniato che “l’Unità 01” e le sue controparti in altre province sono gestite da oscuri ufficiali americani che accompagnano gli squadroni della morte durante le loro incursioni nei villaggi e nelle fattorie.

Afghanistan prigionieri con soldati USA

Decine di residenti afgani e sopravvissuti agli attacchi descrivono anche operazioni guidate dagli Stati Uniti.Inoltre, gli squadroni della morte sono supportati con elicotteri da trasporto Chinook statunitensi, aerei da combattimento, cannoniere e droni.

La posizione ufficiale americana è che le sue forze militari hanno il compito di sconfiggere i militanti talebani che si oppongono al regime appoggiato dagli Stati Uniti a Kabul. Ma le uccisioni compiute dalle squadre guidate dalla CIA prendono di mira i civili in quella che sembra essere una politica randagia di terrorismo e intimidazione. Nella maggior parte delle atrocità indagate non c’erano legami tra le vittime e i talebani.

Sotto Donald Trump e poi capo della CIA, Mike Pompeo, che in seguito divenne Segretario di Stato, le operazioni militari statunitensi in Afghanistan hanno subito un cambiamento alla fine del 2017. C’era più enfasi sulle operazioni clandestine e un allentamento delle regole di ingaggio.

Civile disarmato abbattuto da un soldato USA
Afghanistan Famiglia afgana si scalda come può

Durante il mandato di Trump, c’è stata un’enorme ondata di morti tra i civili in Afghanistan, in parte a causa dell’aumento degli attacchi aerei, ma anche a causa degli squadroni della morte della CIA che si scatenano. Allo stesso tempo, tuttavia, Trump ha esultato per il ritiro delle truppe convenzionali dall’Afghanistan in base a un presunto accordo di pace con i talebani. Ciò ha permesso al presidente repubblicano di affermare che sta mantenendo le promesse elettorali per porre fine a guerre d’oltremare come l’Afghanistan – che a due decenni di durata è la più lunga guerra straniera mai condotta dagli Stati Uniti.

Quello che fa Joe Biden al riguardo resta da vedere, ma i segnali non sono buoni. Per cominciare, quasi tutti i presidenti americani hanno firmato programmi di omicidio della CIA, dal Guatemala e l’Iran negli anni ’50, a Cuba e il Vietnam negli anni ’60, a El Salvador e Nicaragua negli anni ’70 e ’80, e molti, molti altri ancora. È una parte di routine del lavoro sporco di essere un presidente americano.

Afghanistan truppe USA bloccano prigionieri

Ecco perché è così spregevole e assurdo che Biden e altri abbiano criticato Trump per i resoconti infondati dei media statunitensi sulla presunta esecuzione di piani di cacciatori di taglie in Afghanistan per uccidere le truppe americane. Non c’è mai stata alcuna prova per una simile favola, che persino il Pentagono è stato obbligato a respingere come infondata. E come al solito, il furore dei media è svanito con la stessa rapidità con cui è esploso, svalutando la sua credibilità.

Nel frattempo, emerge che sotto la sorveglianza di Trump gli americani hanno compiuto omicidi sistematici di civili afgani con gli squadroni della morte della CIA. Dove sono le condanne di Biden?

Biden è associato all’esortazione dell’ex presidente Barack Obama a prendere una linea militare più aggressiva in Afghanistan quando era vicepresidente (2008-2016). Biden ha favorito le incursioni notturne “kick-the-door-down” delle forze speciali. È quindi molto improbabile che ripudierà il Murder Inc che Trump ha scatenato in Afghanistan.

Quello che Biden porta al nuovo regime della Casa Bianca è un ulteriore livello di corruzione morale e ipocrisia con il pretesto di essere un “democratico liberale”.

*Finian Cunningham ha scritto molto su affari internazionali, con articoli pubblicati in diverse lingue. Si è laureato in Chimica Agraria e ha lavorato come redattore scientifico per la Royal Society of Chemistry, Cambridge, Inghilterra, prima di intraprendere una carriera nel giornalismo giornalistico. È anche musicista e cantautore. Per quasi 20 anni ha lavorato come redattore e scrittore in importanti organizzazioni di mezzi di informazione, tra cui The Mirror, Irish Times e Independent. – –

” Fonte ” -” Information Clearing House

Traduzione: Luciano Lago

8 Commenti
  • sublime
    Inserito alle 21:18h, 01 Gennaio Rispondi

    Al momento abbiamo certezze che Finian sia ancora tra noi?

  • antonio
    Inserito alle 22:30h, 01 Gennaio Rispondi

    la Russia tra un pò passerà in Afganistan e brucerà i peli del cubo ai cocaleros yankee ?

  • Teoclimeno
    Inserito alle 03:23h, 02 Gennaio Rispondi

    Agli ameri-cani piacciono molto i fiori di papavero afgani.

  • giorgio
    Inserito alle 10:44h, 02 Gennaio Rispondi

    Tutti i presidenti Usa hanno autorizzato omicidi, sia mirati che indiscriminati, da parte degli squadroni della morte creati dalla CIA, in Guatemala, Iran, Cuba, Vietnam, Cambogia, El Salvador, Nicaragua ecc., e nella lotta dei regimi filo Usa per reprimere i movimenti guerriglieri come Montoneros, Erp, Sendero Luminoso e altri, con stragi indiscriminate di civili, oppositori, leader indigeni, campesinos ecc.
    Questo è il lavoro sporco di un presidente americano ……. poi c’è quello “pulito” …. sanzioni, embarghi, rivoluzioni colorate, utilizzo di mercenari, aggressione diretta ecc. ….
    E’ nel DNA degli anglo sionisti, della democrazia liberale e dei presidenti usa …..

  • eusebio
    Inserito alle 21:32h, 02 Gennaio Rispondi

    Agli yankee sono rimasti solo gli omicidi mirati, è di oggi la notizia che il Pentagono ha sospeso la produzione degli F-35 in quanto non in grado di affrontare le difese contraeree russo-cinesi.
    Gli USA si sono talmente deindustrializzati che ormai non sono più in grado nemmeno di costruire componentistica sofisticata per un caccia di quinta generazione.